Loading player...
Link video

NAVE VESPUCCI ARRIVO AD HAMILTON, 3^ TAPPA DELLA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE 2017

MARINA MILITARE NEWS

07/06/2017

La nave scuola Amerigo Vespucci dopo 20 giorni di navigazione è arrivata ad Hamilton, capitale dell'isola di Bermuda, territorio britannico d'oltremare dove la Marina Militare non sostava da 16 anni. Partita lo scorso 10 maggio dalla città portoghese di Funchal ha intrapreso la navigazione atlantica, che ha permesso all'equipaggio di pianificare e svolgere al meglio tutte le attività propedeutiche alla partecipazione di nave Vespucci agli eventi che si realizzeranno in Canada e negli Stati Uniti.

Sono presenti 217 Video
Indietro
  • 01:53 LE ISOLE AZZORRE SALUTANO IL RITORNO DI NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI DOPO 25 ANNI

    30/08/2017

    Una sosta, quella sull'isola di San Miguel - soprannominata "Isola Verde" per via della natura incontaminata e rigogliosa – che ha rappresentato un importante ritorno

  • 02:36 NAVE VESPUCCI SALPA DA NEW YORK E FA ROTTA VERSO IL CONTINENTE EUROPEO

    04/08/2017

    Nave Scuola Amerigo Vespucci ha concluso lo scorso 31 luglio, la seconda e ultima tappa statunitense nella città di New York. Il veliero della Marina Militare ha così completato l’avventura nel continente nord americano e si appresta adesso a fare rientro in Mare Mediterraneo. Questo del 2017 è stato l’ottavo incontro tra la “grande mela” e la “nave più bella del Mondo”, 17 anni dall’ultimo avvenuto nel 2000. L’equipaggio e gli allievi della 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno hanno vissuto con intensità la sosta in porto nella Midtown di Manhattan; una tappa caratterizzata da numerosi eventi culturali e di rappresentanza che hanno scandito i cinque giorni di permanenza in città. Mercoledì 26 luglio il Vespucci ha fatto ingresso lungo il fiume Hudson, costeggiando a sinistra la Statua della Libertà e potendo ammirare a destra l’eccezionale Skyline di Manhattan, navigando a vele spiegate in un elegante e gioioso contesto artistico che riporta alle parole della canzone 'Theme from New York New York' ...“I want to wake up in a city that never sleeps…”, chiaro riferimento alla realtà dinamica e travolgente della 'Grande Mela'.

  • 01:33 ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO CONCLUSA LA PRIMA PARTE

    28/06/2017

    Si è concluso il 16 giugno il primo dei tre anni previsti dall’accordo siglato tra la Marina Militare e il Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma, che ha visto protagonisti 114 studenti nell’ambito del progetto alternanza scuola lavoro. Gli studenti, frequentatori del 3° e del 4° anno del liceo classico o dello scientifico tradizionale o ad indirizzo europeo, hanno vissuto, divisi in gruppi di sei, una settimana di 36 ore lavorative nell’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione dello Stato Maggiore della Marina. Gli studenti romani hanno affrontato tutti gli aspetti della comunicazione moderna, toccando con mano l’attività della sala stampa a 360°, scoprendo i segreti che si annidano dietro un’informazione di successo attraverso i social, guardando le foto con occhi “tecnici” sui consigli della sezione cine/foto e preparando un articolo per il Notiziario della Marina. Dopo la pausa per le vacanze estive, riprenderà nuovamente il progetto alternanza scuola lavoro per un proficuo scambio tra l’esperienza degli uomini della Forza Armata e la freschezza dei giovani studenti.

  • 02:11 NAVE VESPUCCI PARTENZA DA HALIFAX, 4^ TAPPA DELLA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE 2017

    16/06/2017

    Partita da Hamilton, Bermuda, il 5 giugno, la Nave Scuola Amerigo Vespucci è arrivata ad Halifax, Canada, l’11 giugno. Al termine delle operazioni di ormeggio l’Unità ha ricevuto in visita il Ministro Consigliere d'Ambasciata a Ottawa, dott. Fabrizio Nava, che ha voluto porgere un indirizzo di saluto all’equipaggio schierato in assemblea sul cassero: “Siate orgogliosi di appartenere alla Marina Militare, così come sono orgogliosi di voi i cittadini italiani all’estero”, sono state le parole con cui il Ministro Nava ha concluso la sua allocuzione.

  • 07:22 SPECIALE SULLA GIORNATA DELLA MARINA

    14/06/2017

    Il servizio di approfondimento sulla Giornata della Marina. Sensazioni ed emozioni di una giornata da ricordare. Guarda il video e rivivi con noi la Giornata in memoria dell'impresa di Premuda.

  • 05:42 ULTIMO AMMAINA BANDIERA PER LE CORVETTE SFINGE E FENICE

    08/06/2017

    Il 29 maggio scorso alle 20.15 presso la banchina Tullio Marcon di Augusta, le due bandiere di combattimento di nave Sfinge e nave Fenice sono state ammainate per l’ultima volta. Salutate da 21 salve di cannone alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, e del Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano.

  • 02:51 NAVE VESPUCCI ARRIVO AD HAMILTON, 3^ TAPPA DELLA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE 2017

    07/06/2017

    La nave scuola Amerigo Vespucci dopo 20 giorni di navigazione è arrivata ad Hamilton, capitale dell'isola di Bermuda, territorio britannico d'oltremare dove la Marina Militare non sostava da 16 anni. Partita lo scorso 10 maggio dalla città portoghese di Funchal ha intrapreso la navigazione atlantica, che ha permesso all'equipaggio di pianificare e svolgere al meglio tutte le attività propedeutiche alla partecipazione di nave Vespucci agli eventi che si realizzeranno in Canada e negli Stati Uniti.

  • 01:55 NAVE VESPUCCI RIPARTE DA FUNCHAL, 2^ TAPPA DELLA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE 2017

    14/05/2017

    La nave Scuola Amerigo Vespucci, dopo la sosta nella città portoghese di Funchal, città più estesa dell'isola di Madera e seconda tappa della Campagna d' Istruzione 2017, riparte per raggiungere la città di Hamilton (Bermuda). Nel corso delle sue numerose campagne, nave Vespucci ha sostato nell'isola di Madera 9 volte e l'ultima è avvenuta nel 1989. L'equipaggio del Vespucci navigherà adesso per circa 20 giorni nell'Oceano Atlantico per arrivare dopo 16 anni di assenza, ad Hamilton, nell'isola di Bermuda, dove prenderà parte ad eventi internazionali come il secondo raduno della Tall Ships Race per poi proseguire, con rotta nord, verso il Canada.

  • 02:44 SI CONCLUDE LA SETTIMANA VELICA INTERNAZIONALE

    04/05/2017

    Si conclude con un bilancio eccellente la Settimana Velica Internazionale Accademia Navale Città di Livorno, al termine di tutte le regate delle Classi "Tridente" per la Naval Academies Regatta, "Altura", "Minialtura", "L’Equipe", "2.4 Mr", "Martin 16", "Laser Bug", "J24", "Marblehead", e dei raduni di S.U.P. e Windsurf.

  • 02:20 NAVE VESPUCCI AL `RENDEZ-VOUS` TALL SHIPS IN PORTOGALLO

    02/05/2017

    Nave Vespucci, impegnata nei prossimi cinque mesi nella Campagna d’Istruzione 2017 in Nord America, ha fatto sosta a Sines in Portogallo, una delle tappe della Tall Ship Race 2017. Storica regata velica internazionale partita da Greenwich nel Regno Unito lo scorso 16 aprile, che vede annualmente competere i "giganti del mare" con l’obiettivo di mantenere viva la tradizione della navigazione a vela e la passione per il mare soprattutto nelle giovani generazioni.

  • 00:47 NAVE VESPUCCI ATTRAVERSAMENTO STRETTO DI GIBILTERRA

    26/04/2017

    Video dell'attraversamento dello Stretto di Gibilterra da parte di nave Vespucci, durante la Campagna navale2017

  • 03:02 ULTIMO OMAGGIO A 8 NAVI RADIATE DAL SERVIZIO

    14/04/2017

    In occasione dell'ultimo omaggio alle Bandiere di combattimento una clip per ricordare le navi della nostra Marina recentemente radiate dal servizio (Maestrale, Granatiere, Minerva, Sibilla, Urania, Danaide, Sapri e Lerici)

  • 04:19 ULTIMO OMAGGIO ALLE BANDIERE DI COMBATTIMENTO DI OTTO UNITÀ NAVALI RADIATE DAL SERVIZIO

    14/04/2017

    cerimonia di consegna delle bandiere di combattimento di otto unità navali della Marina Militare; una cerimonia solenne con cui la Forza armata ha reso omaggio alle navi che hanno concluso la propria impegnativa e pluriennale attività al servizio della collettività e a difesa degli interessi marittimi nazionali. Un tributo reso attraverso un rito che viene ripetuto ogni qual volta una nave militare termina la propria vita operativa.

  • 05:12 MOSTRA LA GRANDE GUERRA - L`ITALIA E IL LEVANTE

    07/04/2017

    È stata inaugurata oggi a Roma, presso l'Archivio Centrale dello Stato all'Eur, la mostra La Grande Guerra. L'Italia e il Levante dedicata alla politica italiana nel Mediterraneo dalla guerra di Libia alla pace di Losanna del 1923. Ideata e diretta dal prof. Eugenio Lo Sardo, Sovrintendente dell'Archivio centrale dello Stato, e curata dalla dott.ssa Anna De Pascale e dal dott. Carlo M. Fiorentino, l'esposizione è stata realizzata in collaborazione con la Marina Militare. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, on. Dario Franceschini, il capo di gabinetto del medesimo dicastero, prof. Giampaolo D'Andrea, e il sottocapo di Stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Paolo Treu.

  • 02:14 PRESENTATA A CIVITAVECCHIA LA CAMPAGNA 2017 DI NAVE VESPUCCI

    04/04/2017

    Un ambizioso itinerario che porterà la nave più bella del mondo fin nel nuovo continente. Presenti alla conferenza stampa i capi di Stato maggiore della Difesa e della Marina, generale Claudio Graziano e ammiraglio Valter Girardelli

  • 03:00 MARINA MILITARE - FEDERICO MARTINENGO: VARATA LA SETTIMA FREMM DELLA MARINA MILITARE

    20/03/2017

    Nei cantieri navali di Riva Trigoso, a Genova, si è tenuta oggi la cerimonia di varo della settima FREMM - Fregate Europee Multi Missione della Marina Militare. La nave prende il nome dal contrammiraglio Federico Martinengo, Medaglia d'oro e d'argento al Valor militare per le sue "spiccatissime doti di mente, di cuore e di carattere negli importanti incarichi che svolse a bordo e a terra". Madrina della nave la signora Mina De Caro, vedova del capitano di vascello Giuseppe Porcelli, comandante della fregata Scirocco, che perse la vita in un tragico incidente durante un'attività operativa nel Mediterraneo il 25 maggio del 1997. Presenti alla cerimonia il Presidente della regione Liguria, onorevole Giovanni Toti, il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli e l'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono.

  • 03:00 MARINA MILITARE - INIZIATA L’ESERCITAZIONE `DYNAMIC MANTA` 2017

    20/03/2017

    DescrizioneIn questi giorni è in pieno svolgimento al largo delle coste siciliane, l'esercitazione NATO "DYNAMIC MANTA 2017", che vede protagonisti equipaggi e mezzi aeronavali provenienti da 10 paesi alleati, riuniti nello Ionio per un addestramento congiunto alla lotta anti sommergibile e alla lotta contro i mezzi di superficie il cui termine è previsto per il 24 marzo prossimo. Il via all'esercitazione è stato sancito attraverso una conferenza stampa indetta a bordo della fregata spagnola "Mendez Nunez" alla quale erano presenti il Commander Maritime Air NATO Commodore Andreas Vettos e, in rappresentanza della Marina Militare, il Comandante Marittimo Sicilia contrammiraglio Nicola de Felice.

  • 02:10 PROGETTO `FLOTTA VERDE` PER IL `FUTURO BLU`

    17/03/2017

    Il servizio che ci parla dell'impegno della Marina nel convertire in 'biofuel' la sua 'flotta'

  • 03:02 PRESENTATA ALLA STAMPA LA `SETTIMANA VELICA INTERNAZIONALE`

    13/03/2017

    Il panorama delle regate di rango nazionale e internazionale verrà arricchito, dal 22 aprile al 1° maggio a Livorno, da un evento importante: la Settimana velica internazionale Accademia Navale e Città di Livorno

  • 00:35 ADDESTRAMENTO ALLA FUORIUSCITA DA UN BATTELLO SINISTRATO PER I SOMMERGIBILISTI DELLA MARINA

    28/02/2017

    Venti sommergibilisti della Marina, dopo aver completato il tirocinio basico e acquisito le principali tecniche e procedure di fuoriuscita "a secco" presso la Scuola sommergibili della Marina di Taranto, si sono recati in Olanda per completare la formazione e apprendere le tecniche di addestramento "in pressione". Il corso appena concluso è il secondo dello stesso tipo condotto presso la Marina olandese e il primo offerto a una marina estera. Obiettivo raggiunto con successo per tutti i partecipanti che sono stati seguiti e coordinati, per l'intero periodo, da un team di ufficiali dello Stato Maggiore Marina e della Flottiglia Sommergibili di Taranto. Un accordo di cooperazione con la Marina olandese consente ai sommergibilisti italiani di addestrarsi in una struttura d'avanguardia recentemente realizzata presso l''Aquacentrum' di Den Helder, la torre per la fuoriuscita "Triton 12". La sicurezza dell'equipaggio di un sommergibile è una priorità assoluta, qualunque sia lo scenario operativo in cui si opera, motivo per cui un sommergibilista dedica buona parte del suo addestramento alla condotta del mezzo nelle massime condizioni di sicurezza. Uno degli scenari ipotizzabili per l'equipaggio di un sommergibile è proprio quello di dover abbandonare il mezzo per cause tecniche o, nella peggiore delle ipotesi, quando colpito il battello si trovi nella condizione di non poter più navigare e finisca posato sul fondo marino. È in questi casi che l'abbandono inevitabile del battello avviene attraverso la fuoriuscita dalla torretta, dopo aver indossato una tuta speciale di contenimento, tipo SEIE MK-11, la cui caratteristica è di essere a tutti gli effetti una zattera di salvataggio completamente integrata e monoposto.

  • 03:13 SCUOLA-LAVORO, I RAGAZZI DEL CONVITTO NAZIONALE A PALAZZO MARINA

    24/02/2017

    L'esperienza formativa appena conclusa fa parte della convenzione, firmata lo scorso ottobre tra il Convitto e la Marina Militare, che prevede la crescita formativa, culturale e professionale degli alunni del triennio dei licei che, in gruppi composti da un numero massimo di sei studenti e un tutor, saranno (sono stati) impegnati per un totale di 36 ore lavorative a persona presso le strutture della Marina Militare a Roma.

  • 02:21 ANTICO DIPINTO TORNA ALLA CURIA GRAZIE ALLA MARINA E AI BENI CULTURALI

    22/02/2017

    Presso la sala conferenze del Comando Marittimo Sicilia sono stati presentati i lavori che hanno riportato all'antico splendore - dopo cinque mesi di meticoloso restauro - il dipinto di autore ignoto del XVIII secolo raffigurante la Crocifissione di Cristo. L'opera dall'elevato valore artistico e storico, custodita presso MARISICILIA in seguito al terremoto del 1990, sarà nei prossimi giorni restituita alla Curia Vescovile e posizionata all'interno della chiesa di San Sebastiano di Augusta

  • 01:19 I PALOMBARI NEUTRALIZZANO 315 ORDIGNI ESPLOSIVI NELL’ISOLA DI CAPRERA

    09/02/2017

    ​I palombari del Gruppo Operativo Subacquei dislocati presso il Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) a La Maddalena, hanno recentemente condotto la ricerca e la neutralizzazione 315 ordigni esplosivi rinvenuti a Porto Palma (isola di Caprera). Le complesse operazioni, condotte a 45 metri di profondità, hanno permesso di identificare e recuperare 17 proiettili di grosso calibro, 76 di medio calibro e 93 di piccolo calibro, nonché 128 spolette e 4 cariche da lancio tutti risalenti all’ultimo conflitto mondiale. Terminata la rimozione dal fondo, gli ordigni sono stati portati a pochi metri dalla superficie dove sono stati fatti brillare.

  • 09:41 INCURSORI DI MARINA: CONSEGNATI 10 NUOVI BREVETTI A COMSUBIN

    26/01/2017

    A la Spezia, nella storica base del Varignano, sede del Raggruppamento Subacquei e Incursori “Teseo Tesei”, si è svolta la cerimonia di consegna del “basco verde” da incursore a 10 giovani marinai del 67° Corso ordinario incursori, iniziato circa un anno fa assieme ad altri 22 colleghi. Il duro percorso formativo ha visto anche la partecipazione di due sottocapi neo-brevettati, provenienti dall’arruolamento per Volontari in Ferma Prefissata di un anno – VFP1, che consente di accedere al corso propedeutico da incursore a soli due mesi dall’ingresso in Marina.

  • 03:13 LA REGIA MARINA E LA GRANDE GUERRA

    13/01/2017

    La suggestiva biblioteca storica di Palazzo Marina, risalente ai primi anni del Novecento, ha dato sapore ad un’atmosfera sopraffine dove proporre lo scorso 11 gennaio la proiezione di tre documentari storici nell’ambito delle celebrazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale. Un’attività d’impatto non solo visivo ma emotivo che ha stupito nella sua semplicità proiettando gli intervenuti, in un’epoca oramai lontana ma che racconta ancora oggi la quotidianità della Grande Guerra fatta di uomini e sacrifici, i cui temi sono ancora di attuale interesse. Un tuffo nel passato che rivive grazie ad una sapiente opera di ricerca, elaborazione e collaborazione tra l’Ufficio Storico della Marina Militare e la Radiotelevisione della Repubblica di San Marino, caratterizzato da particolari anche inediti sulle attività della Regia Marina. In questo bacino di emozioni, gli studiosi che hanno preso parte al progetto, hanno sapientemente ricostruito i tasselli di storia tutta italiana, negli anni in cui il connubio tra tecnologia, genio ed ardimento costituivano un’alchimistica e vincente miscela

  • 02:05 IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA PREMIATO CON LA `COLOMBA DELLA CIVILTÀ`

    15/12/2016

    ​Il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, ha ricevuto ieri la 'Colomba della Civiltà', opera dello scultore Benedetto Robazza e simbolo del premio ‘Le Ragioni della nuova politica’. La cerimonia si è svolta nella sala Vanvitelli dell’ex convento di Sant’Agostino (Roma) oggi sede dell’Avvocatura Generale dello Stato. Il riconoscimento è stato istituito nel 1996 dall’associazione culturale 'L’alba del terzo millennio' (presieduta da Sara Iannone), e viene consegnato annualmente "con l’intento di sollecitare e valorizzare quelle esperienze particolarmente significative nella testimonianza dei valori universali fondamentali per la crescita e lo sviluppo della società – ha detto la presidentessa - e in particolare a chi, con la propria vicenda umana e professionale, ha contribuito all’evoluzione e alle trasformazioni del nostro Paese, nell’economia, nella politica, nella cultura, nella medicina, nello sport, nell’arte, nella scienza, nell’ingegneria, nella religione e a chi opera nell’ambito della sicurezza del territorio. “Come gli equipaggi della Marina Militare – ha ricordato il Capo di Stato Maggiore della Marina nel condividere il premio con tutta la Forza Armata - uomini e donne che sono costantemente per mare, quel mare che unisce e che rappresenta il nostro futuro”.

  • 03:07 LA BANDA DELLA MARINA SI PREPARA AL CONCERTO DEL 14 NOVEMBRE

    10/11/2016

    La Banda della Marina accorda gli strumenti in vista del tradizionale appuntamento del concerto di Santa Barbara, in programma lunedì 14 novembre, all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Per quello che è considerato il più importante evento musicale della Marina, anche quest’anno dedicato alla raccolta fondi a favore della Fondazione Telethon con la vendita dei Cuori di cioccolato, il maestro della Banda, capitano di fregata Antonio Barbagallo, e il suo “equipaggio”, formato da 102 musicisti professionisti, hanno messo a punto un programma che abbraccia ogni genere musicale: dalla sinfonica alla originale per banda, alle arie con cantanti, dalle colonne sonore di film al rock. Come nelle due ultime edizioni, alla regia dell’evento Fabrizio Silvestri, mentre nel ruolo di presentatori, i volti ormai noti di tre giovani ufficiali: Edoardo Farina, Florinda Bruschi e Maila Venturi.

  • 01:33 CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE DEI GIOVANI TRA MARINA E CONVITTO NAZIONALE `V. EMANUELE II`

    28/10/2016

    Firmata oggi a Roma la convenzione che durerà tre anni tra la Marina Militare e il Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma. A siglare la collaborazione, presso la biblioteca di Palazzo Marina, il Capo dell’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione della Marina, contrammiraglio Fabio Agostini, e il rettore dell'Istituto, professore Paolo Maria Reale. Il percorso formativo di alternanza scuola – lavoro prevede la crescita formativa, culturale e professionale degli alunni del triennio dei licei che, in gruppi composti da un numero massimo di sei studenti e un tutor, saranno impegnati per un totale di 36 ore lavorative a persona presso le strutture della Marina Militare a Roma. In linea con le recenti normative didattiche, la Marina Militare punta a fornire percorsi formativi mirati, valorizzando le proprie competenze e accrescendo abilità e virtù in quelli che sono i settori d'interesse per i giovani. “Quello che è più importante è che con questa collaborazione, con questo senso comune, si riescano a trasmettere dei valori positivi” - ha spiegato così l’ammiraglio Agostini, che ha anche sottolineato quanto sia importante sensibilizzare tutti i giovani verso tematiche attinenti l’ambiente marino - “per diffondere soprattutto una cultura del mare in un Paese la cui economia è fortemente dipendente dall’ambiente marittimo”. “È una forte emozione essere qui oggi e rappresentare il Convitto Nazionale durante questa importante occasione, dopo aver vestito l’uniforme della Marina Militare quando ero ragazzo” ha aggiunto il Rettore, che ha poi concluso affermando che “la convenzione firmata oggi, conferma il fortissimo legame esistente tra il Convitto Nazionale e la Marina Militare ed è segno soprattutto di serietà, uno dei valori principi di questa Forza armata” Un’opportunità di arricchimento per la Marina e per il Convitto Nazionale, in un programma formativo creato ad hoc che darà ulteriore slancio agli studenti e alla Forza armata, da sempre impegnata in ambito sociale con i giovani, per la valorizzazione e la salvaguardia dell’ambiente marino.

  • 02:56 CONCLUSA L’ESERCITAZIONE ERMO 2016. SINERGIA, INTEROPERABILITÀ E CAPACITÀ ANFIBIA EUROPEA

    15/10/2016

    Si è conclusa l'esercitazione Ermerald Move 2016 che ha visto il dispiegamento di oltre 3000 uomini e donne, provenienti da 10 Paesi europei, nelle acque del mar Tirreno centrale e sui poligoni sardi di Capo Teulada. Un evento in cui dieci stati membri dell'European Amphibious Initiative hanno condiviso forze navali e anfibie, capacità di comando e controllo per esprimere una forza anfibia multinazionale europea, in grado di intervenire ovunque ve ne sia necessità, in sinergia e all'interno di operazioni sotto egida NATO o a guida dell'Unione Europea. Dal 3 al 14 ottobre, le marine di Italia, quest'anno Host Nation dell'evento, Francia, Olanda, Spagna, Turchia, Regno Unito, Portogallo, Belgio, Finlandia e Svezia hanno dato seguito, per la seconda volta, al progetto EAI per ricercare un'interoperabilità e capacità anfibia "expeditionary, certi che lavorando in stretto contatto, soprattutto in tempi di pace, si potrà contare in futuro su una forza multinazionale europea impiegabile ovunque necessario. Un forte segnale di volontà, efficienza e integrazione. Gli uomini e i mezzi messi in campo, per questa edizione coordinati dalla Marina Militare, sono stati impegnati a bordo delle unità navali e a terra nel poligono sardo di Teulada. L'Italia ha partecipato con nave Cavour, sede di comando e controllo della costituita forza anfibia, nave Carabiniere, il sommergibile Pietro Venuti, un'aliquota di circa 400 fucilieri della Brigata Marina San Marco e 71 lagunari del Reggimento Lagunari Serenissima di Venezia. La Francia con la LHD FS Mistral e 200 marines, l'Olanda con la LPD HNLMS Rottherdam e 117 marines, la Spagna con la LHD SPS Juan Carlos I, la FFG SPS Numancia e 400 marines, la Turchia con la LST Osmangazi e 80 marines, il Regno Unito con 28 marines, il Portogallo con 90 marines, il Belgio con 121 marines, Finlandia e Svezia con uomini di staff. Inoltre l'intenso periodo di addestramento è stato reso ancora più complesso da una componente aerea composta da 9 velivoli AV8B Plus (3 italiani e 6 spagnoli) e 16 elicotteri di vario tipo imbarcati sulle unità navali. Operazioni navali complesse, attacchi aerei sulla flotta, minaccia di sommergibile e sorveglianza e controllo sui mari circostanti sono stati i temi addestrativi che hanno coinvolto gli equipaggi in mare, mentre per le truppe a terra l'addestramento è stato reso ancora più interessante dalle condizioni metereologiche, poco favorevoli ma valore aggiunto nel compimento della missione assegnata, fatta di assalti anfibi dal mare, movimenti tattici sul terreno e neutralizzazione di tutte le insidie messe in campo dalle controparti, in linea con il tema addestrativo. Capacità "Expeditionary" della forza da sbarco dell'European Amphibious Initiative, interoperabilità delle diverse forze in campo, e allo stesso tempo capacità di sostenersi facendo leva sul supporto fornito dalle navi in mare, sono stati gli obiettivi principali dell'esercitazione di quest'anno che aggiunge un altro importante tassello al progetto strategico dell'EAI, che è quello di raggiungere una piena integrazione e operatività in grado di esprimere una forza anfibia europea entro il 2020.

  • 03:11 LA BANDA DELLA MARINA AL MUSEO ETRUSCO DI ROMA

    04/10/2016

    Si tratta dell'ultimo di quattro appuntamenti annuali di un progetto nato nel 2014 - realizzato in sinergia tra l'AGIMUS (Associazione Giovanile Musicale), il MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e la Marina

  • 01:59 MARINA MILITARE - PRESENTAZIONE CALENDARIO 2017 AL SALONE DI GENOVA

    23/09/2016

    “Un giorno lungo un anno” è il tema del calendario 2017 della Marina Militare. Un giorno di lavoro e di vita reale in mare, dall’alba alla sera, immortalato in dodici scatti di marinai e marinaie. “Un modo per rappresentare lo spirito di squadra e il concetto di famiglia” ha detto il Capitano di vascello Luca Anconelli, capo ufficio immagine e promozione della Marina alla presentazione al Salone di Genova, alla quale hanno assistito Linda Cerruti, Elisa Bozzo e Costanza Ferro, tre atlete della squadra della Marina e della Nazionale di nuoto sincronizzato reduci dalle Olimpiadi di Rio. Il calendario 2017 della Marina, i cui proventi anche quest'anno saranno destinati alla ricerca Telethon, ritrae istantanee di momenti di vita reale e di professionalità dei suoi equipaggi: dodici immagini inedite, scattate durante quella che potrebbe essere una giornata tipo di lavoro su navi, sommergibili, aerei, elicotteri e nelle basi. Si va dal rifornimento in mare delle navi della flotta verde al lavoro in sala macchine, dalla vita nei sommergibili all’incontro tra tecnologia e tradizione rappresentate dalla portaerei Cavour e dalla nave scuola Vespucci, la nave più bella del mondo che chiude il calendario ritratta al calare della sera avvolta dal tricolore per simboleggiare l’appartenenza ad un’Italia che ama la Marina. Sarà possibile acquistare il calendario 2017 presso lo Stand della Marina presente al Salone Nautico o tramite la Home Page del sito Internet della Forza Armata www.marina.difesa.it

  • 02:18 SLIDESHOW NAVE CARABINIERE

    01/08/2016

    Presentazione di alcune fotografie di nave Carabiniere, dal varo alle prime attività svolte.

  • 01:56 CIBO MULTICULTURALE CIRCOLO UFFICIALI 3M

    13/07/2016

  • 03:16 NAVE AMERIGO VESPUCCI A LIVORNO, INIZIA LA CAMPAGNA ACCADEMIA NAVALE

    08/07/2016

  • 03:20 CLOSEYE, TECNOLOGIE SPAZIALI PER IL CONTROLLO DEL MEDITERRANEO

    07/07/2016

    E’ stato presentato martedì 28 giugno presso la sede dell’agenzia spaziale italiana (ASI) a Roma il progetto ”Closeye” che vede la Marina Militare collaborare con l’ASI e diversi partner del mondo dell’industria e delle tecnologie avanzate. Il progetto prevede lo stanziamento di sistemi satellitari in punti geostrategici , anche a bordo delle unità navali. Uno dei quattro terminali si trova attualmente su nave Spica; lo strumento riesce ad acquisire immagini ad alta risoluzione e trasmettere i dati in tempi brevissimi, identificando le diverse tipologie di imbarcazioni presenti in mare. Lo scopo è quello di ridurre considerevolmente i tempi di intervento per quanto riguarda le emergenze migratorie e il traffico illecito, il satellite infatti ha capacità di riconoscimento anche per imbarcazioni molto piccole. Nel corso della presentazione è stato dimostrato un collegamento ad alta qualità d’immagine attraverso una videoconferenza con il Comando in Capo della Squadra e Nave Spica. Al convegno hanno partecipato l’Ammiraglio Ispettore Capo per la progettazione e sistemi operativi Osvaldo Brogi, il Comandante del reparto C4S dello Stato Maggiore Marina, Contrammiraglio Giovanbattista Raimondi.

  • 04:46 CERIMONIA DI AVVICENDAMENTO AL VERTICE DELLA MARINA MILITARE

    05/07/2016

  • 02:59 MARINA MILITARE - NAVE AMERIGO VESPUCCI SOSTA A NAPOLI

    04/07/2016

  • 03:20 RECUPERO RELITTO AFFONDATO IL 18.04.2015

    30/06/2016

    La descrizione delle delicate operazioni di recupero

  • 00:48 MARINA MILITARE - MESTIERI DI BORDO: IL NOCCHIERE

    28/06/2016

  • 02:51 MARINA MILITARE - NAVE AMERIGO VESPUCCI SOSTA A LA SPEZIA

    27/06/2016

  • 04:37 MARINA MILITARE - MARISICILIA CUP

    24/06/2016

  • 03:15 MARINA MILITARE - CERIMONIA DI CONSEGNA ABILITAZIONE SOMMERGIBILI AI VFP1

    24/06/2016

    svoltasi a Taranto alla presenza del Comandante dei Sommergibili Amm. Dario GIACOMIN

  • 02:19 GIORNATA SU “INTERESSI MARITTIMI NAZIONALI ED IL NUOVO STRUMENTO NAVALE`

    20/06/2016

    Si è svolta oggi pomeriggio, presso la biblioteca storica di Palazzo Marina a Roma, nell’ambito dell’incontro dal titolo “Interessi marittimi nazionali ed il nuovo strumento navale” la presentazione del numero speciale di “X-trà” della rivista Rivista Italiana Difesa RID.

  • 02:10 MARINA MILITARE - NAVE AMERIGO VESPUCCI SOSTA A GENOVA

    17/06/2016

  • 03:00 NAVE AMERIGO VESPUCCI - SOSTA A TRAPANI

    08/06/2016

    Nave Amerigo Vespucci - sosta a Trapani

  • 03:14 MARINA MILITARE - NAVE AMERIGO VESPUCCI SOSTA A MESSINA

    06/06/2016

    Il diario della sosta a Messina del veliero della Marina Militare

  • 01:50 L`AMERIGO VESPUCCI E LA SOSTA DI DUBROVNICK

    30/05/2016

  • 02:32 L`AMERIGO VESPUCCI E LA SOSTA DI VENEZIA

    30/05/2016

  • 03:56 SEA FUTURE & MARITIME TECHNOLOGIES 2016

    30/05/2016

  • 02:00 PRESENTAZIONE ATLETI OLIMPICI TIRO A VOLO RIO 2016 MS

    26/05/2016

    Roma 24 maggio 2016:

  • 02:53 IL VESPUCCI NEL PORTO DI ANCONA

    24/05/2016

    Webnews sulla sosta di nave Vespucci nella città di Ancona

  • 03:18 L`AMERIGO VESPUCCI E LA CITTÀ DI TRIESTE

    16/05/2016

    Lasciata alle spalle la sosta di Bari, la Nave scuola Amerigo Vespucci ha proseguito la navigazione verso il porto di Trieste, terza tappa della Campagna per il suo 85° anno dal varo. Dopo tre giorni di addestramento in navigazione, l’unità ha ormeggiato presso il 'Molo dei Bersaglieri', nella stazione marittima della città di Trieste. Sono stati numerosi gli eventi che hanno coinvolto il veliero durante l’intera sosta in porto, partendo dalla conferenza stampa di presentazione per finire alle 'attività duali' che la Marina Militare svolge quotidianamente a beneficio della collettività. È stato inoltre presentato il manifesto della 48^ edizione della Barcolana, evento unico nel panorama velico internazionale. Erano presenti il Presidente della Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. Il seminario 'Ecologia Blu', organizzato a bordo di nave Vespucci dal WWF Italia, O.G.S. (Istituto Nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale) Universita' degli Studi di Trieste, A.R.P.A., Regione Friuli Venezia Giulia, è stato un momento importante per tracciare un punto di situazione sullo stato di salute dei mari italiani, della Riserva Marina di Miramare e più in generale sulla bellezza del Golfo di Trieste. Grande affluenza e coinvolgimento di pubblico, durante la presentazione del libro 'Nazario Sauro - storia di un marinaio', a cura dell’ammiraglio Romano Sauro, autore del libro, coadiuvato dal capitano di fregata Marco Sciarretta, dell’Ufficio Storico della Marina Militare. Anche una visita a borodo In visita a bordo di Nave Vespucci si è avuta la visita S. Em. Rev. il Cardinale Peter Kodwo Appiah TURKSON, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, impegnato a Trieste nell'ambito della Campagna di prevenzione del cancro alla cervice uterina promossa dall'Unicef Italia e dall'Associazione "Vitale Onlus" in partnership con diverse Istituzioni. Il Cardinale TURKSON, dopo lo scambio di saluto con il Comandante di Nave Vespucci C.V. Curzio PACIFICI, ha voluto benedire l'Unità, rivolgendo, durante il discorso, parole di profondo affetto nei confronti di tutti i militari presenti. Oltre 12.000 visitatori hanno atteso con trepidazione di poter salire a bordo dell’Unità, accompagnati da varie esibizioni da parte dell’Associazione “cani da salvataggio”. Conclusa la tappa triestina, Nave Scuola Amerigo Vespucci riprende il largo per dirigere a Venezia, dove giungerà domattina 17 maggio.

  • 02:30 PRIMO SEMINARIO LOGISTICO MARICOMLOG

    13/05/2016

    Il 9 e 10 maggio si è svolto il primo seminario logistico per parlare di nuova logistica navale, per un sostegno efficace e sostenibile

  • 03:14 #VESPUCCI85: IL VELIERO DELLA MARINA MILITARE SOSTA A BARI

    11/05/2016

    Servizio sulla sosta a Bari dell'Amerigo Vespucci in occasione della Campagna Navale del suo 85° anno.

  • 02:30 MARINA MILITARE - IL VESPUCCI IN SOSTA A CAGLIARI PER LA CAMPAGNA ADDESTRATIVA

    04/05/2016

  • 02:07 MARINA MILITARE - PARTE DA LA SPEZIA LA CAMPAGNA DEL #VESPUCCI85

    04/05/2016

  • 02:22 OPEN DAY PER NAVE VESPUCCI A LA SPEZIA

    03/05/2016

  • 02:10 UN CACCIAMINE DELLA MARINA ALLA RISCOPERTA DEL CACCIATORPEDINIERE GIOBERTI

    14/04/2016

    Il 7 aprile il cacciamine Gaeta della Marina Militare ha effettuato una ricerca subacquea sul relitto del cacciatorpediniere Vincenzo Gioberti, affondato durante la Seconda guerra mondiale

  • 01:34 SAVONA, ESPLOSIVI SU RELITTI. I PALOMBARI DELLA MARINA MILITARE LI NEUTRALIZZANO

    04/04/2016

    A distanza di 72 anni dall'affondamento da motosiluranti inglesi, sono stati recentemente scoperti due relitti di motozattere tedesche tipo MZ. I relitti si trovano a 50 metri di profondità a circa 1 miglio dal porto di Savona. Al loro interno sono stati rinvenuti dei manufatti che potevano essere ricondotti a proiettili di medio calibro.

  • 01:27 EARTH HOUR MARZO 2016

    24/03/2016

    Earth Hour 2016. Il 19 marzo alle 20.30 la Marina Militare ha spento le luci artificiali per un'ora. Per il secondo anno consecutivo, la Marina Militare ha aderito all'evento globale, promosso dal WWF, contro i cambiamenti climatici

  • 02:20 ALLA MARINA IL RICONOSCIMENTO `TUTTI PER UN CUORE UN CUORE PER TUTTI`

    29/01/2016

    Un riconoscimento alla Marina Militare per il suo impegno per la salvaguardia della vita in mare arriva dalla Onlus “Tutti per un cuore un cuore per tutti”. La cerimonia di consegna nel corso del Gran Gala della solidarietà svoltosi nella sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica al quale hanno preso parte autorità e vip del mondo dello spettacolo. La targa è stata consegnata nelle mani del Capo di stato maggiore della forza armata, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, dal dottor Ivo Pulcini, presidente della stessa associazione che si occupa della raccolta fondi in favore dei bambini cardiopatici. A impreziosire il lavoro svolto quotidianamente dagli uomini e donne della Marina, un reportage che la giornalista Tiziana Bianchi ha realizzato a bordo della fregata Bergamini e del pattugliatore Cigala Fulgosi, unità impegnate nell’operazione Mare Sicuro, e che ha voluto dedicare a quelli che lei stessa ha chiamato “eroi silenziosi, eroi ogni giorno".

  • 03:02 ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA MARINA E UNIVERSITÀ DI BARI

    29/01/2016

    L'accordo di collaborazione siglato ieri mattina, presso la Sala Senato dell’Università "Aldo Moro" di Bari, tra la Marina Militare e l'Università del capoluogo pugliese prevede, tra i suoi obiettivi principali, lo sviluppo di attività di ricerca nell'ambito di progetti per la sicurezza e la difesa, l'organizzazione di master e la divulgazione della cultura del mare.

  • 00:19 NAVE ALISEO SOCCORRE IL PESCHERECCIO TUNISINO DISPERSO

    22/01/2016

    ​Ieri sera nave Aliseo della Marina Militare, inserita nel dispositivo aereonavale Mare Sicuro per la sicurezza delle acque del Mediterraneo centrale, ha soccorso il peschereccio Al Fath, di cui il governo tunisino non aveva notizia da circa dieci giorni. Il peschereccio, localizzato a circa cento miglia a sud est di Lampedusa, aveva il motore in avaria ed è rimasto alla deriva in condizioni del mare avverse. I sei membri dell’equipaggio tunisino, trovati in buono stato di salute, sono stati assistiti e rifocillati. Nave Aliseo ha supportato l’imbarcazione in avaria fino all’arrivo delle autorità tunisine.

  • 00:29 RECUPERO DI PASSEGGERO DELLA NORMAN ATLANTIC

    07/01/2016

    Una fase del recupero con gli elicotteri della Marina Militare delle persone imbarcate sulla Norman Atlantic

  • 00:56 BUON 2016 DALLA MARINA MILITARE

    31/12/2015

  • 25:08 VARO LUIGI RIZZO

    21/12/2015

    Testo da inserire

  • 04:50 MARATONA TELETHON 2015

    11/12/2015

    Dal 14 al 20 dicembre torna la maratona Telethon. La Marina Militare partecipa anche quest'anno alla gara di solidarieta' per la ricerca contro le malattie rare.

  • 01:56 LA MARINA CELEBRA SANTA BARBARA

    09/12/2015

    Alla Messa solenne personale in servizio e in congedo, Vigili del Fuoco, militari delle armi di Artiglieria e del Genio dell'Esercito che insieme ai minatori condividono la patrona con la Marina

  • 09:29 MARINA MILITARE - GIURAMENTO ALLIEVI ACCADEMIA NAVALE: DISCORSO DELL`AMMIRAGLIO DE GIORGI

    07/12/2015

    Sabato scorso 118 allievi della prima classe hanno giurato fedeltà alla Patria, nel piazzale dell'Accademia Navale di Livorno, alla presenza del Sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi. “Noi non vorremmo morire un giorno accanto a un uomo che pur vestendo i nostri colori non ci crede appieno” la conclusione del discorso dell'ammiraglio De Giorgi incentrato sul futuro degli allievi che saranno un giorno “Comandanti che non dovranno mai rifuggire dalle responsabilità della nave e degli uomini che comanderanno”. Il generale Graziano ha portato il saluto “di tutte le Forze Armate a cui voi oggi vi unite, colleghi con cui potreste un giorno ritrovarvi a lavorare insieme lontani da casa” in un discorso che ha ricordato l'importanza degli Istituti di formazione come l'Accademia Navale per formare i militari che saranno impegnati in questi tempi di “tensioni laceranti tra le nazioni”. Il saluto dell'onorevole Alfano ha ricordato come lo strumento militare debba essere bilanciato e di come il “Libro Bianco della Difesa punti alla formazione degli uomini e delle donne delle Forze Armate perché siano sempre all'altezza del compito che presto si troveranno a svolgere”. Presente alla fonda di fronte all'Accademia anche nave Maestrale, salutata in ogni discorso come una gloriosa unità all'ultima tappa prima della dismissione con la cerimonia dell'ultimo ammaina bandiera previsto per il 15 dicembre a La Spezia: “Gloriosa e all'epoca innovativa e rivoluzionaria come lo saranno adesso i pattugliatori polivalenti d'altura, la rifornitrice e la nuova nave anfibia appartenenti alla prima tranche di finanziamenti per il rinnovo della flotta” le parole dell'ammiraglio De Giorgi.

  • 02:35 GLI UOMINI DEL COMSUBIN CHIUDONO GLI ACCESSI AL RELITTO DELLA LAURA C

    27/11/2015

    L’incessante attenzione e azione di prevenzione dello Stato a protezione dei cittadini e del territorio reggino: interdetti gli accessi al relitto della “Laura C”. Le operazioni coordinate della Prefettura, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, sono state attuate dai Palombari del Gruppo Operativo Subacquei della Marina Militare Il Prefetto, Claudio Sammartino, al termine di una Riunione Tecnica di Coordinamento con le Forze di Polizia, ha incontrato presso questo Palazzo del Governo i giornalisti, unitamente al Procuratore della Repubblica, titolare della locale Direzione Distrettuale Antimafia, Federico Cafiero de Raho, al Comandante del Comando Marittimo Sud, Ammiraglio Eduardo Serra e al Capitano di Corvetta Terry Trevisan per illustrare le operazioni effettuate sulla nave mercantile “Laura C.” affondata durante il secondo conflitto mondiale al largo delle coste di Montebello jonico, località Saline Ioniche, con un carico di esplosivo. All’incontro erano presenti il Questore, il Direttore Marittimo della Calabria e della Basilicata Tirrenica e i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. La motonave “Laura Cosulich”, detta “Laura C.”, venne silurata il 3 luglio del 1941 dal sommergibile inglese “Upholder” nelle acque antistanti Saline Ioniche mentre era diretta in Africa per rifornire le truppe italiane. La problematica connessa alla permanenza di ingenti quantitativi di tritolo è stata affrontata nel corso di apposite riunioni di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e, da ultimo, anche presso il Ministero dell’Interno, dove è stata ulteriormente ribadita la necessità di attuare, in tempi rapidi, ogni iniziativa volta al completamento delle operazioni di messa in sicurezza del Mercantile “Laura C.”. Con il coordinamento della Prefettura e d’intesa con il Procuratore della Repubblica, i Palombari della Marina Militare nei decorsi mesi di settembre e ottobre sono stati impegnati nella complessa operazione subacquea, alla profondità di oltre 50 metri, rimuovendo il materiale esplosivo ancora accessibile e mettendo in sicurezza l’accesso alle stive del relitto “Laura C”. Il Prefetto ha evidenziato come l’intervento effettuato sia il risultato di una perfetta intesa operativa tra gli Organi dello Stato e testimonianza dell’incessante attività di prevenzione e contrasto svolta ai diversi livelli istituzionali a protezione dei cittadini e del territorio reggino: collaborazione e cooperazione hanno connotato anche quest’ultima operazione. Compiacimento è stato, altresì, espresso dal Procuratore della Repubblica: viene definitivamente chiuso un potenziale “market” della ‘ndrangheta che anche nel recente passato ha attinto dalle stive della “Laura C.”, come dimostrano alcune operazioni di Polizia Giudiziaria. Il Prefetto, nel ribadire l’importanza del risultato raggiunto, ha assicurato che l’attenzione sull’obiettivo è alta e che permangono nella zona l’interdizione all’immersione e un’attività di vigilanza e pattugliamento dello specchio acqueo, con il supporto della Guardia Costiera.

  • 19:36 CONCERTO BANDA DELLA MARINA 5 DI 6

    25/11/2015

  • 19:36 CONCERTO BANDA DELLA MARINA 4 DI 6

    25/11/2015

  • 21:20 CONCERTO BANDA DELLA MARINA 3 DI 6

    25/11/2015

  • 21:23 CONCERTO BANDA DELLA MARINA 1 DI 6

    25/11/2015

  • 21:23 CONCERTO BANDA DELLA MARINA 2 DI 6

    25/11/2015

  • 01:25 FLASH MOB ANCONA

    16/11/2015

    Flash Mob Ancona

  • 01:22 NAVE MAESTRALE IN SOSTA AD ANCONA

    13/11/2015

    Attività svolte con gli istituti scolastici locali, come la visita guidata della nave, le conferenze sulla Grande Guerra e l’orientamento post-liceo per un futuro in Marina.

  • 03:47 SPECIALE 10° SIMPOSIO DELLE MARINE MILITARI DEL MEDITERRANEO E DEL MAR NERO

    02/11/2015

    La Marina Militare Italiana ospita dal 1996 il Simposio di Venezia, diventato oramai un vero e proprio forum marittimo internazionale consolidato. Al 10° simposio delle marine militari del Mediterraneo e del Mar Nero, svoltosi dal 21 al 23 ottobre 2015 nella Sala Squadratori dell'Arsenale di Venezia, recentemente inaugurato dopo il recente restauro in collaborazione con la Sovrintendenza belle arti e paesaggio per Venezia e laguna. Al 10° Simposio hanno partecipato i rappresentanti delle marine militari di 38 Paesi e 7 organizzazioni mondiali. I principali temi trattati durante il meeting internazionale sono stati la sicurezza marittima, i cambiamenti climatici e la cooperazione tra le marine nel segno della flessibilità e sinergia reciproca. Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi durante il suo intervento ha sottolineato che la forza armata deve svolgere un ruolo fondamentale, avvalendosi di una linea di cooperazione internazionale tra le marine come moltiplicatore di forze. Sono stati inoltre firmati accordi bilaterali tra i paesi partecipanti, in particolare la Nigeria, che ha sottoscritto la richiesta di ingresso nella comunità del Trans Regional Maritime Network (T-RMN). Nel suo intervento di saluto al Simposio il ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti, ha ricordato a tutti lo spirito di squadra, che caratterizza gli equipaggi della Marina Militare italiana e delle Marine Militari di tutto il mondo, quale caratteristica di esempio per tutti: “dello spirito di squadra - ha detto il ministro - ogni Paese ha bisogno e ne ha bisogno anche la comunità internazionale per affrontare i rischi che ha di fronte”.

  • 01:39 LASCIATA ORTONA NAVE MAESTRALE ORMEGGIA A TRIESTE PER LA SUA ULTIMA #CAMPAGNANAVALE

    02/11/2015

    Dopo la sosta in porto, sabato 31 ottobre, con l’uscita in mare per gli studenti, i soci dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia e della Lega Navale di Ortona e Pescara, nave Maestrale ha salutato per l’ultima volta Ortona e l’Abruzzo. Il giorno dopo la nave ha ormeggiato a Trieste, dove rimarrà fino al 5 novembre per incontrare la popolazione e supportare la ricerca scientifica. La sosta a Ortona è stata ricca di appuntamenti, come il convegno sulla macro regione Adriatico-Ionica, con l’intervento dei presidenti della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, regione Marche Luca Ceriscioli e della regione di Dubrovnik-Rageseo-Narentana, Nikola Dobrislavic. Tantissimi gli incontri con studenti di tutte le età e i cittadini durante le visite a bordo. Durante la sosta a Trieste la nave sarà tutti i giorni aperta alla popolazione. Sarà possibile visitarla, assistere a conferenze e presentazioni ma anche conoscere l’offerta editoriale della Marina. La campagna del Maestrale è anche un impegno per il sociale e la raccolta fondi di beneficenza. A bordo, infatti, i visitatori potranno acquistare il Cuore di Cioccolato di Telethon.

  • 22:19 CAMBIO AL VERTICE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO - INTERVENTO AMMIRAGLIO MELONE

    30/10/2015

    Giovedì 29 ottobre alle ore 1100 a Fiumicino, presso la sede della Guardia Costiera, ha avuto luogo la cerimonia per il passaggio di consegne del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, onorevole Graziano Delrio e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. L’ammiraglio ispettore capo Felicio Angrisano, dopo due anni e mezzo alla guida del Corpo, lascia l’incarico all’ammiraglio ispettore Vincenzo Melone.

  • 17:38 CAMBIO AL VERTICE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO - INTERVENTO DEL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA AMMIRAGLIO GIUSEPPE DE GIORGI

    30/10/2015

    Giovedì 29 ottobre alle ore 1100 a Fiumicino, presso la sede della Guardia Costiera, ha avuto luogo la cerimonia per il passaggio di consegne del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, onorevole Graziano Delrio e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. L’ammiraglio ispettore capo Felicio Angrisano, dopo due anni e mezzo alla guida del Corpo, lascia l’incarico all’ammiraglio ispettore Vincenzo Melone.

  • 13:13 CAMBIO AL VERTICE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO - INTERVENTO AMMIRAGLIO ANGRISANO

    30/10/2015

    Giovedì 29 ottobre alle ore 1100 a Fiumicino, presso la sede della Guardia Costiera, ha avuto luogo la cerimonia per il passaggio di consegne del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, onorevole Graziano Delrio e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. L’ammiraglio ispettore capo Felicio Angrisano, dopo due anni e mezzo alla guida del Corpo, lascia l’incarico all’ammiraglio ispettore Vincenzo Melone.

  • 01:44 MARINA MILITARE - LA FREGATA MAESTRALE NELLA SUA ULTIMA CAMPAGNA NAVALE

    28/10/2015

    Ultima navigazione per nave Maestrale, prima di far rientro a La Spezia e cessare definitivamente la sua vita operativa. L’unità, dopo trentatré anni al servizio del Paese, si sta preparando per ritornare alla base. Toccherà per l’ultima volta alcune città per salutare gli italiani che potranno visitarla, effettuare uscite in mare, prendere parte a mostre itineranti e partecipare a eventi culturali e di beneficenza che saranno organizzati a bordo. Nave Maestrale è stata la prima unità dell’omonima classe di otto navi gemelle, la cosiddetta classe Venti composta dalle navi Maestrale, Grecale, Libeccio, Scirocco, Aliseo, Euro, Espero e Zeffiro. Si tratta di navi che hanno rappresentato la vera spina dorsale della Squadra Navale, partecipando con successo a numerose operazioni, a tutela degli interessi nazionali nei mari del mondo. Più di trent’anni fa la costruzione e l’entrata in servizio di queste unità rappresentò il rilancio operativo della flotta della Marina Militare e testimoniò al mondo l’eccellenza della cantieristica italiana. La fregata Maestrale sarà la sesta unità, in pochi mesi, a essere dismessa, alimentando inesorabilmente il processo di forzato ridimensionamento del numero di navi della Marina.

  • 04:16 A MESSINA LA PRIMA EDIZIONE DELLA FESTA DELLA MARINERIA

    26/10/2015

    Diffondere la cultura del mare e mettere in risalto le tradizioni marinare della città, coinvolgendo il cluster marittimo della costa orientale della Sicilia. Questo l'obiettivo della I Festa della Marineria, organizzata da MARISICILIA dal 7 all'11 ottobre a Messina. Al centro dell'iniziativa le regate veliche nelle acque dello Stretto, grazie al supporto dei circoli nautici di Messina e Milazzo, della FIV e delle sezioni veliche della Marina di Augusta e Messina. L'imbarcazione Kika si è aggiudicata la classe Overall dopo un testa a testa con il Sagittario, guidato dall'equipaggio di MARISICILIA. Nelle cinque giornate di apertura al pubblico della base navale si è registrata la presenza di quasi 12 mila persone di ogni età, arrivate da Sicilia e Calabria per le uscite didattiche in mare con le unità a vela e le visite guidate alle navi a vela storiche della Marina (Orsa Maggiore, Caroly e Corsaro II), alle navi di COMFORPAT e al Palinuro, al Forte San Salvatore e alle preziose opere del Montorsoli. Molto apprezzati anche gli eventi a contorno della manifestazione, soprattutto le attività dimostrative di palombari e subacquei e le esibizioni della Fanfara di MARINA SUD nella base e presso l'aula magna dell'ateneo cittadino in occasione della lectio magistralis del Comandante Marittimo a facoltà riunite.

  • 02:32 VENEZIA, SI APRE IL DECIMO SIMPOSIO DELLE MARINE

    21/10/2015

    É in programma fino a venerdì 23 ottobre a Venezia il 10 simposio delle marine militari del mediterraneo e del mar nero. Al forum marittimo e internazionale che si tiene con cadenza biennale sempre nella città lagunare, verranno trattati temi inerenti la sicurezza dei mari nell'area del mediterraneo allargato. Un evento internazionale, il simposio di Venezia, che vedrà la partecipazione di circa cinquanta tra marine estere e organizzazioni. Sede del forum sarà la storica sala Squadratori , all'interno dell'arsenale, la più grande sala d'Europa senza colonne, restaurata dalla Marina, in collaborazione con la sovrintendenza belle arti e paesaggio per Venezia e laguna. Il decimo simposio regionale per le marine dei paesi del mediterraneo e del mar nero sarà celebrato con un francobollo commemorativo da 95 centesimi che riproduce il famoso quadro del Canaletto "il ponte dell'arsenale" con in alto a destra lo stemma della Marina. La tre giorni veneziana sarà arricchita dalle esibizioni del plotone di alta rappresentanza del reggimento San Marco e dalla banda musicale Marina militare nella suggestiva piazza San Marco. Sarà anche possibile visitare la nave scuola a vela Palinuro, ormeggiata in riva San Biasio.

  • 03:35 NAVE CARABINIERE SI PREPARA PER LA PRIMA MISSIONE

    14/10/2015

    A bordo il Capo di Stato Maggiore della #MarinaMilitare amm. Giuseppe De Giorgi e il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette...buona visione

  • 03:47 BAGNO DI FOLLA A TARANTO PER L`ULTIMO AMMAINA BANDIERA DI NAVE GRANATIERE

    02/10/2015

    A poco meno di una settimana dall’ultimo ammaina bandiera dei cacciamine Lerici e Sapri, svoltosi a La Spezia, la Marina Militare ha “congedato”, stamattina a Taranto con una cerimonia solenne, un’altra unità, il pattugliatore di squadra Granatiere che, dopo trent’anni di attività, viene così cancellato dai ruoli del naviglio militare. Un atto che rientra nel processo di ridimensionamento delle navi della Squadra Navale della Forza Armata. L’uscita di scena del Granatiere - che dopo la deposizione della bandiera di combattimento ha attraversato per l’ultima volta, con a bordo il suo equipaggio e scortata da Nave Euro, il ponte girevole di Taranto, da Mar Grande a Mar Piccolo, salutata melanconicamente da un bagno di folla - è stata l’occasione per il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, per aprire una finestra sul futuro e sui programmi di rinnovo: “Questa nave gloriosamente esce di scena e sarà seguita nei prossimi due anni dal Maestrale, dall'Aviere, dal Danaide, dall'Urania, dal Fenice, dallo Sfinge, dal Driade, dal Chimera, dall'Espero”, ha detto nel suo intervento alla cerimonia, sottolineando al contempo che “Governo e Parlamento hanno voluto procedere con urgenza ad un provvedimento per avviare il rinnovamento della flotta con il programma della cosiddetta Legge Navale.

  • 01:20 PRESENTAZIONE DEL LIBRO `IL GIORNALE DI CHIESUOLA DELL`AMMIRAGLIO, RICORDI E DIARIO DI UN RAGAZZO DI CAMPAGNA`

    25/09/2015

    Martedì scorso (22 settembre) è stato presentato al circolo ufficiali della Marina Militare di Roma, il libro dal titolo 'Il giornale di chiesuola dell'Ammiraglio, ricordi e diario di un ragazzo di campagna' scritto dall'ammiraglio Guido Venturoni. Per coloro che non hanno familiarità con i termini 'marinareschi', il giornale di chiesuola è il registro sul quale l'ufficiale di guardia, o il comandante quando assume direttamente la direzione della nave, annota tutti gli elementi relativi alla navigazione (rotta, velocità, manovre, stato del tempo, avvistamenti) e all'andamento di bordo (imbarchi, sbarchi ecc.). Usando questo parallelismo l'ammiraglio Venturoni ha dato voce ai suoi ricordi, raccogliendo veri e propri documenti di vita dei suoi 50 anni di Marina al servizio del Paese. Il libro é una raccolta di annotazioni e ricordi ripresi direttamente dalle agende personali dell'ammiraglio, che raccontano dei suoi trascorsi e delle sue esperienze, sia a bordo delle navi che a terra, che "non potevano rimanere conservate dentro scatoloni, ma portate alla luce come veri e propri documenti di vita". Lasciato il servizio attivo dopo 50 anni di servizio effettivo, l'ammiraglio Guido Venturoni ha ricoperto la carica di Capo di Stato Maggiore della Marina Militare dal febbraio 1992 al dicembre 1993, per poi passare al rango di Capo di Stato Maggiore della Difesa dal gennaio 1994 al febbraio 1999 e successivamente assumere la carica di presidente del comitato militare della NATO.

  • 02:45 ADDESTRAMENTO DI ECCELLENZA PER LA BRIGATA MARINA SAN MARCO

    21/09/2015

    Il poligono di addestramento di Torre Veneri (LE), è stato teatro di un’esercitazione a caldo svolta dai reparti della Brigata Marina San Marco. L’iter di preparazione e formazione del fuciliere di Marina prevede infatti lo svolgimento assiduo di prove ed esercitazioni che fanno di questi reparti una delle eccellenze della forza armata. Il comandante della Brigata Marina San Marco, contrammiraglio Rosario Walter Guerrisi ha infatti sottolineato che “l’addestramento è fondamentale perché amalgama insieme le diverse componenti di terra, di mare e aeree” ottenendo coesione e sinergia. L’intera attività si è svolta “nel pieno della sicurezza prevista per gli operatori con movimento di squadre che vanno a protezione delle altre squadre supportandole a caldo tramite l’utilizzo di colpi reali”, come ha spiegato durante la prima fase dell’esercitazione il comandante del 1°Reggimento San Marco, capitano di vascello Massimiliano Grazioso. A completare l’addestramento c’è stato anche il recupero di un ferito e, come afferma il comandante di Maristaer Grottaglie, capitano di vascello Placido Torresi:“È in questi casi che il mezzo aereo diventa l’unico mezzo indispensabile per salvare la vita dei nostri militari in teatri reali”. Ad assistere all’esercitazione il Capo di Stato Maggiore, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi che ha salutato le truppe con un BZ (bravo zulu), che in gergo militare significa ben fatto. Dinamismo, precisione, spirito di squadra, addestramento sono le qualità che fanno dei fucilieri della Brigata Marina San Marco dei veri professionisti “per mare e per terram”.

  • 04:07 150 ANNI DI STORIA PER IL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO

    24/07/2015

    Auguri alla Capitaneria di Porto che lo scorso 20 luglio ha compiuto 150 anni. Un secolo e mezzo di vita, di tradizioni, di cultura e, in particolare, di professionalità nel garantire la sicurezza della navigazione e del trasporto marittimo, la gestione e il controllo attraverso il rispetto normativo delle attività sul mare e portuali, la tutela dell’ecosistema marino, il controllo sulla filiera della pesca e la salvaguardia della vita umana in mare. Il Corpo delle Capitanerie di Porto, che fu fondato nel 1865 con il decreto istitutivo firmato a Firenze da Vittorio Emanuele II, rappresenta oggi - per il suo Comandante Generale, ammiraglio Felicio Angrisano - “Un modello di efficienza, economicità e qualità in termini di servizi resi ai cittadini”. Per festeggiare la ricorrenza si è svolta, presso il Forte Michelangelo nel Porto di Civitavecchia, una cerimonia alla quale ha presenziato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio, il quale ha sottolineato come: “Per attuare la cosiddetta ‘funzione marittima’ dello Stato, intesa come capacità di tutelare gli interessi della collettività legati agli usi civili e produttivi della vita marittima e portuale del Paese, sia necessaria una Pubblica Amministrazione in grado di offrire risposte concrete e che sappia trasmettere al cittadino un’immagine trasparente, flessibile ed equilibrata”. Le Capitanerie di Porto sono sempre state un Corpo specialistico della Marina Militare, questo è ciò che risalta dalle parole del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi : “Le Capitanerie di Porto sono uno dei pilastri fondamentali della nostra Forza Armata e della capacità marittima nazionale e quindi, quando sento parlare qualcuno che teme che la Marina Militare possa mangiare le Capitanerie di Porto, possa divorarle, mi sembra di sentire come esempio quello di un genitore che possa mangiare il figlio. In questa ricorrenza voglio affermare che la Marina, per prima, intende salvaguardare le Capitanerie di Porto. Noi per primi vi consideriamo fratelli marinai. Abbiate fiducia nella nostra Forza Armata”. 150 anni di un’istituzione, concepita all’indomani dell’unità d’Italia, che recava, già allora, le prospettive moderne e di sviluppo verso le esigenze del mondo produttivo marittimo e portuale. Un Corpo nato con una sua propria identità e con una propria specialità, entrambe funzionali ad una missione precisa e ben definita rivolta ai settori dell’economia del mare: i porti, il trasporto marittimo, la sicurezza della navigazione marittima e portuale e l’ecosistema marino. Le Capitanerie di Porto, a cui compete inoltre la tutela del demanio marittimo, del litorale costiero e delle risorse ittiche, rappresentano un macro modello organizzativo che associa, ai tradizionali compiti tecnici ed amministrativi, funzioni operative e di controllo tese non solo a metter fine a comportamenti illeciti ma, anche e soprattutto, ad educare alla legalità e alla fiducia nelle Istituzioni. Nel corso dei loro 150 anni di storia, il 1984 costituisce un anno da ricordare. Con la legge 84 del 1984, infatti, l’ispettorato del Corpo delle Capitanerie di Porto fu elevato a Comando Generale, retto da un Comandante Generale. Si trattò di un periodo importante di rilancio del Corpo anche in termini di mezzi. Furono acquisiti mezzi sempre più importanti e sempre più si estesero anche le capacità del Corpo, che vanno dal settore aereo, all’alto mare e al settore navale. Il Corpo però mantenne sempre la sua complementarità originaria con il resto della Marina Militare, la Forza Armata di cui fa parte, complementarità che discende soprattutto dalle esigenze e dagli scenari operativi degli ultimi anni.

  • 03:53 I RAGAZZI DEL PROGETTO `EPILESSIA FUORI DALL’OMBRA` PROMOSSO DALL’OSPEDALE PEDIATRICO BAMBIN GESU’

    15/07/2015

    Il progetto “Epilessia fuori dall’ombra 2015” è promosso dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, il più grande Policlinico e Centro di ricerca pediatrico in Europa, collegato ai maggiori centri internazionali del settore. Al suo interno lavorano quasi 2.600 tra medici, ricercatori, infermieri, tecnici ospedalieri e impiegati. Conta inoltre migliaia di collaboratori con moltissime specialità assistenziali, ed è proiettato nel futuro per essere al passo con i progressi della ricerca. I beneficiari del progetto “Epilessia fuori dall’ombra 2015”, giunto alla sua terza edizione, sono bambini e ragazzi affetti da epilessia la cui qualità di vita è fortemente condizionata da inabilità, scarsa autonomia e socializzazione. Il passaggio dalla prima alla seconda infanzia e quello della preadolescenza sono momenti critici nella definizione delle autonomie personali, base dell’autostima espressa da ciascuno: i bambini e i ragazzi affetti da epilessia affrontano la conquista di autonomia con grande difficoltà essendo sottoposti fin dalla prima infanzia da parte dei genitori e degli operatori sanitari ad un attento e costante monitoraggio, condizionati dalla imprevedibilità delle crisi e dall’angoscia che generano. L’ipotesi pedagogica del progetto è la certezza che un contesto così peculiare quale quello della “vita di mare” e la convivenza tra bambini, ragazzi e adulti possano fornire degli stimoli positivi ai pazienti che hanno alle spalle una lunga storia personale e familiare, logorante e isolante. Nave Italia sarà per i pazienti il luogo dove la diversità possa diventare forza e conoscenza dell’altro e punto di incontro per la condivisione di esperienze di vita in grado di favorire e far crescere l’autostima concorrendo all’esito positivo nella compliance terapeutica e nella cura di sé. Il sentirsi “parte attiva” di un equipaggio, la collaborazione, il lavoro manuale e anche la condivisione degli spazi e soprattutto delle regole darà modo ai ragazzi di misurarsi non solo con i propri limiti ma con le proprie risorse e peculiarità. La Fondazione Tender to Nave Italia Onlus, costituita il 10 gennaio 2007 dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano, la Fondazione promuove la cultura del mare e della navigazione come strumenti di educazione, formazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia. I beneficiari sono associazioni non profit, ONLUS, scuole, ospedali, servizi sociali, aziende pubbliche o private che promuovano azioni inclusive verso i propri assistiti e le loro famiglie. La Fondazione Tender To Nave Italia ONLUS crede che gli esclusi e gli emarginati, i bambini, gli adolescenti e gli adulti resi fragili da disagio o disabilità, non siano solo “oggetti di tutela”, ma “soggetti” capaci di risposte attive, espressione di energie inattese e di nuove consapevolezze sul proprio valore di persone. Per realizzare la propria missione la Fondazione Tender to Nave Italia Onlus mette a disposizione Nave Italia, condotto da un equipaggio della Marina Militare: è il più grande brigantino a vela del mondo, lunga 61 metri e capace di alloggiare più di 30 ospiti oltre l’equipaggio. Larga 9,20 m con una velatura di 1300 mq. e un albero maestro di 44,60 m.

  • 00:45 ESERCITAZIONE DI NAVE A RIMORCHIO TRA ETNA E BORSINI

    09/07/2015

    Esercitazione in alto mare per Etna e Borsini che hanno simulato una navigazione a rimorchio

  • 07:10 LA BANDA DELLA MARINA A PIAZZA DI SPAGNA

    18/06/2015

    Sabato 13 giugno la Banda della Marina, in occasione dei feteggiamenti della Giornata della Marina, si è esibita sulla scalinata di Trinità dei Monti a Roma

  • 06:45 SPECIALE EVENTO ESPOSITIVO BRIGATA MARINA SAN MARCO A PORTA DI ROMA

    16/06/2015

    In occasione delle celebrazioni della Giornata della Marina Militare 2015, la Marina Militare è sbarcata dall'8 al 14 giugno scorso in uno dei luoghi di massima affluenza, la galleria commerciale di Porta di Roma.

  • 04:25 FESTA DELLA MARINA - SPECIALE 10 GIUGNO

    12/06/2015

  • 03:10 PER MARE PER TERRAM, LA MARINA SBARCA TRA LA GENTE A PORTA DI ROMA

    12/06/2015

    Una settimana densa di appuntamenti per le celebrazioni della Giornata della Marina Militare 2015. La Marina sbarca dalle navi e va tra la gente in uno dei luoghi di massima affluenza, la galleria commerciale di Porta di Roma, oltre 400.000 le presenze attese nel fine settimana.

  • 25:20 MARINA MILITARE - GIORNATA DELLA MARINA VIDEO DELLA CERIMONIA (PARTE 2)

    11/06/2015

    L'istituzione della giornata dedicata alla Marina Militare risale al 13 marzo 1939 ed è dedicata a una delle più significative e ardite azioni compiute sul mare durante la I Guerra Mondiale: l'impresa di Premuda del 10 giugno 1918, quando il comandante Luigi Rizzo e il guardiamarina Giuseppe Aonzo, al comando dei MAS 15 e MAS 21, attaccarono una formazione navale austriaca nelle acque antistanti Premuda (costa dalmata), provocando l'affondamento della corazzata Santo Stefano. Gli eventi commemorativi sono iniziati nella serata di ieri con il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, accompagnato dal Comandante di MARICAPITALE, che ha deposto una corona d'alloro sulla tomba dell'ammiraglio Thaon di Revel (Capo di Stato Maggiore della Marina dal 1913 al 1915), presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri. La celebrazione della ricorrenza ha raggiunto il suo culmine con la cerimonia di questa mattina a Palazzo Marina (Roma). Al centro del discorso del Ministro della Difesa Roberta Pinotti il senso di continuità tra la storica impresa di Rizzo e le attuali attività operative e addestrative della Marina, che spaziano dal sociale all'umanitario, all'ambientale, allo scientifico, investendo tutti i settori di interesse della collettività. "Non è superfluo ricordare a riguardo – ha sottolineato il Ministro – che anche Luigi Rizzo ricevette la sua prima medaglia proprio soccorrendo un piroscafo e salvandolo da un naufragio, qualche anno prima dello scoppio della Grande Guerra. […] Oggi i nostri nemici sono i trafficanti di uomini e le vittime sono coloro che da essi non si possono difendere." Nelle parole della senatrice Pinotti, anche una rinnovata solidarietà ai due Fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Il Ministro della Difesa ha poi consegnato le onorificenze, 4 Medaglie al Valor di Marina (una d'Oro, una d'Argento e due di Bronzo), ai militari che si sono particolarmente distinti durante il servizio in Afghanistan. A seguire, la visita del Capo di Stato Maggiore della Marina al Capo dello Stato Sergio Mattarella presso il Quirinale.

  • 31:25 MARINA MILITARE - GIORNATA DELLA MARINA VIDEO DELLA CERIMONIA (PARTE 1)

    11/06/2015

    L'istituzione della giornata dedicata alla Marina Militare risale al 13 marzo 1939 ed è dedicata a una delle più significative e ardite azioni compiute sul mare durante la I Guerra Mondiale: l'impresa di Premuda del 10 giugno 1918, quando il comandante Luigi Rizzo e il guardiamarina Giuseppe Aonzo, al comando dei MAS 15 e MAS 21, attaccarono una formazione navale austriaca nelle acque antistanti Premuda (costa dalmata), provocando l'affondamento della corazzata Santo Stefano. Gli eventi commemorativi sono iniziati nella serata di ieri con il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, accompagnato dal Comandante di MARICAPITALE, che ha deposto una corona d'alloro sulla tomba dell'ammiraglio Thaon di Revel (Capo di Stato Maggiore della Marina dal 1913 al 1915), presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri. La celebrazione della ricorrenza ha raggiunto il suo culmine con la cerimonia di questa mattina a Palazzo Marina (Roma). Al centro del discorso del Ministro della Difesa Roberta Pinotti il senso di continuità tra la storica impresa di Rizzo e le attuali attività operative e addestrative della Marina, che spaziano dal sociale all'umanitario, all'ambientale, allo scientifico, investendo tutti i settori di interesse della collettività. "Non è superfluo ricordare a riguardo – ha sottolineato il Ministro – che anche Luigi Rizzo ricevette la sua prima medaglia proprio soccorrendo un piroscafo e salvandolo da un naufragio, qualche anno prima dello scoppio della Grande Guerra. […] Oggi i nostri nemici sono i trafficanti di uomini e le vittime sono coloro che da essi non si possono difendere." Nelle parole della senatrice Pinotti, anche una rinnovata solidarietà ai due Fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Il Ministro della Difesa ha poi consegnato le onorificenze, 4 Medaglie al Valor di Marina (una d'Oro, una d'Argento e due di Bronzo), ai militari che si sono particolarmente distinti durante il servizio in Afghanistan. A seguire, la visita del Capo di Stato Maggiore della Marina al Capo dello Stato Sergio Mattarella presso il Quirinale.

  • 05:19 NAVE CAVOUR A CAGLIARI PER “UN MARE DI SORRISI” CON OPERATION SMILE

    10/06/2015

    Prima sosta di Nave Cavour nel porto di Cagliari. Un evento fortemente voluto dallo Stato Maggiore della Marina che, nell’ambito del progetto “Un mare di sorrisi”, ha scelto il porto isolano per consolidare le sinergie con la fondazione Operation Smile Italia Onlus e l’equipe di maxillo-facciale della struttura ospedaliera del Santissima Trinità di Cagliari, finalizzata all’esecuzione di sette interventi chirurgici per la riduzione della labiopalatoschisi su pazienti sardi. Il pomeriggio del 29 maggio Nave Cavour ha fatto il suo ingresso nel porto di Cagliari e la curiosità dei cittadini è stata da subito attirata dall’imponenza dell’Ammiraglia della Squadra Navale. Durante i tre giorni di apertura al pubblico l’Unità è stata visitata da ben 6300 persone, grazie ad una positiva sinergia stabilita tra il Comando Supporto Logistico di Cagliari, la Sezione del Genio Marina, la Capitaneria di porto e l’Autorità portuale. Alla visita delle massime autorità civili e militari della città, sono seguite quelle di diverse Sezioni locali dell’ANMI e di alcuni Istituti scolastici, in particolare il Nautico “Buccari” e l’Istituto di scuola primaria “Infanzia Lieta” di Cagliari. L’entusiasmo festoso dei bimbi ha fatto da cornice all’incontro tra il Comandante di Nave Cavour C.V. Luca Conti e gli studenti del quarto e quinto anno del nautico “Buccari”, accompagnati dai docenti. Il Comandante Conti nel dare il benvenuto, ha ricordato gli anni della sua gioventù, esortando i giovani studenti a “non precludersi mai nessun sogno, compreso quello di comandare la Nave Ammiraglia della Marina Militare”. I cittadini cagliaritani hanno potuto verificare la valenza di una grande opera di ingegneria italiana ed hanno apprezzato la professionalità degli uomini e delle donne della Marina che la conducono; la sapienza con cui sono state illustrate le caratteristiche polivalenti dell’Unità e la spiccata propensione dual use ha consentito di veicolare un messaggio davvero positivo tra la popolazione, in merito alla solidità della Forza Armata ed al contributo che questa offre giornalmente al Paese.

  • 04:34 GIORNATA DELLA MARINA, APERTE CELEBRAZIONI CON DEPOSIZIONE CORONA SULLA TOMBA DI THAON DE REVEL

    10/06/2015

    Le celebrazioni per la giornata della Marina si sono aperte con l’atto solenne, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, a Roma, di una corona sulla tomba del Grande Ammiraglio e duca del mare Paolo Thaon di Revel, personaggio chiave della vittoria dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, e artefice dello sviluppo della Forza Armata, come ha ricordato il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi: “Le radici e la storia sono fondamentali – ha detto -, parlano di valori e riconducono agli uomini. Thaon di Revel ha scritto pagine rilevanti per l’Italia e per la Marina. Ricordiamo che spinse allo sviluppo dei navigli leggeri, quali i MAS, e alla costituzione di un'aviazione navale”. Una giornata, quella in cui si celebra anche l’impresa di Premuda di Rizzo e che viene dedicata ai fucilieri Latorre e Girone, ancora trattenuti in India, a tutto il personale, a terra e imbarcato, ed anche alla gente vicina alla Marina. Senza dimenticare gli impegni, come “Mare Sicuro – ha ricordato l’Ammiraglio De Giorgi -, che ci vede impegnati nell’attività di sicurezza ma anche di soccorso con al fianco le unità di altre marine europee”. Con particolare attenzione all’immediato futuro e le prospettive che si aprono grazie ai recenti finanziamenti “che garantiranno la costruzione di nuove navi”.

  • 04:56 SPECIALE CENTRO SELEZIONE MARINA MILITARE DI ANCONA. CONCORRENTI ALLA PROVA

    10/06/2015

    Quest’anno sono stati in undicimila a passare da Ancona. Undicimila da tutta Italia col sogno e la speranza di far parte della famiglia Marina Militare. Hanno varcato i cancelli del Centro Selezione della Marina i giovanissimi candidati per la Scuola Navale Militare Francesco Morosini di Venezia, chi aspira a studiare da Ufficiale in Accademia a Livorno, nonché candidati ai corsi Marescialli e Sergenti, e i Volontari per una ferma prefissata. Passano tutti da qui i concorrenti, fin dalla preselezione. E via via per la selezione culturale, medica, fisica e attitudinale Il centro di Selezione dipende dal Comando delle Scuole di Ancona. E consta di un comprensorio per il supporto amministrativo e logistico. Una presenza, quella della Marina, radicata nel territorio anconetano e nell’ambito del contesto istituzionale e sociale locale.

  • 08:09 `INTERNATIONAL DAY` AL CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA DI ROMA

    21/05/2015

    Si è svolto mercoledì 21 maggio, sulle rive cittadine del Tevere, l’international Day, manifestazione di condivisione culturale e di promozione internazionale, organizzata come ogni anno dal Club 3M Mogli Marina Militare ed ospitata nelle aree esterne del circolo Ufficiali di Marina Caio Duilio di Roma. Una delle attività di spicco del Club è l’attività didattica, con un corso di lingua italiana a favore del personale militare estero in servizio presso le ambasciate internazionali nella Capitale, che è ormai al suo quarto anno, che ha riscosso un grande apprezzamento fra il personale straniero ospite in Italia e che quest’anno ha visto la partecipazione di 28 Paesi stranieri.

  • 01:41 AD ANCONA INIZIATA LA FASE FINALE DELLA SELEZIONE PER IL CORSO MARESCIALLI

    21/05/2015

    Sono in corso ad Ancona le selezioni per i 34 posti disponibili al corso Marescialli. Centottantaquattro i candidati usciti dalla preselezione, alla quale hanno preso parte oltre duemila tra uomini e donne con il sogno di entrare a far parte della famiglia Marina Militare. Sono arrivati da tutta Italia per sottoporsi ai test psicoattitudinali, sanitari e fisici previsti dall’ultima scrematura e condotti dal team del Centro Selezione della Forza Armata di Ancona. Da qui ogni anno passano ragazzi e ragazze che aspirano ad indossare la divisa della Marina, dai giovanissimi che vogliono diplomarsi alla Scuola Navale Francesco Morosini, ai Sergenti, ai Marescialli, ai Volontari Ferma Prefissata nonché gli aspiranti Ufficiali, sia ruoli normali che speciali o chiamata diretta. Per quel che riguarda la selezione in corso, quella per il corso Marescialli, le schede degli idonei e delle idonee, arriveranno all’Ufficio Personale (Persomil) che provvederà a stilare una graduatoria di merito in base ai curricula ed ai titoli, e i primi 34 saranno i prescelti a frequentare il corso. La prossima settimana il Centro Selezione di Ancona aprirà i cancelli per accogliere i candidati a frequentare la Scuola Navale Francesco Morosini.

  • 04:54 RADUNO ANMI, 15.000 MARINAI DI IERI E DI OGGI SFILANO A RAVENNA

    19/05/2015

    Ravenna, medaglia d'oro al valor militare e capitale italiana della cultura 2015, è stata sede, dal 2 al 10 maggio, del XIX raduno nazionale dell’Associazione Marinai d’Italia. Dieci giorni tra convegni e incontri per uno scambio di esperienze tra diverse generazioni e la promozione della cultura marinara culminati, nell’ultimo fine settimana, con una mostra dell’Ufficio Pubblica Informazione della Marina, un concerto della banda musicale della Forza Armata e l’esibizione del silent drill della Brigata Marina San Marco. Eventi che hanno fatto da contorno alla parata dei marinai di ieri e di oggi, appartenenti alla Marina Militare, ma anche a quella Mercantile, per le vie del centro di Ravenna. “Un modo per mantenere lo spirito di corpo e le tradizioni” hanno sottolineato i partecipanti al rendez-vous, provenienti da tutta Italia, da Nord a Sud, dal Veneto alla Calabria, dalla Lombardia e il Piemonte fin dalla Sicilia e dalla Sardegna. Nonché dall’estero, da Stati Uniti, Canada e Australia. In tutto 15mila uniti dal motto “marinai per un giorno, marinai per tutta la vita”. Tra loro meno giovani (97 anni il più anziano), e poi bambini e ragazzi che si sono avvicinati all’Associazione grazie alla neo costituzione del gruppo di volontari legato alla Protezione Civile. Ad aprire il corteo uno striscione dedicato a Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, i due fucilieri della Brigata Marina San Marco trattenuti in India. Solidarietà anche dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel proprio messaggio d’auguri. Sul palco d’onore, accanto al presidente dell’ANMI, ammiraglio Paolo Pagnottella, il sottosegretario alla Difesa, Domenico Rossi, i capi di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, e della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi che nei rispettivi interventi hanno ricordato l’importanza economica del mare e l’impegno della Marina Militare nell’assistenza e nel soccorso ai migranti nel canale di Sicilia.

  • 04:22 ULTIMO AMMAINA BANDIERA DELLE CORVETTE MINERVA E SIBILLA

    18/05/2015

    Giovedì 14 maggio alle 10:30 presso la banchina Tullio Marcon di Augusta (SR), sede del Comando delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e la Difesa Costiera, Comforpat, avrà luogo la cerimonia dell’ultimo ammaina bandiera delle corvette Minerva e Sibilla che, dopo oltre 25 anni di attività al servizio delle istituzioni e della collettività, saranno formalmente poste in disarmo. Queste due unità saranno sostituite solamente nel 2021 e nel 2022 quando i primi due nuovi pattugliatori, finanziati con legge di stabilità del 2015, entreranno in linea e quando la flotta sarà già ridotta del 45% circa rispetto l’attuale consistenza. Le due corvette poste in disarmo dalla Marina Militare saranno cedute a Fincantieri per la successiva vendita al Bangladesh. Nel prossimo decennio saranno radiate 51 delle 60 attuali navi in servizio. La bandiera di combattimento di entrambe le unità navali sarà consegnata al Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, per poi essere conservata a Roma all’interno dell’Altare della Patria nel museo Sacrario delle Bandiere delle Forze Armate.

  • 02:25 STUDENTI ROMANI A SCUOLA DI MUSICA CON I MAESTRI DELLA BANDA MUSICALE DELLA MARINA

    17/04/2015

    Roma- teatro Parioli. La Banda musicale della Marina incontra le scuole. Per l’ottavo anno il complesso musicale della Forza Armata sale sul palcoscenico per dei concerti-lezione dedicati alle scuole. Incontri durante i quali i musicisti marinai si esibiscono e al contempo spiegano ai giovani le caratteristiche tecnico-organologiche degli strumenti che compongono una banda musicale. E specificatamente quella militare. Non mancano, ovviamente, i momenti in cui la banda mette in evidenza la poliedricità con un repertorio che spazia dalle colonne sonore, ai brani di tradizione, alla musica leggera. In otto anni il progetto della Banda a scuola ha avuto un notevole incremento in termini di richieste di partecipazione: passando dai 500 studenti del 2007 ai circa 3000 del 2014. Finora i luoghi utilizzati, nella sede di Roma, per questo tipo di attività operativa, sono stati il Teatro della caserma “Grazioli Lante della Rovere”, l’Auditorium della Banda Musicale presso il Comprensorio di Santa Rosa, l’Aula Magna dell’Università La Sapienza, l'Accademia Santa Cecilia presso l’Auditorium Parco della Musica, la Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, il Teatro Cassia, nonché varie sedi di istituti scolastici.

  • 02:00 ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA MARINA MILITARE E IL WWF ITALIA PER LA TUTELA DEL NOSTRO MARE

    14/04/2015

    L'accordo è volto ad instaurare rapporti di collaborazione finalizzati a promuovere l’uso sostenibile delle risorse naturali, per tutelare e valorizzare l’ambiente. Un impegno di durata triennale, che ha solide basi su cui svilupparsi, quello firmato dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, ed il presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi. La collaborazione tra Marina Militare e WWF Italia, si è infatti formata e sviluppata negli anni, spinta da obiettivi comuni volti a preservare il nostro patrimonio marino. Risale al 1978 il primo sodalizio tra la Forza Armata e la nota Associazione, in quell'occasione WWF Italia, salì a bordo delle Navi Scuola Vespucci e Palinuro, esplorando il Mediterraneo, per la campagna d’Istruzione denominata “Il Mare deve Vivere”, il cui scopo era promuovere le tematiche legate alla tutela e valorizzazione dell’ambiente marino. Uno dei punti salienti di questo rapporto di sinergie, consiste nel preparare, organizzare e promuovere ogni iniziativa culturale, promozionale ed educativa, volta a destare l’attenzione di persone, aziende ed istituzioni pubbliche a favore delle tematiche di sostenibilità, tutela e valorizzazione ambientale. “Solo con forti alleati, a tutti i livelli della società, potremo davvero ottenere un Mediterraneo di qualità”, ha affermato Donatella Bianchi, in rappresentanza del WWF Italia ONG ONLUS al momento della firma. Un primo esempio di cooperazione nei settori di comune interesse si è avuto quest'anno con la partecipazione della Marina all'evento globale “Earth Hour”, per fermare il cambiamento climatico: durante l'iniziativa la Marina ha spento simbolicamente diversi edifici ed aree portuali. E proprio con questo spirito che si gettano le basi di una reciproca collaborazione, che si realizzerà anche con la partecipazione del personale del WWF Italia ad attività istituzionali della Marina Militare. L'idea consiste nel promuovere ma anche studiare le attività svolte dalle unità della Marina Militare nella loro interazione con l’ambiente marino. “WWF e Marina Militare intendono diffondere il valore intrinseco, ambientale, culturale ed economico, di un mare Mediterraneo “di qualità”, protetto e rispettato. "La tutela del Mediterraneo non può prescindere da una conoscenza approfondita dei problemi del mare e da una divulgazione di valore delle conoscenze acquisite: se il Mediterraneo è conosciuto diventa un valore e quindi c’è la volontà di proteggerlo” ha poi aggiunto Donatella Bianchi. Tutto questo potrebbe portare anche all’avvio di potenziali collaborazioni in progetti di ricerca scientifica e monitoraggio del mare.

  • 02:20 LINEA BLU E MARINA MILITARE DI NUOVO INSIEME PER LA SALVAGUARDIA DEL MARE

    10/04/2015

    Oggi presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare di Roma, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della ventiduesima edizione del programma RAI Lineablu, condotto da Donatella Bianchi. Il programma, che partirà sabato 11 aprile alle 14:30 dalle coste della Sicilia, abbraccerà diversi temi relativi alla tutela dell’ambiente marino, dagli effetti dei cambiamenti climatici alla conservazione della biodiversità marina. Al centro della conferenza e del programma stesso anche le nuove frontiere di ricerca sulla sostenibilità e tutela dell’ambiente. Proprio su questi temi di fondamentale importanza si fonda la rinnovata partnership con la Marina Militare italiana, con la quale Lineablu condivide lo stesso amore per il mare. Sarà inoltre possibile salire a bordo di alcune unità della Marina, grazie alla capacità dual-use della forza armata, caratteristica che permette di utilizzare le tecnologie e i mezzi della Marina non solo per scopi militari ma anche civili. Emblematico in questo senso è il programma Marine Strategy che si occupa del monitoraggio costante dell’ambiente marino, mettendo a disposizione diverse unità sia in acque costiere che offshore. Ma l’attenzione per il nostro patrimonio ambientale si estende anche a uno sviluppo eco-sostenibile, ne è un esempio il progetto Flotta Verde, che consiste nella ricerca di un prodotto alternativo al combustibile navale di origine petrolifera (gasolio codice NATO F76) utilizzato a bordo delle unità navali. Grazie a questo processo la Marina Militare è stata la prima in Europa a sperimentare operativamente combustibili con il 50% di green diesel, ponendo le basi per una più ampia iniziativa denominata 'Flotta Verde mediterranea', quest’ultima con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione tra i paesi delle sponde nord e sud del Mediterraneo sui carburanti alternativi. L’obiettivo di Lineblu e della Marina Militare è quindi quello di portare i telespettatori in un viaggio alla scoperta del nostro Mediterraneo, per sensibilizzare la tutela e il rispetto del mare.

  • 04:53 LA MARINA MILITARE PREMIATA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI PER L`IMPEGNO UMANITARIO SVOLTO NELL`OPERAZIONE MARE NOSTRUM

    02/04/2015

    La Marina Militare, garante della salvaguardia della vita in mare, è stata premiata dalla fondazione 'Terzo pilastro' e dall'associazione 'Investire in culture', per l’intensa attività umanitaria svolta durante l'operazione Mare Nostrum. La cerimonia si è svolta ieri nella biblioteca di palazzo San Macuto, appartenente alla Camera dei Deputati. La cerimonia ha visto anche la premiazione di alcune associazioni che hanno collaborato all’attività d'integrazione dei migranti nel nostro Paese, come la 'Cidis-onlus' di Roma e l'associazione 'Migrare'. A ritirare il premio per la Marina Militare, il Sottocapo di Stato Maggiore ammiraglio di squadra Claudio Gaudiosi, che ha espresso il ringraziamento della Forza Armata per il riconoscimento ricevuto. Il presidente della fondazione 'Terzo pilastro' (promotore dell'iniziativa), professor Emanuele Francesco Maria Emmanuele, ha ricordato che l’Italia, pur essendo un paese marittimo, deve compiere ancora molta strada verso il radicamento di quella cultura 'marinara' nazionale, che spingerebbe il nostro Paese verso una nuova primavera economica e culturale. L'intervento del professore si è poi concluso con il ringraziamento alla Marina Militare per l'impegno e la professionalità profuse nell'operazione Mare Nostrum, che hanno confermato quale preziosa risorsa sia per tutto il Paese.

  • 03:29 AL VITTORIANO LA MOSTRA FOTOGRAFICA `I DIRIGIBILI ITALIANI DELLA REGIA MARINA NELLA GRANDE GUERRA`

    19/03/2015

    Inaugurata a Roma, presso il Sacrario delle Bandiere al Vittoriano, la mostra fotografica I Dirigibili italiani della Regia Marina nella Grande Guerra. L’esposizione fotografica, che si inquadra nell’ambito delle manifestazioni commemorative del centenario della Prima Guerra Mondiale, presenta al pubblico una selezione di immagini sulle aeronavi appartenenti alla collezione privata della famiglia Suber, e fanno parte del fondo fotografico di Arrigo Osti – che all’epoca in cui le scattò era un Tenente di Vascello della Regia Marina. La cerimonia di apertura, a cui hanno partecipato numerosi ospiti e autorità, è stata inaugurata dal Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio Claudio Gaudiosi. Madrina della manifestazione è stata la Sig.ra Lorenza Suber, Nipote dell’allora Tenente di Vascello Arrigo Osti. La mostra fotografica rappresenta un’occasione per quanti la visiteranno di apprezzare il fascino esplorativo delle prime navigazioni aeree e di come i marinai italiani furono i primi ad estendere il concetto di navigazione dal mare al cielo, sperimentando sempre nuovi modi per proseguire il sogno di Icaro. La mostra che è stata curata e sponsorizzata dalla Marina Militare, rimarrà aperta al pubblico fino alla fine di aprile.

  • 07:22 L’ITALIA E IL MARE TRA GEOPOLITICA, SICUREZZA NAZIONALE E STRATEGIA ECONOMICA

    13/03/2015

    Un’area geografica europea ribaltata di 180 gradi dove nel Mediterraneo l'Italia rappresenta la parte più avanzata, la frontiera d’Europa più esposta e attraverso la quale popoli, culture e idee migrano verso il vecchio continente. L'area nella quale è importante che l’Europa ponga il massimo impegno e attenzione ora che l’interesse geostrategico degli Stati Uniti si è spostato verso il Pacifico. Questo è stato il cuore del Seminario dal titolo l’Italia e il Mare tra geopolitica, sicurezza nazionale e strategia economica, che si è tenuto nell’aula magna del rettorato dell’Università La Sapienza di Roma mercoledì 11 marzo e organizzato dal Dipartimento di Scienze politiche.

  • 05:31 LA MARINA MILITARE AMMODERNA LA RETE RADAR COSTIERA A FAVIGNANA. CAMPAGNA RILIEVI ELETROMAGNETICI

    02/03/2015

    La settimana scorsa, malgrado il maltempo, la Marina Militare ha portato a termine, a Favignana, una campagna di rilievi elettromagnetici sul nuovo Radar tipo RASS-CI. I test sono stati effettuati di concerto con l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente Sicilia (ARPA) e con il coordinamento del Centro Interforze Studi Applicazioni Militari (CISAM) e rientrano nel piano di ammodernamento della rete radar costiera della Forza Armata per valutare l'assenza di rischio per la salute della popolazione e per l'ambiente circostante, nonché per contribuire all'elaborazione di una strategia di tutela e di contenimento dei rischi. I risultati delle misure saranno oggetto di una dettagliata relazione tecnica i cui contenuti saranno presentati e resi disponibili. La Marina Militare ha previsto l'istallazione di questo radar costiero presso 8 siti (di cui 3 in Sicilia), già esistenti, nell'ambito di un ampio programma di ammodernamento della rete radar costiera italiana. La necessità della Marina Militare è quella di procedere con rapidità nell'esecuzione del programma di ammodernamento, ovvero della sostituzione dei radar oramai obsoleti con apparati di nuova generazione, più performanti e sicuri per la salute della popolazione civile e per il personale impiegato.

  • 02:06 DIFESA - BENI CULTURALI ACCORDO PER LA CESSIONE DI ALCUNI SPAZI DI PALAZZO BARBERINI

    30/01/2015

  • 01:52 MARINA MILITARE - ACCORDO TRA MARINA MILITARE E COMITATO INTERISTITUZIONALE VENEZIA – MONTECARLO. ALLO STUDIO UNA “GIORNATA DEL MARE”

    14/01/2015

    La cultura del mare è l’interesse comune che ha permesso la realizzazione di un accordo di collaborazione (senza fine di lucro e quindi a titolo gratuito) tra la Marina Militare e il Comitato Interistituzionale Venezia-Montecarlo. Un’intesa, sottoscritta oggi nella Sala dei Marmi di Palazzo Marina, a Roma, dal capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, e dal Vicepresidente del Comitato Interistituzionale della famosa rassegna di motonautica, il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanza Pier Paolo Baretta, utile allo sviluppo di progetti di rilevante interesse sociale, culturale e sportivo nel settore marittimo. “E’ un segnale di unità di intenti nel bene dell’Italia – ha sottolineato l’onorevole Baretta -, che possa essere altresì un viatico per il rilancio dell’economia del mare”, puntando a trasformare un evento sportivo in un evento promozionale per il Sistema Paese. Nello specifico le parti agiranno con apposite azioni di comunicazione volte a sensibilizzare ed a promuovere la partecipazione nelle diverse attività congiunte, anche per promuovere l’immagine e la cultura dei territori attraversati e coinvolti dagli eventi e a favorire le relazioni internazionali culturali, politiche, economiche, sociali, tra tutti i paesi partecipanti che contribuiscono al rafforzamento del processo di dialogo e di pace fra i popoli. Al contempo, la Marina Militare e il Comitato Interistituzionale Venezia Montecarlo si sono impegnate a presentare istanza congiunta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’istituzione della “Giornata del Mare”: “con l’Italia capofila nell’istituzione di questo giorno simbolico, emblematico, dedicato al mare” ha concluso il sottosegretario

  • 37:34 NORMAN ATLANTIC, CONFERENZA STAMPA PINOTTI - LUPI

    31/12/2014

    Conferenza stampa del ministro della Difesa Roberta Pinotti e delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi sulle operazioni di soccorso al traghetto Norman Atlantic, il 29 dicembre 2014.

  • 01:44 FIRMATO L`ACCORDO TRA MARINA MILITARE E REGIONE LIGURIA PER LA NUOVA SEDE DELL`IDROGRAFICO

    23/12/2014

    La Marina Militare e le autorità locali della Liguria e Genova, dalla Regione al Comune, all’'Autorità portuale della città della Lanterna, hanno intrapreso un cammino comune su diversi temi. Nella sede dell’'Istituto Idrografico, le parti hanno firmato due accordi: il primo, tra la Regione e la Forza Armata, rappresentate rispettivamente dal presidente Claudio Burlando e del Capo di Stato Maggiore ammiraglio Giuseppe De Giorgi, riguarda lo sviluppo di temi afferenti la ricerca, l'innovazione, la salvaguardia ambientale, la sicurezza marittima e la tutela del territorio e del mare. Il secondo invece riguarda la riallocazione dell’'Istituto Idrografico della Marina Militare nella “Palazzina SELOM”, in calata Gadda nell’'area del porto antico di Genova. A mettere nero su bianco gli stessi Burlando e l'Ammiraglio De Giorgi, in rappresentanza del Ministero della Difesa, quindi l’'Autorità Portuale, la Capitaneria di Porto e il Comune di Genova e l’'Agenzia del Demanio. A presenziare alle sottoscrizioni dei due accordi il ministro della Difesa, Roberta Pinotti che ne ha sottolineato l’importanza soffermandosi “sull’'importanza della permanenza dell'Idrografico a Genova e, con la nuova riallocazione, di un potenziamento. L’'idea è di poter sviluppare le capacità della Marina collegandole alla possibilità della regione di fare formazione professionale. Il sapere delle Forze Armate e in questo caso della Marina sono utili a progetti di sviluppo dei territori”. 21 DIC 2014 - NAI​

  • 02:32 COMSUBIN BREVETTATI DUE INCURSORI, L`AMMIRAGLIO DE GIORGI:`SIATE ESEMPIO DI SOLIDITÀ MORALE`

    22/12/2014

    Lo scorso venerdì mattina, nello stesso luogo dove gli uomini dei mezzi d’assalto subacquei si prepararono alle loro imprese leggendarie (Bocca di Serchio), il Raggruppamento Subacquei ed Incursori 'Teseo Tesei' ha celebrato il conseguimento del basco verde da Incursore da parte di due giovani ufficiali. L’avvenimento, unico nella storia di Comsubin, ha permesso di far rivivere la casa della tenuta Salviati che ha ospitato gli ufficiali, i sottufficiali ed i marinai dei mezzi d’assalto con lo stesso spirito del Serchio descritto così dall’Ammiraglio Birindelli, nel suo libro 'Vita da Marinaio': "…Al Serchio si era creata, in modo vero, profondo e sincero, quella 'banda di fratelli' che costituiva un ideale dei giovani allievi dell'Accademia Navale ed essere uniti come consanguinei non era retorica, come non lo era il volere dare in ogni possibile modo tutto quello che si poteva ad un'Italia che amavamo sopra ogni cosa. Là si creò quello 'spirito del Serchio' che nessuno di noi ha mai potuto dimenticare…". Così alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, degli incursori in servizio al G.O.I. (Gruppo Operativo Incursori) e di quelli non più in servizio dell’ANAIM (Associazione Nazionale Arditi Incursori di Marina), due ufficiali reduci dalla severa selezione del corso Ordinario Incursori hanno ricevuto il brevetto indossando così il tanto agognato basco verde della storica categoria. La cerimonia è stata preceduta dalla deposizione di una corona a memoria degli eroi che si addestrarono in quei luoghi e dalla consegna di una medaglia di Bronzo al Valore di Marina e due medaglie d’Oro al Merito di Marina a due sottufficiali Incursori, concesse per il loro mirabile comportamento tenuto durante diverse operazioni condotte in Afghanistan.​

  • 02:01 STATI GENERALI SPORT MILITARE, PREMIATI TRE ATLETI MARINA

    16/12/2014

    Antonino Barillà, argento agli ultimi mondiali e carta olimpica per Rio in tasca nel tiro a volo specialità double trap, Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale, campioni Under 23 di canottaggio nel 4 senza: sono i tre atleti Marina Militare premiati durante gli Stati Generali dello sport militare, al fianco di leggende olimpiche quali Zoeggler, e alla presenza, tra gli altri, del Capo di Stato Maggiore della Forza Armata, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, e il presidente del Comitato Olimpico, Giovanni Malagò. “Oggi – ha detto Barillà – abbiamo potuto vedere l’attenzione crescente che c’è nei confronti dei gruppi sportivi delle Forze Armate. Senza il cui apporto noi non avremmo potuto ottenere risultati di prestigio. Per quel che mi riguarda devo molto alla Marina Militare e penso che il nostro gruppo sportivo non abbia nulla da invidiare agli altri”. Un’occasione, il summit dello sport con le stellette, per ribadire come sia importante una sinergia per lo sviluppo e la diffusione tra i gruppi militari e lo stesso comitato olimpico, anche alla luce della prossima candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 annunciata dal presidente del consiglio Matteo Renzi. “Sono due mondi che operano in sinergia – ha voluto precisare il presidente del Coni, Malagò -, l’uno ha bisogno dell’altro: sono le gambe che reggono lo stesso tavolo. In previsione di questo obiettivo sarà necessario l’apporto delle Forze Armate con la loro organizzazione, i loro mezzi e i loro uomini”.

  • 02:15 STELLA D`ORO ALLO SPORT DELLA MARINA MILITARE

    16/12/2014

    Lo sport italiano riconosce alla Marina Militare la propria attività in ambito agonistico con la stella d’oro al merito sportivo. Consegnata dal presidente del consiglio Matteo Renzi, nel salone d’onore del Coni, al Capo di Stato Maggiore della Forza armata, ammiraglio di squadra Giuseppe de Giorgi, e alla nuotatrice Alessandra Romiti, nel contesto della cerimonia dei Collari d’Oro e delle stelle d'Oro e d’argento ad atleti, uomini di sport

  • 02:56 VARATA LA FREMM `ALPINO`, SIMBOLO DEL RILANCIO DELLA CANTIERISTICA RIVA TRIGOSO

    15/12/2014

    Riva Trigoso, stabilimento Fincantieri, 13 dicembre 2014: nasce nave Alpino, quinta di una serie di dieci unità Fregate Europee Multimissione della Marina Militare, commissionata nell’ambito dell’accordo di cooperazione internazionale italo francese con il coordinamento dell’organizzazione congiunta per la cooperazione europea in materia di armamenti, e che andranno a sostituire le ormai datate fregate classe Lupo e Maestrale. 144 metri di lunghezza, circa 20 di larghezza e un dislocamento di 6700 tonnellate, la nuova Fremm prende il nome di Alpino in onore di uno dei reparti storici dell’Esercito Italiano come ribadito dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli: “Il nome di questa nuova unità suggella il forte legame tra marinai ed alpini e il concetto interforze”. Nave Alpino, vista come simbolo del rilancio dell’economia nazionale, è un fiore all’occhiello di quella cantieristica e industria italiana che attendono la firma nei contratti per avere garantita la continuità produttiva. “Dalla legge sulla tutela della capacità marittima – ha aggiunto l’ammiraglio Binelli Mantelli – deriverà un ulteriore beneficio all’operatività delle Forze Armate e all’economia nazionale”.

  • 02:16 ROMA: MESSA SOLENNE DI SANTA BARBARA A SAN GIOVANNI IN LATERANO

    05/12/2014

    «Oggi ricordiamo così tutti voi che non pensate a salvare la vostra vita, ma quella altrui». Queste le parole di monsignore Santo Marcianò, Ordinario Militare per l'Italia, nel giorno dedicato alla patrona della Marina Militare, Santa Barbara, protettrice di «coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa». Nell'omelia della Messa solenne celebrata giovedì 4 dicembre nella Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma, un chiaro e incisivo riferimento all'emergenza umanitaria in corso nel Mediterraneo meridionale. «Ricordo soltanto quante vite umane sono state salvate dall'operazione italiana Mare Nostrum, da poco sostituita coi presidi europei. Ma anche l'Europa ha bisogno della Marina italiana, che offre servizi e al contempo insegna uno stile di rispetto e di accoglienza. Non si può tollerare che il Mar Mediterraneo diventi un grande cimitero. Così ha gridato Papa Francesco al Parlamento europeo, denunciando la questione migratoria come l'emergenza da fronteggiare con soluzioni politiche adeguate, ma che sappiano tener conto della dignità umana dei migranti». Alla liturgia, accompagnata dalla Banda musicale della Marina Militare e dal coro dell'Aventino, hanno partecipato numerose autorità: gli ammiragli Luigi Binelli Mantelli, Capo di stato maggiore della Difesa e Giuseppe De Giorgi, Capo di stato maggiore della Marina, insieme al personale in servizio e in congedo, alle rappresentanze degli Artiglieri, dei Trasmettitori e dei Vigili del Fuoco e alle relative associazioni combattentistiche e d'arma dei Marinai d'Italia, degli Artiglieri, dei Genieri e Trasmettitori e dei Vigili del Fuoco. «Carissimi – ha concluso il monsignore – sono consapevole di come la vostra è un'opera per la quale non vi ringraziamo mai abbastanza. Ma oggi con questa eucarestia io voglio farlo con tutto il cuore».

  • 04:02 MARATONA TELETHON, MONTEZEMOLO: “L’APPORTO DELLA MARINA UN VALORE AGGIUNTO”

    05/12/2014

    “Il successo di Telethon, che anche quest’anno si rinnova con la consueta maratona televisiva e radiofonica dall’8 al 14 dicembre, e gli obiettivi raggiunti in questi 25 anni, è merito del gioco di squadra”, una squadra nella quale quest’anno è entrata a farne parte anche la Marina Militare. È quanto è stato sottolineato oggi nel corso del “Telethon day”, evento voluto dalla stessa fondazione e dalla tv di Stato, per celebrare i 25 anni di collaborazione e al quale ha preso parte il capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. “D’ora in poi Telethon e la ricerca – ha rimarcato l’ammiraglio nel corso del suo intervento – avranno il supporto della Marina. Metteremo a disposizione tutte le nostre risorse, compresi i nostri medici se possono tornare utili al raggiungimento degli obiettivi”. Un sostegno che, unito a quello di milioni di italiani, tornerà utile per arrivare ad ulteriori terapie di cura per alcune gravi malattie rare prima considerate incurabili. “La squadra di Telethon è composta da eccellenze e la Marina – ha poi sottolineato Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Telethon – rappresenta l’eccellenza italiana nel mondo per quello che fa e per come lo fa. Sicuramente un valore aggiunto alla nostra missione”.

  • 02:26 MARINA MILITARE - PORTAEREI CAVOUR IN CROAZIA

    01/12/2014

    A dare il benvenuto, il 21 novembre, alla Portaerei Cavour in sosta per la prima volta a Gruz- Dubrovnik (Croazia), è stata l’Ambasciatore d’Italia a Zagabria, Emanuela D’Alessandro, in occasione della visita a bordo dell’Unità, accolta dal Comandante del Secondo Gruppo Navale, Contrammiraglio Andrea Gueglio. L’Ambasciatore ha ringraziato la Marina militare per l’attenzione dimostrata nel quadro dell’eccellenti relazioni bilaterali. Politica, economia, cultura e turismo sono tra i fili conduttori dei rapporti che intercorrono tra i due Paesi che affacciano sull’Adriatico, da oltre 10 anni, l’Italia infatti, è il primo partner commerciale della Croazia. La cooperazione in ambito militare, promossa con la Marina croata, ha confermato anche l’ottima sinergia esistente tra le due Forze armate. La Marina Militare ha messo in campo l’eccellenza dei propri mezzi e uomini, rappresentati dal Gruppo Operativo Subacquei, e dalla Brigata Marina San Marco, impegnati in breifing ed esercitazioni dimostrative. Numerose le visite a bordo da parte della popolazione locale e della comunità italiana. E’ il 24 novembre, quando la Portaerei Cavour lascia il suggestivo sorgitore croato, tappa conclusiva della Campagna in Adriatico, durata quasi un mese, che ha visto l’Unità toccare i porti di Trieste, Bari, Ortona e Tivat. Una presenza in grado di fare sistema, di accorciare le distanze e di guardare lontano: lontano oltre l’orizzonte.

  • 05:10 LA COMUNICAZIONE DELLA MARINA MILITARE

    28/11/2014

    La “comunicazione” tra le funzioni strategiche della Marina Militare. Obiettivo degli uomini e donne dell’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione quello di suscitare attenzione e conoscenza all’esterno con una strategia mirata soprattutto alla trasparenza, al contatto diretto. Comunicazione che, nel caso specifico, fa rima anche con formazione, da qui le iniziative di incontri con i giornalisti, per informarli sull’attività e sulle procedure per essere “embedded”, incorporati alla Forza Armata in occasione di missioni operative in mare, imbarcati sulle Unità, e a terra. Come in occasione del seminario organizzato nella sede della Libera Università Maria Santissima Assunta e che rientra nel programma degli obblighi alla Formazione Professionale Continua degli operatori della stampa. Ma anche e soprattutto con le scuole e gli studenti universitari, interessati nel loro percorso accademico all’operato della Marina Militare, come organizzazione internazionale impegnata come strumento di elevata flessibilità, in grado di proiettare una vasta gamma di capacità sul mare e dal mare con la propria funzione duale.

  • 02:46 LA MARINA DEL MONTENEGRO DÀ IL BENVENUTO A NAVE CAVOUR

    26/11/2014

    Addestramento, cooperazione, condivisione. Queste le parole chiave dell'attività congiunta tra Marina Militare italiana e Marina montenegrina durante la visita della portaerei Cavour nella rada di Tivat in Montenegro, dove ha sostato dal 17 al 21 novembre. Uno scambio di intenti e procedure è stato il punto focale di questa tappa balcanica, che ha visto la partecipazione di una rappresentanza di militari della Marina montenegrina, affiancati dai fucilieri della Brigata Marina San Marco, dai palombari del Gruppo Operativo Subacquei e dagli specialisti di volo.

  • 01:56 CAMBIAMENTI CLIMATICI: A VENEZIA LA MARINA NE DISCUTE CON ESPERTI INTERNAZIONALI

    25/11/2014

    Si è tenuta oggi, nella cornice della Scuola Navale Militare "Francesco Morosini", la conferenza internazionale dedicata ai cambiamenti climatici promossa dalla Marina Militare, alla presenza di una vasta platea di autorità civili e militari. Marina ed esperti internazionali a Venezia discutono su cambiamenti climatici e implicazioni sulla sicurezza e sul dominio maritObiettivo dichiarato del workshop era di sensibilizzare la coscienza collettiva riguardo alle potenziali problematiche di sicurezza collegate, direttamente o indirettamente, ai cambiamenti climatici, di analizzare le capacità necessarie ad affrontare tali sfide e l'impellenza di giungere alla definizione di linee guida sovranazionali in grado di gestire il problema. Esperti internazionali del mondo accademico, militare, scientifico e rappresentanti delle maggiori organizzazioni internazionali (Nazioni Unite, NATO, Unione Europea) hanno risposto all'appello della Marina Militare che si pone all'avanguardia, grazie alla sua strategia ambientale, pioniera in Europa, nello studio delle cause e delle possibili soluzioni a quella che la comunità internazionale riconosce come una concreta minaccia. Le conseguenze del riscaldamento terrestre, infatti, come l'aumento del livello del mare, l'andamento anomalo delle precipitazioni e l'aumento dei fenomeni meteorologici estremi continuano a mostrare un impatto sia sulle tensioni regionali sia sulla stabilità globale, e uno stretto legame ad altre sfide del XXI secolo, quali il terrorismo, la pirateria e i fenomeni d'immigrazione clandestina, impatto che ha bisogno di una risposta adeguata e responsabile.

  • 55:44 ​LA BANDA MUSICALE DELLA MARINA MILITARE IN CONCERTO ALL’AUDITORIUM DI ROMA IN FAVORE DI TELETHON (PARTE 2)

    20/11/2014

    Grande successo di pubblico ieri sera presso la sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, che ha visto impegnata la Banda Musicale della Marina in un concerto all’insegna della solidarietà, sotto la guida del Maestro capitano di fregata Antonio Barbagallo. L’evento di beneficenza in favore della fondazione Telethon ha visto la partecipazione di autorità civili e militari fra cui il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, il Capo di Stato Maggiore della Marina ammiraglio Giuseppe De Giorgi e il Direttore raccolta fondi di Telethon Alessandro Betti. Decisamente eterogenei i brani scelti per l’occasione, che spaziavano dalla musica classica al musical, fino al rock più moderno. In scaletta, infatti, dopo la doverosa apertura con Il Canto degli Italiani, musiche di Verdi e Leoncavallo, ma anche di John Williams con la colonna sonora di Star Wars; sono seguiti brani celebri tratti da Cats e West Side Story, oltre ad un apprezzatissimo medley delle più famose canzoni dei Pink Floyd e dei Queen. L’immancabile Ritirata ha concluso la serata suscitando un lunghissimo applauso. Al termine del concerto, l’intervento dell’ammiraglio De Giorgi ha voluto evidenziare il rinnovato sodalizio fra Marina Militare e Telethon: “La solidarietà è un concetto che ogni marinaio porta nel cuore. Noi non lasciamo indietro nessuno. La nostra Marina ha salvato anche i naufraghi delle navi che sono state affondate in combattimento, figuriamoci se possiamo lasciare in mare qualcuno a morire. E lo stesso fa Telethon: anche Telethon non vuole lasciare indietro nessuno, soprattutto i più sfortunati, quelli che sono colpiti dalle malattie rare per le quali mancano spesso fondi per la ricerca. Noi quindi questa sera iniziamo questo percorso con Telethon per la raccolta di fondi”. Gli ospiti presenti, condividendo il messaggio dello slogan “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”, hanno dato prova di grande generosità acquistando presso i punti vendita di Telethon oltre 600 Cuori di Cioccolato permettendo la raccolta di fondi a favore della ricerca nella lotta alle malattie genetiche rare. Analoghi punti di raccolta, dove saranno disponibili - a fronte di una donazione - i “Cuori di Cioccolato”, verranno ospitati a palazzo Marina e presso i comandi periferici ed operativi ogni mercoledì dal 12 novembre al 10 dicembre.

  • 04:49 LA BANDA DELLA MARINA MILITARE PER TELETHON: DOPO IL CONCERTO

    20/11/2014

    Commenti e impressioni a caldo al termine della serata di beneficenza presso l'Auditorium di Roma. La Banda della Marina Militare ha regalato al pubblico un emozionante concerto a sostegno di Telethon.

  • 53:28 ​LA BANDA MUSICALE DELLA MARINA MILITARE IN CONCERTO ALL’AUDITORIUM DI ROMA IN FAVORE DI TELETHON (PARTE 1)

    20/11/2014

    Grande successo di pubblico ieri sera presso la sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, che ha visto impegnata la Banda Musicale della Marina in un concerto all’insegna della solidarietà, sotto la guida del Maestro capitano di fregata Antonio Barbagallo. L’evento di beneficenza in favore della fondazione Telethon ha visto la partecipazione di autorità civili e militari fra cui il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, il Capo di Stato Maggiore della Marina ammiraglio Giuseppe De Giorgi e il Direttore raccolta fondi di Telethon Alessandro Betti. Decisamente eterogenei i brani scelti per l’occasione, che spaziavano dalla musica classica al musical, fino al rock più moderno. In scaletta, infatti, dopo la doverosa apertura con Il Canto degli Italiani, musiche di Verdi e Leoncavallo, ma anche di John Williams con la colonna sonora di Star Wars; sono seguiti brani celebri tratti da Cats e West Side Story, oltre ad un apprezzatissimo medley delle più famose canzoni dei Pink Floyd e dei Queen. L’immancabile Ritirata ha concluso la serata suscitando un lunghissimo applauso. Al termine del concerto, l’intervento dell’ammiraglio De Giorgi ha voluto evidenziare il rinnovato sodalizio fra Marina Militare e Telethon: “La solidarietà è un concetto che ogni marinaio porta nel cuore. Noi non lasciamo indietro nessuno. La nostra Marina ha salvato anche i naufraghi delle navi che sono state affondate in combattimento, figuriamoci se possiamo lasciare in mare qualcuno a morire. E lo stesso fa Telethon: anche Telethon non vuole lasciare indietro nessuno, soprattutto i più sfortunati, quelli che sono colpiti dalle malattie rare per le quali mancano spesso fondi per la ricerca. Noi quindi questa sera iniziamo questo percorso con Telethon per la raccolta di fondi”. Gli ospiti presenti, condividendo il messaggio dello slogan “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”, hanno dato prova di grande generosità acquistando presso i punti vendita di Telethon oltre 600 Cuori di Cioccolato permettendo la raccolta di fondi a favore della ricerca nella lotta alle malattie genetiche rare. Analoghi punti di raccolta, dove saranno disponibili - a fronte di una donazione - i “Cuori di Cioccolato”, verranno ospitati a palazzo Marina e presso i comandi periferici ed operativi ogni mercoledì dal 12 novembre al 10 dicembre.

  • 04:30 STRATEGIA ADRIATICO-IONICA NELLA CONFERENZA DI ORTONA. RUOLO CENTRALE ALLA MARINA

    19/11/2014

    Nella serata di venerdì scorso si è tenuto a Palazzo Corvo, nel centro storico di Ortona (Ch), il convegno internazionale sul tema: “La strategia della Macroregione Adriatico-Ionica: l’Europa delle opportunità”. In tale contesto la Macroregione adriatico-ionica si inquadra come strumento di coordinamento delle politiche dei fondi strutturali europei, favorendo l’integrazione politica ed economica regionale. Strategia adriatico-ionica nella conferenza di Ortona. Ruolo centrale alla Marina “La Macroregione Adriatico-Ionica si sta trasformando in una realtà concreta: per fare ciò vi è bisogno di cooperazione, sinergia e sincerità”, è il concetto espresso in sala dall’europarlamentare Ivan Jakovcic, uno tra i primi sostenitori del progetto, nonché accreditato relatore della “strategia”...

  • 02:15 IL SIGILLO LUMSA ALLA MARINA PER `MARE NOSTRUM`

    15/11/2014

    Il mondo accademico riconosce alla Marina Militare l'impegno nell'operazione umanitaria Mare Nostrum e apre una nuova forma di collaborazione comune utile alla formazione delle giovani eccellenze. Nell'aula Giubileo della Libera Università Maria Santissima Assunta, nell'ambito della cerimonia di consegna dei diplomi di laurea ai 110 e lode, il Magnifico Rettore dell'ateneo romano, professor Francesco Bonini, ha consegnato al Capo di Stato Maggiore della Forza Armata, Ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, il sigillo della Lumsa già ricevuto dai presidenti della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e Giorgio Napolitano, dal Nobel Carlo Rubbia, dall'allora cardinale e poi Papa Joseph Ratzinger , quindi da politici, giuristi e studiosi. Un riconoscimento che, ha detto il Magnifico Rettore, vuole essere anche un apprezzamento per "l'attenzione rivolta dalla Marina alle esigenze formative dei giovani. Ci sono energie che aspettano di essere valutate e valorizzate: la Marina è sensibile a questo aspetto che è un'esigenza del Paese".

  • 01:06 BARI, 10.000 CITTADINI IN VISITA A NAVE CAVOUR

    13/11/2014

    Famiglie intere, mamme, papà, bambini e nonni: circa 10.000 visitatori a Bari, che accoglie così, con un bagno di folla, la prima volta di Nave Cavour nel porto del capoluogo pugliese. Una sosta tecnica, quella della portaerei della Marina Militare, che ha voluto aprire le porte alla cittadinanza che ha ricambiato con inaspettata partecipazione.

  • 04:25 L`ABBRACCIO DI TRIESTE ALLA MARINA. CAVOUR E FASAN `PRESE D`ASSALTO` DALLA CITTADINANZA

    13/11/2014

    "Trieste. L’Italia nel cuore, nelle istituzioni, nel valore e nel coraggio. In una parola, nel DNA. Quello del Tricolore, quello che fa bagnare gli occhi di questi cittadini mentre osservano la portaerei Cavour ormeggiare per la prima volta in questo porto, dal 3 al 5 novembre, accanto alla nuova fregata multiruolo Virginio Fasan, che qui riceve la propria bandiera di combattimento, alla presenza di diverse autorità militari e istituzionali, tra cui il Sottosegretario alla Difesa, Domenico Rossi, il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, il Capo di Stato maggiore della Difesa, Ammiraglio Binelli Mantelli e della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi. Lo stesso molo che ospitò le navi militari 60 anni fa, entrate nelle acque giuliane per festeggiare la riannessione della città alla sua patria.

  • 03:31 CONSEGNATA A TRIESTE LA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE FASAN

    07/11/2014

    Nave Virginio Fasan è ufficialmente parte della “flotta operativa” della Marina Militare. Il suo ingresso ufficiale è stato sancito il 5 novembre a Trieste, nel corso della cerimonia di consegna della bandiera di combattimento, alla presenza - tra gli altri - del sottosegretario alla Difesa, Domenico Rossi, del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, del capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e del capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi.

  • 01:46 MARINA MILITARE E TRIESTE. LA PORTAEREI CAVOUR E NAVE FASAN IN PORTO DAL 3 AL 5 NOVEMBRE 2014

    31/10/2014

    La Marina Militare a Trieste, con la sua nave Ammiraglia, la portaerei Cavour, dal 3 al 5 novembre, insieme a Nave Virginio Fasan, la nuova fregata multiruolo della Classe Fremm, varata nel dicembre 2013, che, mercoledì 5, riceverà la propria bandiera di combattimento, alla presenza del Capo di Stato maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi. Una scelta importante quella di essere qui, proprio nell’anniversario dei 60 anni dalla storica riannessione al territorio nazionale. 3 giorni di sosta per le navi militari, accompagnate a terra dal Centro Mobile Informativo, e un fitto programma, tra cui visite a bordo, concerti della banda della Marina Militare e cerimonie - tra cui il 4 novembre, giornata delle Forze Armate - nei luoghi-simbolo di questa regione, il Friuli Venezia Giulia, che ha condotto una grande lotta per l’appartenenza all’Italia. La stessa da cui proviene l’udinese Virginio Fasan, valoroso sottufficiale e medaglia d’oro della Regia Marina, a cui è stata intitolata la nave che proprio qui entrerà ufficialmente nei “ruoli operativi” della Marina Militare.

  • 01:17 SUL CAVOUR SI PARLA DI `BLU ECONOMY`

    31/10/2014

    L’economia del mare è il tema al centro del focus di approfondimento organizzato dal ministero delle Politiche Agricole, con la Commissione dell’Unione europea, ad Augusta e ospitato della Marina Militare a bordo della portaerei Cavour. Un appuntamento internazionale durante il quale, addetti ai lavori e non e autorità, hanno discusso e affrontato le principali problematiche legate all’uso sostenibile delle risorse marine.

  • 04:22 ASSEMBLEA CONFITARMA: ECONOMIA DEL MARE, MARINA MILITARE A TUTELA DEGLI INTERESSI NAZIONALI

    17/10/2014

    “C’è ancora tanta voglia d’Italia nel mondo”. In questa affermazione, Emanuele Grimaldi, Presidente della Confederazione Italiana Armatori (Confitarma), racchiude l’essenza di un anno di attività legate all’economia del mare del nostro Paese. I risultati, contenuti nella relazione 2014, sono stati l’oggetto di un dibattito, mercoledì 15 ottobre a Roma, nel corso dell’ Assemblea Annuale di Confitarma, che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. Impressionanti i dati di questo comparto: anno 40 MLD di euro, solo nell’ultimo anno, e un aumento netto dell’occupazione del 4,7%. Un patrimonio da sostenere, interessi nazionali per i quali il legame con l’ambito militare della difesa e della sicurezza è diventato elemento irrinunciabile nei diversi ambiti della navigazione: da quello umanitario, come Mare Nostrum, alla sicurezza della navigazione, in senso più strettamente “nazionale” , fino alla nozione più “allargata” che comprende la lotta alla pirateria e le attività per sicurezza delle vie marittime internazionali, di cui fanno parte anche progetti come l’imbarco dei Nuclei Militari di Protezione sui mercantili e la cooperazione internazionale per il superamento dell’instabilità geopolitica di alcune aree direttamente connesse ai nostri interessi economici. Un riconoscimento, quello di Confitarma, alla funzione duale (dual use) che è resiliente nella Marina Militare, sottolineata anche dall’intervento del Ministro Lupi, che parla di sinergie e alleanze istituzionali messe a sistema per una sfida comune, che faccia ripartire il Paese proprio dal Mediterraneo. “Non c’è crescita, non c’è ripresa senza l’economia del mare” afferma il Ministro, aggiungendo che “non si può guardare al futuro se non ripartendo dalle nostre eccellenze”. Un sistema-paese insomma, in piena visione della Marina Militare, da sempre in prima linea per la tutela degli interessi nazionali.

  • 02:33 SEAFUTURE DEFENCE REFITTING 2014 ALL`ARSENALE DI LA SPEZIA

    11/10/2014

    Dall'Arsenale della Marina Militare di La Spezia unità d'intenti sulla possibilità di rilancio in un'ottica di allargamento a diversi settori industriali del Paese. Giorni di riflessione, offerti dal Sea Future e dal Defence Refitting, che hanno coinvolto il comparto Difesa in toto, con le aziende che gravitano attorno, fino a raggiungere anche e soprattutto i lavoratori. Un'edizione, la quarta, più ampia e specializzata quale segnale di forza e di capacità di "fare sistema" in particolare nel settore navale. Segnale captato dagli addetti militari di otto ambasciate in Italia e dalle undici aziende straniere che nella base navale della Marina di La Spezia hanno conosciuto un distretto tutto italiano di tecnologie marine fatto dall'aggregazione di Piccole e Medie Imprese al fianco delle Grandi, unite per concretizzare le linee di indirizzo del Governo in materia di difesa. Ad emergere la consapevolezza del ruolo dell'Italia nel panorama internazionale, come quello politico e militare in ambito mediterraneo, medio orientale ed euroasiatico. Quindi, alla luce degli eventi, l'importanza del Paese di poter contare su una Marina Militare, ed in generale su un apparato di difesa, capace di assicurare sicurezza al Paese, sostenuta da un forte tessuto industriale.

  • 02:48 VARO A LA SPEZIA DEL SOMMERGIBILE S-528 “PIETRO VENUTI”

    10/10/2014

    Il Ministro della Difesa Roberta Pinotti ha preso parte il 9 ottobre alla cerimonia per il varo del sommergibile “Pietro Venuti”. Una nuova dimostrazione dell’eccellenza della cantieristica italiana, di cui il Paese deve essere fiero. Questo, in sintesi, il messaggio del Ministro della Difesa Roberta Pinotti in occasione cerimonia di varo del sommergibile “Pietro Venuti”, che si è tenuta oggi nei cantieri del Muggiano. L’unità, frutto di collaborazioni internazionali di cui fa parte l’industria italiana della Difesa, dispone di soluzioni tecnologiche altamente innovative. Un nuovo tassello del rinnovamento della flotta della Marina Militare. Alla cerimonia hanno preso parte, tra gli altri, il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, l’amministratore delegato di Fincantieri, Ing. Giuseppe Bono, autorità civili, militari e religiose. Madrina della cerimonia, Maria Venuti, nipote del sommergibilista Pietro insignito della Medaglia d’Oro al Valore Militare per essere caduto in azione nel mare Arabico nel 1940.​

  • 01:14 IL PIROSCAFO POLLUCE CONTINUA A RESTITUIRE I SUOI TESORI

    26/09/2014

    Nella giornata di ieri, 25 settembre, la Marina Militare, in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), ha recuperato una serie di monete provenienti dal “tesoro” del relitto del piroscafo Polluce nelle acque dell'Isola d'Elba. L'operazione è stata condotta da Nave Anteo e dal Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori (COMSUBIN) “Teseo Tesei”, ad una profondità di oltre 100 metri. Il piroscafo Polluce, noto per il suo leggendario tesoro, affondò il 17 giugno 1841, speronato dal piroscafo Mongibello. La scoperta è stata possibile grazie all’impiego del nuovo ROV (Remoted Operative Vehicle) PEGASO, in dotazione a COMSUBIN, un sofisticato sistema robotico dotato di potenti bracci manipolatori, telecamere ad alta definizione e sonar di ultima generazione, che può raggiungere i 2.000 metri di profondità. Le monete recuperate - colonnati spagnoli d’argento da 8 reali – sono di grande interesse storico e numismatico e vanno ad aggiungersi alle oltre cento monete riportate alla luce da Nave Anteo e dai suoi palombari nelle precedenti missioni del 2007 e 2008. La Marina Militare esprime le proprie capacità ed impiega i propri uomini e mezzi su una gamma di attività ed operazioni che spaziano dal sociale, all’umanitario, all’ambientale, allo scientifico ed in tutti i settori d’interesse della collettività che unitamente alla funzione prettamente militare delineano le capacità dual–use in senso più ampio.

  • 04:00 IMMIGRAZIONE, MARE NOSTRUM, ITALIA, MONDO: L`AMMIRAGLIO DE GIORGI AL MEETING DI RIMINI

    02/09/2014

    Immigrazione, solidarietà, equilibri internazionali, politiche europee. E al centro, l’Italia, il Mediterraneo, Mare Nostrum, la Marina Militare. Sono i temi di scottante attualità, affrontati nel corso del convegno “L’ immigrazione e il bisogno dell'altro: Italia, Europa, Mondo”, organizzato lunedì 25 agosto al Meeting di Rimini, a cui ha partecipato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. Insieme a lui, tra gli altri, Sandro Gozi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le Politiche e gli Affari europei; Monsignor Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale; Monsignor Silvano Maria Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede per le Nazioni Unite e Carla Trommino, Presidente dell’Associazione AccoglieRete per la Tutela dei minori stranieri non accompagnati (MSNA). Al centro dell’intervento dell’ammiraglio De Giorgi, l’esperienza istituzionale, professionale e umana di Mare Nostrum, l’evoluzione del fenomeno di questa grande ondata migratoria e il costante impegno della Marina per la sicurezza e la salvaguardia della vita umana in mare. Una professionalità fatta di alta specializzazione in ambienti operativi ma anche di flessibilità e capacità di rimodularsi in ambiti civili, al servizio di tutta la collettività, che la Marina Militare ha avuto modo di illustrare nel corso dell’intera durata di questa edizione 2014 del Meeting. Lo stand istituzionale della Forza Armata, insieme al Centro Mobile Informativo, ha contato oltre 10.000 visite al giorno, tra cittadini e autorità civili e militari, tra cui – giovedì 28, anche quella del Sottosegretario alla Difesa, Onorevole Domenico Rossi. Molto apprezzata, soprattutto dai più giovani, la palestra di roccia, allestita nell’aerea sportiva della Fiera, in cui personale specializzato del Gruppo Operativo Incursori e della Brigata San Marco ha spiegato alcune tecniche addestrative di questi reparti d'élite della Forza Armata.

  • 02:46 OPERAZIONE MARE NOSTRUM, INTERVISTA AL MINISTRO DELLA SALUTE LORENZIN A BORDO DI NAVE ETNA

    04/08/2014

    Nave Etna, impegnata nell'operazione Mare Nostrum, ha ricevuto a bordo il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi e dal comandante in capo della squadra navale, ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi.

  • 05:48 OPERAZIONE MARE NOSTRUM, IL MINISTRO DELLA SALUTE LORENZIN A BORDO DI NAVE ETNA

    04/08/2014

    Nave Etna, impegnata nell'operazione Mare Nostrum, ha ricevuto oggi a bordo il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi e dal comandante in capo della squadra navale, ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi. Il ministro ha visitato le strutture di bordo, come l'infermeria, l'ospedale da campo e la tenda di biocontenimento, dove vengono esaminati e curati clinicamente i migranti recuperati durante le operazioni SAR (search and rescue - ricerca e soccorso) per poi assistere a una presentazione del riepilogo dei risultati ottenuti, durante questi 9 mesi dell'operazione Mare Nostrum. Successivamente l'equipaggio ha simulato un evento SAR, per spiegare tutte le fasi e le dinamiche che entrano in gioco durante le operazioni di recupero dei migranti. Infine il ministro Lorenzin ha salutato l'equipaggio e tutto il personale impegnato in questa operazione umanitaria (staff del Comando Gruppo Navale 29 - CGN 29, i medici Uffici Sanità Marittima Aerea e di Frontiera - USMAF, Fondazione RAVA, il personale del Corpo italiano di soccorso dell'Ordine di Malta - CISOM, medici e infermieri del Corpo Militare e le infermiere volontarie della della Croce Rossa Italiana - CRI) che quotidianamente lavorano per la salvaguardia della vita in mare. Una medaglia d'oro al merito della sanità pubblica alla Marina Militare: è il riconoscimento annunciato dal ministro Lorenzin per il "tangibile lavoro e la sicurezza offerti all'Italia e all'Europa con l'operazione Mare Nostrum".

  • 03:52 OLTRE LA DISABILITÀ CON I PALOMBARI DELLA MARINA A PORTO VENERE

    26/07/2014

    Erano in 170, venerdì 25 luglio, i sub che scandagliavano i fondali dell’insenatura del Varignano, storica sede dell’eccellenza formativa subacquea italiana, il Comando Subacquei e Incursori della Marina Militare, a Le Grazie, frazione di Porto Venere. 30 i protagonisti veri,proventi da tutta Italia, portatori di diverse disabilità fisiche, letteralmente “immersi” in un percorso speciale, simile ai circuiti seguiti normalmente dai palombari nel corso del loro addestramento professionale. 50 minuti tra relitti affondati, tra cui un elicottero e un’automobile, per finire con un passaggio sotto una vera nave militare. Ad accompagnarli, i Palombari della Marina Militare, che hanno promosso l’iniziativa ben otto anni fa, e i volontari delle associazioni che si occupano di attività formativa e sportiva dei gruppi, tra cui la HSA Italia e il gruppo Sub Ospedale di La Spezia. Il taglio del nastro della giornata in prima mattinata, con una cerimonia di benvenuto presieduta dal Comandante di Comsubin, Contrammiraglio Francesco Chionna, a cui hanno partecipato, tra gli altri, il Prefetto della Spezia e il Sindaco di Porto venere e la Pro Loco delle Grazie, i cui volontari sono attivamente impegnati nel sostegno di questa manifestazione, sin dalla prima edizione. Quest’anno, la giornata è stata organizzata nel giorno del ricordo del Maggiore del Genio Navale della Regia Marina, Teseo Tesei, a cui è intitolato il Raggruppamento Subacquei e Incursori stesso. Con l’occasione, è stato presentato al pubblico un busto in alabastrino, a lui dedicato, realizzato dallo sculture Italo Bernardino, definito il “Michelangelo dl Novecento”, scoperto e rivalorizzato dallo scultore Salvatore Urrazza nel corso di un intervento di manutenzione del patrimonio di Comsubin. Una giornata intensa, quella di ieri, che si è conclusa con una festa in Piazza a Le Grazie, con la consegna di attestati e premi ai partecipanti e l’accompagnamento di musica e piatti tradizionali.

  • 06:57 SALPA NAVE DURAND DE LA PENNE PER LA CAMPAGNA DI ISTRUZIONE 2014

    21/07/2014

    Lunedì 14 luglio, a bordo del cacciatorpediniere Durand de la Penne, ormeggiato presso il molo Capitaneria di Livorno, si è svolta la cerimonia di inizio della campagna d’istruzione a favore degli allievi dell’Accademia Navale, alla presenza del Comandante delle Scuole della Marina, ammiraglio di squadra Gerald Talarico. I 91 Allievi dei Corsi Normali, tra i quali 13 donne e 4 frequentatori stranieri (provenienti da Montenegro, Perù e Giordania), al comando del capitano di corvetta Alessandro Trivisonne, apprenderanno i principi dell’arte marinaresca, della vita di bordo e dello stretto contatto con il mare. Per la prima volta il cacciatorpediniere Durand de la Penne, al comando del capitano di vascello Ostilio De Majo, è impegnato a svolgere quest’importante attività addestrativa a favore dei futuri ufficiali della Marina e toccherà i porti di Barcellona (Spagna), Lisbona (Portogallo), Londra (Gran Bretagna), Malaga (Spagna), per poi fare rientro a Taranto il prossimo 30 agosto. La Campagna permetterà agli allievi di allargare le proprie vedute, le conoscenze ed acquisire esperienze attraverso la visita in Paesi esteri ed il contatto con popoli di diversa storia e cultura, oltre che con i colleghi di altre Marine.

  • 02:36 STRUTTURE: LO STAFF DELLO STATO MAGGIORE AD ANCONA. LA MARINA PUNTA SULL`ORGANIZZAZIONE PER PRODOTTO

    18/07/2014

  • 07:17 IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA AD AUGUSTA: `SICILIA ESEMPIO PER RECUPERO INFRASTRUTTURE`

    18/07/2014

    4 luglio 2014 “Sono soddisfatto di quello che ho visto. Qui c’è la percezione di come il personale civile e militare tiene alla Marina Militare”. E’ quello che ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, durante la visita, a capo del suo gruppo di lavoro, ad Augusta. Da Marisicilia a Comforpat, da Terravecchia a Palombara transitando dall'arsenale, un tour senza sosta per visionare tutte le infrastrutture presenti sul territorio. “Era quello che auspicavo – ha aggiunto -. La situazione economico finanziaria della Forza Armata non ci permette di acquistare o realizzare nuove strutture e quindi dobbiamo valorizzare quelle già esistenti. Come? Impiegando risorse interne” ovvero squadre lavori formate da militari e dal personale civile della Difesa. Ecco così i muratori, gli elettricisti, gli idraulici e i meccanici… “personale che si sacrifica e che verrà ripagato. Noi – ha aggiunto l’ammiraglio – puntiamo alla qualità del benessere del personale, in particolare della truppa”. Quindi nello specifico, il Capo di Stato Maggiore, ha puntato i riflettori sull’importanza strategica della Sicilia: “I venti di crisi nel Mediterraneo e i nuovi sviluppi del problema immigrazione, impongono di potenziare la presenza navale nelle basi di Messina, rimessa a nuovo, e Augusta”. 4 LUG 2014 - NAI

  • 04:47 INTEGRAZIONE MARITTIMA EUROPEA: MINISTRO PINOTTI SU NAVE CAVOUR RACCOGLIE TESTIMONE PRESIDENZA UE

    11/07/2014

    l Ministro della Difesa Roberta Pinotti ha preso parte l'8 luglio al seminario "Toward an effective European maritime integration: the implementation of the EU Maritime Security Strategy and the Common Information Sharing Environment" che si è svolto a bordo della portaerei Cavour, ormeggiata a Civitavecchia. Su nave Cavour a Civitavecchia seminario sulla sicurezza marittimaIl seminario sulla strategia di sicurezza marittima ha inaugurato le iniziative che coinvolgono il Ministero della Difesa nel semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo. Un simbolico passaggio di testimone fra la presidenza greca e quella italiana. Al simposio hanno preso parte, oltre al Ministro Pinotti, il Vice Ministro della Difesa greco Fotini Gennimata e il Ministro per gli Affari Interni e la Sicurezza Nazionale della Repubblica di Malta Emanuel Mallia. A bordo della portaerei Cavour, i rappresentanti delle Istituzioni europee dei 28 Paesi membri e dell'industria internazionale e nazionale del settore, il Capo di Stato Maggiore della Difesa Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi. «L'Italia inaugura oggi la sua Presidenza sul Mediterraneo, frontiera aperta d'Europa» ha detto il Ministro Pinotti, ricordando che proprio l'Europa è il più grande attore commerciale marittimo al mondo, con il 90% del commercio estero sviluppato via mare.

  • 04:25 IL PRESIDENTE DELLA CAMERA BOLDRINI SU NAVE SAN GIORGIO: `MEDITERRANEO, CONFINE D`EUROPA`

    26/06/2014

    L'Unione Europea non può non considerare il Mediterraneo come un confine dell'Europa anziché dei soli Stati che ci si affacciano: questo il pensiero espresso dalla Presidente della Camera Laura Boldrini nel corso della sua visita, venerdì 20 giugno, a bordo di nave San Giorgio della Marina Militare, al largo di Siracusa, in occasione della Giornata Mondiale dei Rifugiati. Ad accoglierla, il Capo di Stato maggiore della marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, che ha illustrato alla Presidente l'operatività della Marina in Mare Nostrum, in prima linea, con specialisti e mezzi, in questa operazione che ha salvato la vita ad oltre 66.000 persone in poco più di 6 mesi, con il supporto anche di altri corpi dello Stato e di associazioni governative, non governative e di volontariato imbarcate sulle unità della Marina Militare.

  • 02:26 MARINA MILITARE: LA STRAORDINARIA ROTTA DI NAVE ITALIA

    25/06/2014

    E’ stato presentato oggi, presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare, il calendario 2014 delle attività della Fondazione Tender To Nave Italia Onlus per il progetto nave Italia, che utilizza la navigazione a vela per migliorare la qualità della vita di persone rese fragili da disagio o disabilità. La campagna 2014 porterà nave Italia a circumnavigare l’intera penisola. Partita da La Spezia lo scorso 15 aprile, approderà nei principali porti italiani per imbarcare 25 equipaggi speciali ed arrivare sino a Trieste dove parteciperà alla Barcolana. I protagonisti del 2014 sono bambini e adolescenti con malattie croniche, che affrontano ogni giorno grandi ostacoli alla propria autonomia: autismo, epilessia, leucemia, trapianto di midollo. Riconquisteranno l’infanzia e la fiducia in se stessi. Navigheranno su una rotta fatta di crescita, integrazione e condivisione. Impareranno a superare i propri limiti, dare il meglio di sé, condividere regole, riconoscere la forza del gruppo. Marinai a tutti gli effetti, parte attiva dell’equipaggio di nave Italia, un brigantino di 61 metri capace di rotte davvero speciali. L’esperienza vissuta a bordo di nave Italia è lo strumento ideale perché ciascuno dia il meglio di sé e viva l’avventura come apprendimento. Il progetto è partito nel 2007 per volontà dello Yacht Club Italiano e della Marina Militare - uniti per costituire la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus – e ha permesso di imbarcare ad oggi 3136 passeggeri speciali, realizzare 153 progetti e accogliere migliaia di visitatori. La Fondazione promuove progetti di recupero, sostegno e miglioramento della qualità della vita di persone rese fragili da disagio o disabilità, attraverso una metodologia educativa e riabilitativa originale, specifica e innovativa, costruita su basi scientifiche. Nave Italia è simbolo di una convivenza possibile, una scuola di vita che promuove sviluppo e integrazione, senza escludere nessuno.

  • 03:37 VIDEO NEWS: 10 GIUGNO 2014. LA MARINA MILITARE CELEBRA LA SUA GIORNATA

    12/06/2014

    La Marina Militare celebra una delle pagine più importanti della sua storia: l'impresa di Premuda. Il 10 giugno 1918 il Comandante Luigi Rizzo e il Guardiamarina Giuseppe Aonzo, al comando dei "MAS 15" e "MAS 21" attaccarono una formazione navale austriaca affondando la corazzata "Santo Stefano". Una delle più significative e ardite azioni compiute sul mare durante la 1ª Guerra Mondiale alla quale è stata dedicata la Giornata della Marina Militare, istituita il 13 marzo 1939. Ricorrenza celebrata a Palazzo Marina, alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti che nel suo intervento ha sottolineato più volte l'importante ruolo svolto dalla Marina italiana nel Mediterraneo, grazie anche alla posizione geografica centrale, e quindi altamente strategica, del nostro Paese.

  • 02:33 LINEA BLU SUI CACCIAMINE DELLA MARINA ALLA RICERCA DEI RELITTI DELLA GRANDE GUERRA

    29/05/2014

    La condivisione e la valorizzazione della cultura del mare sono le priorità che uniscono la Marina Militare e Linea Blu, lo storico programma di Rai1 battezzato sulla Fregata Carlo Bergamini in procinto di raggiungere il Canale di Sicilia per prendere parte all’operazione militare e umanitaria Mare Nostrum. “Nel concetto di funzione di dual use, la Marina Militare – ha sottolineato il Comandante in capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Filippo Maria Foffi – oggi lavora con le Università, i Beni culturali, le organizzazioni umanitarie. E con 'Lineablu' condividiamo la valorizzazione della cultura del mare”. A timonare il tradizionale appuntamento del sabato che in 21 anni, dal 1994, ha percorso 5000 degli 8000 km di coste italiane, la giornalista Donatella Bianchi. Una nuova stagione al via per Linea Blu con tante novità e una ricorrenza: quella del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale che porterà le telecamere della trasmissione a bordo dei cacciamine della Forza Armata in giro per il Mar Adriatico alla ricerca dei relitti affondati durante il conflitto e ancora nascosti. “Grazie alla Marina e al Ministero dei Beni Culturali – ha detto la Bianchi – celebreremo in anticipo questa ricorrenza con la realizzazione di un sacrario, memoria degli uomini che hanno dato la vita per il nostro Paese".

  • 18:37 VITTORIO CASO (`PIPPO`), IL DECANO DEGLI INCURSORI DEL GOI

    20/05/2014

    Il luogotenente Vittorio Caso ha trascorso 41 dei suoi 43 anni di carriera nelle forze speciali della marina militare italiana. Trovarsi di fronte uno dei più celebri incursori (nell'esclusiva e ristretta cerchia delle forze speciali) è di per sé un'emozione. Trovarsi di fronte un incursore che, dopo aver trascorso decenni a mantenere celata la propria identità, è visibilmente emozionato per l'anomalia del rilascio di un'intervista è stato davvero toccante. Desidero ringraziare la marina militare ed il comando subacquei e incursori per l'opportunità concessa a Difesa Online ed ai suoi lettori.

  • 03:42 A CIVITAVECCHIA SI CONCLUDE LA CAMPAGNA `SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO`

    16/04/2014

    A Civitavecchia si conclude la campagna "Sistema Paese in movimento"Dopo quasi cinque mesi si è conclusa oggi a Civitavecchia la campagna "Il Sistema Paese in Movimento" del 30° Gruppo Navale della Marina militare italiana: la portaerei Cavour, la rifornitrice Etna, la fregata Bergamini e il pattugliatore Borsini, sotto il comando dell’ammiraglio di divisione Paolo Treu, erano partite dal porto laziale il 13 novembre alla volta del Canale di Suez, del Golfo Arabico e gli Oceani Indiano e Atlantico, compiendo il periplo del continente africano. Nave Borsini il 30 gennaio si è distaccata dal Gruppo Navale a seguito di un accordo tecnico di cooperazione con la Marina Militare del Mozambico.

  • 02:46 AMBIENTE: ACCORDO TRA MARINE ITALIA E USA PER BIOCARBURANTI

    02/04/2014

    La Marina Militare italiana e quella statunitense coopereranno per l’ambiente. In una giornata storica, i massimi rappresentanti delle due forze armate, l’Ammiraglio Giuseppe De Giorgi e il segretario Ray Mabus, hanno firmato, alla Biorefinery Eni di Porto Marghera, un accordo che ha come fine l’interoperabilità dei carburanti di nuova generazione per le navi e gli aeromobili. Un’intesa che prende vita dagli esperimenti portati avanti dalle due marine su miscele al 50 per cento bioderivate. Primi passi verso l’individuazione di un prodotto alternativo al combustibile di origine fossile in uso. La Marina Militare italiana è la prima in europa ad aver sperimentato operativamente il green diesel, grazie alla collaborazione con Eni, sul pattugliatore d’altura Foscari e per il 2014 proseguirà coinvolgendo più unità navali con propulsori di diverse caratteristiche, dando vita così al progetto Flotta Verde. "Le nuove navi - ha detto De Giorgi - saranno a propulsione mista tra carburante tradizionale e biodiesel con la possibilità di navigare anche a gas naturale abbattendo costi ed inquinamento. Le nuove navi saranno anche studiate in funzione di protezione civile perché i vantaggi energetici che verranno introdotti potranno essere utilizzati per dare luce a piccole città costiere in difficoltà, dare loro acqua potabile ed assistenza logistica”. A fare da sfondo al “patto” la biorefinery veneziana, primo esempio al mondo di raffineria petrolifera convertita per produrre biocarburanti da oli vegetali, anche di seconda e terza generazione.

  • 03:05 VARO NAVE CARABINIERE `SIMBOLO DEL DOVERE`

    31/03/2014

    E' stata definita la nave "simbolo del dovere". E' la quarta 'fregata multiruolo', di una serie di dieci, consegnata alla Marina Militare, frutto del programma italo-francese Fregate Europee Multi Missione (FREMM). Il varo sabato scorso allo stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso

  • 07:14 SICUREZZA SUL LAVORO: A PALAZZO MARINA FORMAZIONE E PREVENZIONE

    07/03/2014

    Promuovere la cultura della salute e della sicurezza sul posto di lavoro e non solo. A Palazzo Marina, quartier generale dello Stato Maggiore della Marina Militare, si vigila, si discute, ci si forma approfondendo le tematiche relative agli incidenti, promuovendo e diffondendo la cultura del primo soccorso nella comunità. Come? Attraverso corsi di formazione, dando voce a tutti e rivolgendosi a tutti. Marinai e non. Con un occhio di riguardo riservato alla salvaguardia… in particolare dei bambini.

  • 02:15 SOTTO UNA NUOVA LUCE. LA MARINA MILITARE PREMIA IL FARO ECOSOSTENIBILE

    27/02/2014

    Sole, vento e mare, ma soprattutto energie rinnovabili e paesaggio sono stati il focus del concorso d’idee internazionale promosso dall’associazione ambientalista Marevivo, dalla Marina Militare, dal Segretariato generale del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del Mare, dal Centro di Ricerca Citera dell’università degli studi di Roma La Sapienza, dall’Enea e dalla GSE (Gestore servizi energetici) e che si è concluso oggi con la premiazione dei migliori progetti. In tutto 30 i progetti presentati e di questi nove hanno ricevuto il premio per le quattro categorie: mobilità sostenibile, aree portuali, abitazioni e Fari, quest’ultima voluta dalla Marina Militare. Alla cerimonia di premiazione, che si è svolta oggi a Roma presso l’auditorium del MAXXI, museo nazionale delle arti del XXI secolo, per la categoria Fari il premio è stato assegnato al progetto Sotto una nuova luce di riqualificazione e riconversione energetica del Faro di Strombolicchio delle isole Eolie, degli architetti liparoti Luana Bivano e Ivan Laquidara, premiati dal contrammiraglio Carmelo Bonfiglio, responsabile delle relazioni esterne della Marina Militare. Gli architetti premiati hanno definito il progetto “un esempio di come sia possibile integrare le fonti rinnovabili e la bioarchitettura con le strutture esistenti. La torre del Faro è diventata nel progetto anche torre del vento. Le strutture esistenti possono essere ripensate in chiave ambientale e possono diventare luoghi fruibili da un pubblico sempre più ampio, diventando luoghi autosostenibili sia dal punto di vista energetico che economico”. Alla cerimonia di premiazione, moderata dalla giornalista RAI Donatella Bianchi, hanno partecipato Rosalba Giugni, presidente di Marevivo, Giovanni Gelli commissario dell’ ENEA, Livio de Santoli direttore del Centro Ricerche Citera dell’ateneo romano La Sapienza, Paolo Piacentini del Segretario generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Roberto Banchini dirigente del servizio tutela e qualità del paesaggio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

  • 02:10 DE MISTRURA: UNA SOLUZIONE INTERNAZIONALE PER I NOSTRI FUCILIERI

    26/02/2014

    Due anni e i familiari, l'’Italia e la Marina attendono il ritorno a casa dei fucilieri del San Marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti in India in attesa di una decisione della corte che per il momento ha escluso l’applicabilità della Sua Act, la legge antiterrorismo, ma continua a prendere tempo sul da farsi. “E’ stato sicuramente un segnale –ha detto il Commissario Straordinario del Governo Staffan De Mistura a margine dell’inaugurazione della mostra fotografica “"Non v’è timone senza nocchiere"” al Vittoriano – dovuto alla pressione del nostro Governo. Due anni sono troppi ed è arrivato il momento di una soluzione internazionale”.

  • 02:09 INAUGURATA LA MOSTRA “NON V`È TIMONE SENZA NOCCHIERE` DEDICATA A LATORRE E GIRONE

    25/02/2014

    La Marina Militare, in tutte le sue sfaccettature e il suo impegno che vanno al di là dei compiti di mera Forza Armata, oggi ha il volto di Latorre e Girone, i due fucilieri del San Marco trattenuti in India da oltre due anni. E a loro due è dedicata la mostra fotografica “Non v’è timone senza nocchiere” inaugurata al Vittoriano dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi: ventiquattro scatti del fotografo Massimo Sestini che rappresentano al meglio il connubio uomo-mezzo. “La Marina – ha sottolineato l’autore delle foto – è quella tra le forze armate più completa: va per mare, per aria, sottacqua e anche per terra”. Una mostra che ha come finalità una raccolta di fondi a favore della Onlus intitolata a Francesca Rava e al suo progetto Ninna ho contro l’abbandono neonatale.

  • 01:11 `NON V`E` TIMONE SENZA NOCCHIERE`: LA MARINA IN MOSTRA AL VITTORIANO

    21/02/2014

    La Marina Militare al centro della mostra fotografica d’autore, Non v’è timone senza nocchiere. Al Vittoriano, nella sala del Museo Sacrario delle Bandiere delle Fore armate, a Roma, dal 19 febbraio sono esposti 24 scatti che riassumono volti e mezzi della Forza Armata in attività. Gli stessi, realizzati da Massimo Sestini, per il calendario 2014 della Marina e che raccontano uomini e donne nell’alchimia creata con navi, sommergibili, velivoli o qualsiasi altro mezzo, tecnologicamente avanzato, che rende unica una Forza Armata al servizio del Paese e della comunità. A testimoniarlo il fine: la beneficenza. I contributi liberi dei visitatori della mostra, aperta fino al 12 marzo con ingresso gratuito, verranno devoluti, così come i proventi del calendario, alla fondazione Francesca Rava per il progetto “Ninna ho” contro l’abbandono neonatale. Quello del Vittoriano è il primo appuntamento di una mostra itinerante che verrà portata in giro.

  • 02:22 AVVIATO IL PROCESSO DI RITRUTTURAZIONE E RIORGANIZZAZIONE DEL COMANDO LOGISTICO DI NAPOLI

    19/02/2014

    Avviata al nuovo Comando logistico di Nisida l’accelerazione del processo di ristrutturazione e riorganizzazione attraverso l’innovazione e l’ottimizzazione delle risorse disponibili. Gli obiettivi fissati dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, e dal suo team, durante la due giorni di lavori nella ex base Nato, al fine di accedere a risorse finanziarie esterne disponibili sul “mercato civile”, quali i Fondi Europei di Sviluppo Regionale e riscuotere consenso in campo politico sia locale che centrale. Tra le azioni principali: la riconfigurazione di Maridist Napoli in Quartier generale Marina Napoli, e della Sezione Fari Napoli in Comando Zona Fari.

  • 02:25 BIG BLU DI ROMA: MARINA MILITARE ED ENI PRESENTANO LA `FLOTTA VERDE`

    14/02/2014

    Nell’ambito dell’ottava edizione del “Big Blu”, il Salone Internazionale della Nautica e del Mare, Marina Militare ed Eni hanno presentato i risultati della sperimentazione del biocarburante Green Diesel F76, gli obiettivi del progetto Flotta Verde e i programmi per i prossimi anni.

  • 02:21 CENTENARIO DELLA NASCITA DI LUIGI DURAND DE LA PENNE A GENOVA

    14/02/2014

    In occasione del centenario della nascita della Medaglia d’Oro al Valor Militare (M.O.V.M.) Ammiraglio Luigi Durand de la Penne, la Marina Militare ha ricordato l’Ufficiale genovese con una cerimonia che si è svolta a bordo del Cacciatorpediniere che da egli ha preso il nome, in sosta nel porto antico di Genova fino al 16 febbraio. L’Unità, al comando del Capitano di Vascello Ostilio de Majo, ha rappresentato la sede naturale di una mostra di cimeli storici riguardante la vita e le imprese dell’eroe, utili a far rivivere alle autorità ed alla cittadinanza genovese le gesta di questo italiano che è stato non solo il Comandante degli assaltatori della Marina che condussero la straordinaria Impresa di Alessandria d’Egitto (19 dicembre 1941), ma anche del Nucleo di Sminamento artefice della bonifica di tutti i porti della Liguria nel periodo post bellico. In particolare venerdì 14 febbraio l’Ammiraglio Luigi Durand de la Penne è stato ricordato attraverso una cerimonia presieduta dal Comandante in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dell’Alto Tirreno, Ammiraglio di Squadra Andrea Toscano, alla presenza della nuora della M.O.V.M., Sig.ra Annalisa de la Penne, ideale madrina della manifestazione, e di un folto numero di autorità militari e civili locali. Interessante ed approfondito è stato l’intervento del prof. Marco Geminiani, docente di Storia Navale presso l’Accademia Navale di Livorno, che ha ripercorso la vita dell’eroe attraverso la rievocazione degli avvenimenti storici che lo hanno visto attore principale durante e dopo il secondo conflitto mondiale. A seguito della lettura della motivazione del conferimento della Medaglia d’Oro al Valor Militare è stata inaugurata dalla signora Annalisa la mostra storica nella quale sono stati esposti alcuni reperti, unici nel loro genere, che sono normalmente custoditi presso il Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei” della Marina, dell’Associazione Nazionale Arditi Incursori ed a bordo del Cacciatorpediniere Durand de la Penne. Tra i vari oggetti sono stati esposti un autorespiratore utilizzato dagli uomini dei Mezzi di Assalto e rinvenuto all’interno del relitto del Sommergibile Sciré, il coltello da palombaro in dotazione all’Ufficiale e custodito dall’Istituto Idrografico della Marina, la divisa ordinaria estiva di Luigi Durand de la Penne e alcuni documenti originali della bonifica del porto di Genova a firma dell’eroe. La cerimonia si è conclusa con un lancio da elicottero SH-90, svolto con la tecnica della caduta libera, condotto da parte di un team del Gruppo Operativo Incursori guidati dal Comandante di Comsubin, Contrammiraglio Francesco Chionna, a sottolineare la “doppia veste” dell’Ammiraglio de la Penne: marinaio ma anche assaltatore, ideale precursore degli Incursori di Marina. Al termine degli eventi aperti al pubblico, in una cerimonia più intima e toccante, il Comandante di Comsubin ed il Comandante di Nave de la Penne con relative rappresentanza si sono recati a Portofino dove, nel locale cimitero, riposa l’Ammiraglio Luigi Durand de la Penne. Lì, in uno scenario assai suggestivo, l’Ammiraglio Chionna ed il Comandante De Majo, alla presenza del Sindaco di Portofino dott. Giorgio D’Alia, hanno deposto una corona sulla tomba monumentale dell’eroe in memoria di tutti coloro che hanno offerto la loro vita per il bene supremo della Nazione. I prossimi eventi, oltre alle visite a bordo dell’Unità ed alla mostra aperte alla cittadinanza durante il periodo della sosta, si svolgeranno domenica 16 febbraio ed inizieranno alle ore 10.00 con la Santa Messa domenicale, svolta a bordo di Nave Durand de la Penne, che lo Stato Maggiore della Marina ha voluto fare celebrare in suffragio delle vittime dell’incidente alla torre del porto di Genova e si concluderanno alle ore 18.00 all’auditorium dell’acquario con una conferenza dal titolo “L’impresa di Alessandria e Luigi Durand de la Penne” tenuta dal Comandante di Comsubin, Contrammiraglio Francesco Chionna.

  • 01:36 TUTELA DELL`AMBIENTE, VELA E SPORT: LA MARINA MILITARE AL BIGBLU

    13/02/2014

    Vela, sport e tutela dell’ambiente marino: è il tema principale dello stand della Marina Militare all’8° edicione del Big Blu, il Salone Internazionale della Nautica e del Mare. Lo spazio espositivo della Forza Armata, allestito alla Fiera di Roma per la la manifestazione riconosciuta oggi quale punto di riferimento per gli operatori e gli appassionati del mare, è stato subito visitato da giovani e meno giovani, incuriositi e affascinati dal mondo Marina illustrato a 360 gradi, anche con l’ausilio dell’Ufficio Storico. Nel contesto del Salone, la Marina presenterà il Programma Operativo Nazionale “Sicurezza per lo sviluppo” e la sua Flotta verde con i risultati della sperimentazione del Green F76.

  • 04:18 SOMMERGIBILI E SOMMERGIBILISTI: MEZZI E UOMINI `TACITI ED INVISIBILI`

    12/02/2014

    "Sfiorano l'onde nere nella fitta oscurità… Taciti ed invisibili…” così recita l’inno di quegli uomini della Marina Militare che hanno scelto una delle professioni più affascinanti della Forza Armata: il sommergibilista. Categoria che richiede una preparazione tecnica specifica, oltre ad una predisposizione fisica e mentale. Grazie al processo di ampliamento e modernizzazione che la Marina Militare ha affrontato nel settore della subacquea, dettato dalle esigenze di mezzi via via più avanzati come i battelli della classe Sauro e i moderni e sofisticati battelli della classe Todaro, oggi la Scuola Sommergibili, dotata dei più avanzati ausili didattico-addestrativi quali gli allenatori di immersione e di combattimento (vere e proprie repliche degli ambienti di bordo in grado di riprodurre i comportamenti dinamici del sommergibile), costituisce un riferimento assoluto per le forze subacquee delle Marine moderne capace, all’occorrenza, di fornire supporto formativo ed addestrativi anche a Marine alleate. Il percorso formativo degli aspiranti sommergibilisti ha inizio presso gli istituti di formazione della Marina Militare – Accademia Navale e Scuola Sottufficiali – e al termine della formazione di base si accede alla Scuola Sommergibili per il Tirocinio Basico, indipendentemente dal corpo, grado e categoria di appartenenza, della durata di 5 settimane, cui fa seguito un periodo di destinazione a bordo durante il quale l’allievo approfondisce, mettendole in pratica, le nozioni precedentemente acquisite consentendo, attraverso l’attenta osservazione del Comandante dell’Unità, la valutazione della propria attitudine ad operare sui sottomarini. Il superamento dell’esame finale, che considera il rendimento complessivo dei due periodi di tirocinio (a terra e a bordo), è il presupposto necessario per il definitivo ingresso nella componente. A partire da questo momento il sommergibilista inizia un percorso di crescita professionale che gli consentirà, attraverso periodici ritorni la Scuola Sommergibili , di elevare il proprio profilo di specializzazione e di esperienza, allineando le proprie competenze agli incarichi di maggiore responsabilità che nel tempo assumerà a bordo. Scelta di vita dettata dall'idea di utilizzare un mezzo tecnico nuovo e potente, all'avanguardia. Come il sommergibile Scirè: classe Todaro sviluppata con il programma italo-tedesco U212A, consegnata il 19 febbraio 2007, l’Unità è dotata delle più moderne apparecchiature, tra le quali l’innovativo sistema di propulsione a celle combustibile, che sfrutta la reazione chimica dell’ossigeno e dell’idrogeno per la produzione di energia elettrica sfruttabile per la propulsione. A bordo opera un equipaggio di sole 27 persone, altamente specializzate ed esperte, grazie all’innovazione apportata dai più moderni apparati che permettono uno spinto livello di automazione. I battelli classe U212a nascono dalla cooperazione nel campo tecnico-industriale tra la Marina Italiana e la Marina Tedesca e dall’esigenza di dotarsi di piattaforme subacquee altamente competitive nel quadro dei sommergibili convenzionali d’attacco. Da quando è entrato in linea, lo Scirè ha preso parte a molteplici operazioni, come ad esempio la missione NATO denominata Active Endevour, per il contrasto del terrorismo e dei traffici illeciti sul mare, alcune rilevanti operazioni di monitoraggio e sorveglianza degli interessi nazionali nei traffici marittimi e la Campagna addestrativa CONUS 09, una ridislocazione di cinque mesi lungo le coste orientali degli Stati Uniti durante la quale sono state affinate le procedure di impiego dei sensori acustici di ultimissima generazione di cui il battello dispone, la capacità di integrazione con la marina statunitense e le notevoli ed importanti capacità expeditionary dei battelli classe Todaro. La sua notevole silenziosità, la spiccata capacità di occultamento e le capacità di operare in collaborazione al Gruppo Operativo Incursori nell’ambito delle operazioni speciali lo rendono una piattaforma particolarmente idonea alla raccolta di dati intelligence e di sorveglianza delle aree assegnate, integrandosi in modo efficace nei dispositivi di difesa nazionali, multinazionali e NATO. L’Unità ha preso parte, inoltre, a molteplici attività addestrative nazionali, come le esercitazioni complesse Mare Aperto e Amphex, ed attività internazionali quali la Noble Manta e la Noble Mariner. Alla stessa classe appartiene il sommergibile Todaro. In “servizio” la Marina Militare ha altri quattro battelli, della classe Sauro, evoluzione dei sottomarini classe Toti, quali il Pelosi, Prini, Longobardo e Gazzana.

  • 04:06 MARICENTADD: POLO FORMATIVO ALL`AVANGUARDIA PER EQUIPAGGI `COMBAT READY`

    30/01/2014

    Un'’eccellenza della formazione della Marina Militare, riconosciuta anche in ambito internazionale, è il Centro Addestrativo Aeronavale di Taranto. Qui Ufficiali e Sottufficiali ricevono una preparazione teorica e svolgono tirocini pratici a terra per una elevata specializzazione in mare: simulazioni delle conduzioni operative simili a quelle incontrate sulle Unità navali. Così singoli ed equipaggi, ed anche marine straniere, conseguono quell’efficienza necessaria alla buona riuscita di ogni missione. Interazioni, conduzioni di operazioni aeronavali, pianificazioni, esercitazioni a caldo sui sistemi d’arma presenti sulle coperte delle navi. Antincendio, antifalla e navigazione in ogni condizione meteomarina: sotto esame interi equipaggi in un processo continuo di azione, errore, analisi e correzione per il raggiungimento dell’affidabilità e dell’affiatamento, ovvero il risultato di “combat ready”. L'’istituzione Maricentadd risale al luglio del 1972, a seguito della soppressione degli appositi centri creati dopo la Seconda Guerra Mondiale, per l’addestramento specifico nelle singole funzioni operative che le unità navali dovevano assolvere. Il Centro Addestramento è organizzato essenzialmente in una componente Addestrativa, costituita da circa 33 ufficiali e 177 sottufficiali e da una componente Comando, Logistica e di Supporto, costituita da circa 50 ufficiali e 512 fra sottufficiali e militari di truppa (111). Nello stesso comprensorio insistono anche le strutture del Centro di Programmazione della Marina (Maricenprog), responsabile dello sviluppo e della gestione dei software dei Sistemi di Comando e Controllo per il combattimento nonchè dell’integrazione dei sistemi data link. Il Centro Addestramento Aeronavale è situato nei pressi del Faro di Capo San Vito, circa 10 Km a sud della città di Taranto.

  • 05:50 ACCADEMIA NAVALE DI LIVORNO: 139 ALLIEVI HANNO GIURATO FEDELTÀ ALLA REPUBBLICA

    24/12/2013

    139 le voci che si sono levate all'unisono dal piazzale dell'Accademia Navale di Livorno, sabato 7 dicembre, per il giuramento degli allievi ufficiali, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa Luigi Binelli Mantelli, del Sottosegretario alla Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, accolti dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi e dal Comandante dell'Accademia Navale, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone. Solennità, valori e senso di responsabilità al centro degli interventi delle autorità ma anche emozione e orgoglioso senso di appartenenza alle istituzioni: questo il sentimento condiviso nel corso della cerimonia, che suggella l capacità di continuare sulla rotta del futuro anche nei momenti più impegnativi.

  • 05:41 CONCERTO DELLA MARINA MILITARE: SOLIDARIETÀ E SPIRITO DI SQUADRA ALL`AUDITORIUM DI ROMA

    21/12/2013

    Solidarietà e spirito di squadra, un binomio irrinunciabile che stanno alla base di una professionalità al servizio di tutti, che alimenta e si alimenta di cultura fondata su valori forti e sulla capacità di guardare al futuro, anche attraverso la musica. Questo il messaggio del Concerto di Natale, organizzato mercoledì 18 dicembre, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli. La Banda della Marina Militare, vera e propria orchestra di musicisti professionisti, in collaborazione con il Conservatorio Santa Cecilia, si è esibita all'Auditorium Parco della Musica di Roma, in una serata dedicata alla solidarietà attraverso una raccolta fondi a favore delle Fondazioni Onlus Bambino Gesù e Francesca Rava NPH Italia. Per quest'ultima, sul palco, in un divertente siparietto, anche l'attore e comico Andrea Pellizzari, il noto "Mr Brown" della tv, in prima linea da anni, con la Marina Militare, per il sostegno delle iniziative ai bambini di Haiti, che ancora risentono delle conseguenze del disastroso terremoto del 2010. Presentato dalla giornalista Benedetta Rinaldi e diretto dal Maestro Capitano di Fregata Antonio Barbagallo, con la partecipazione del tenore e Sottocapo di 3^ classe Caludio Minardi, la fisarmonicista Saria Convertino e un quintetto d'archi, composto dai migliori talenti dello storico Conservatorio Santa Cecilia, il repertorio del concerto si è snodato tra brani di Rossini, Morricone, Verdi, Puccini, insieme ad inni e marce tradizionali della Marina Militare, a cui hanno fatto da cornice coreografie a cui hanno partecipato uomini e donne della Marina Militare in uniformi tradizionali e specialistiche, dando vita ad uno spettacolo emozionante e suggestivo, in cui sono stati inseriti anche alcuni videoclip con immagini storiche e moderne, in onore del 72esimo anniversario dell'impresa di Alessandria e del Centenario dell’Aviazione Navale, accompagnate dall’Inno delle Forze Aeree, dal titolo "Con il cuore oltre l’ostacolo".

  • 03:02 5^ EDIZIONE DEL PREMIO IDRIA - PATERNÒ (CT)

    19/12/2013

    Venerdì 13 dicembre 2013, alle ore 16.00, presso la Chiesa S. Barbara di Paternò (CT) si è svolta la cerimonia di consegna del Premio IDRIA ai militari delle Forze Armate ed esponenti delle Istituzioni dello Stato che si sono particolarmente distinti in operazioni umanitarie in ambito nazionale ed internazionale. Il riconoscimento, giunto alla 5^ edizione e istituito dal Comune e dalla Pro Loco di Paternò con il Patrocinio del Ministero della Difesa è stato conferito, tra gli altri, anche al personale della Marina Militare per la generosità, lo spirito di solidarietà e il coraggio con cui i militari hanno operato al servizio della comunità. In particolare il premio è stato conferito al: Sergente N. Donato Domenico di Nave Sibilla, Sergente N. Crapanzano Raimondo di Nave Spica e l’Allievo Sergente Restuccia Antonino, in passato facente parte di Nave Cassiopea in qualità di Sottocapo di 2^ Classe. A consegnare il premio al personale della Marina Militare ha provveduto il Contrammiraglio Roberto CAMERINI, Comandante Militare Marittimo Autonomo in Sicilia. Nel corso della cerimonia è stato ricordato il Capitano dei Bersaglieri Giuseppe La Rosa, deceduto a soli 31 anni in un attentato a Farah, in Afghanistan l’otto giugno 2013. Il premio alla memoria è stato ritirato dai genitori del Capitano nativo di Barcellona Pozzo di Gotto (ME). La cerimonia si è conclusa con la deposizione di una Corona al monumento ai Caduti, resa ancora più suggestiva dall’esibizione della Fanfara dei Bersaglieri di Caltanissetta.

  • 01:10 CONCERTO DI BENEFICENZA DELLA BANDA MUSICALE DELLA MARINA (PARTE SECONDA)

    18/12/2013

    Concerto della Banda Musicale della Marina Militare diretta dal Maestro capitano di fregata Antonio Barbagallo. La serata di beneficenza, a favore delle Fondazioni Bambino Gesù Onlus e Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, è stata accompagnata dalla voce del tenore Sottocapo di 3^ classe Claudio Minardi. Il programma ha previsto brani di Rossini, Morricone, Verdi e Puccini. Il concerto, nella cui scaletta sono inseriti alcuni video, ha celebrato anche il Centenario dell’Aviazione Navale con l’esecuzione dell’Inno

  • 01:05 CONCERTO DI BENEFICENZA DELLA BANDA MUSICALE DELLA MARINA (PARTE PRIMA)

    18/12/2013

    Concerto della Banda Musicale della Marina Militare diretta dal Maestro capitano di fregata Antonio Barbagallo. La serata di beneficenza, a favore delle Fondazioni Bambino Gesù Onlus e Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, è stata accompagnata dalla voce del tenore Sottocapo di 3^ classe Claudio Minardi. Il programma ha previsto brani di Rossini, Morricone, Verdi e Puccini. Il concerto, nella cui scaletta sono inseriti alcuni video, ha celebrato anche il Centenario dell’Aviazione Navale con l’esecuzione dell’Inno

  • 04:08 MOSTRA DELLA MARINA MILITARE A CASTELLAMMARE DI STABIA

    13/12/2013

    A Castellammare di Stabia (Napoli), fino al 15 dicembre 2013, nel "Palazzetto del Mare" è stata aperta al pubblico la mostra della Marina Militare. L'esposizione, allestita all'insegna del binomio tradizione-innovazione, vede esposti, al fianco delle Unità da anni in linea nella Squadra Navale come l'Incrociatore Giuseppe Garibaldi e la nave scuola Amerigo Vespucci, modelli di navi e sommergibili di nuova costruzione, compresa la portaerei Cavour. Il visitatore si può cimentare nella conduzione di una nave militare attraverso l'ausilio di un simulatore di plancia e vedere le immagini tridimensionali del proiettore oleografico. La Mostra è stata ufficialmente inaugurata mercoledì 11 dicembre dall'ammiraglio ispettore capo Stefano Tortora, Comandante Logistico della Marina Militare, alla presenza delle massime autorità civili della cittadina stabiese.

  • 03:33 LA MARINA FESTEGGIA LA PATRONA SANTA BARBARA A SAN GIOVANNI IN LATERANO

    05/12/2013

    «Solidarietà, dedizione, sacrificio. E speranza». Nel giorno dedicato alla patrona della Marina Militare, Santa Barbara, sua eccellenza monsignore Santo Marcianò, Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia ha indicato la rotta. Le sue parole, pronunciate nell’omelia della Messa solenne celebrata nella Basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma, hanno scaldato il cuore dei marinai. Molteplici i riferimenti. Su tutti l’omaggio ai due fucilieri, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. «Li ho incontrati nei giorni scorsi - ha annunciato - e vi parlo della loro sofferenza, ma anche della speranza di averli presto tra noi». Il presule ha indicato le sfumature del dolore alle quali il personale della Marina è chiamato a rispondere con prontezza, esperienza, serietà, rischio, ma soprattutto donando il proprio amore. «Valori alti che devono essere conosciuti e riconosciuti», ha spiegato. Riferendosi alle importanti decisioni che riguardano il futuro dei mezzi navali della Marina Militare, valori imprescindibili per la sicurezza e la tutela dei deboli e della libertà, riconosciuti anche a livello internazionale. Infine un toccante passaggio. «Per ricordare il 70° anniversario dell’affondamento della corazzata Roma e la perdita dei 1393 marinai, sacrificatisi a servizio del paese». Parole alle quali hanno fatto eco le riflessioni degli ammiragli Luigi Binelli Mantelli, Capo di stato maggiore della Difesa e Giuseppe De Giorgi, Capo di stato maggiore della Marina. «La Marina è vicina ai nostri due fucilieri e a tutto il personale», ha ribadito quest’ultimo. «Nel corso di questi mesi abbiamo lavorato molto. Con un duplice obbiettivo: migliorare le condizioni degli alloggi e ridare impulso alla flotta». Alla liturgia, accompagnata dalla Banda musicale della Marina Militare diretta dal maestro capitano di fregata Antonio Barbagallo e dal Coro dell’Aventino del maestro Fabio Avolio, hanno partecipato autorità militari e civili, i medaglieri dell’Associazione Marinai d’Italia, con il presidente ammiraglio Paolo Pagnottella, dell’Associazione Genieri e Trasmettitori e dell’Associazione Artiglieri e una delegazione del Corpo dei Vigili del Fuoco. Al termine sono state benedette le formelle della nuova Via Crucis della Cappella dedicata a Santa Barbara allo Stato Maggiore della Marina, opera di Liliana Lucia Consoli.

  • 04:16 GRUPPO OPERATIVO SUBACQUEI: SI BREVETTA IL CORSO ORDINARIO `ORION`

    03/12/2013

    Sono 16 i nuovi operatori del corso ordinario palombari che hanno ricevuto il brevetto, venerdì 29 novembre, nella storica sede della scuola subacquei del Comando Subacquei e Incursori (COMSUBIN) della Marina Militare al Varignano, tra Porto Venere e La Spezia, alla presenza del Capo di stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, e delle autorità civili e militari dell’area di La Spezia. 16, come il numero di stelle della costellazione di Orione, che ha dato il nome a questo corso di giovani operatori - il cui padrino, contrammiraglio Tiberio Moro, è stato primo Comandante del G.O.S. e primo comandante di Nave Anteo - che saranno inseriti tra i ranghi del Gruppo operativo subacquei (GOS) per imparare dai loro colleghi ad affrontare le diverse missioni in cui saranno impegnati. Disciplina, dedizione al servizio, acquaticità e capacità subacquee, caratteristiche che hanno permesso a questi 16 ragazzi di giungere al termine di 11 mesi di formazione durissima e selettiva sott’acqua e nelle aule della Scuola subacquei. Un traguardo che però rappresenta solo l'inizio, come ha sottolineato il Comandante di Comsubin, contrammiraglio Francesco Chionna, che ha ricordato ai neo brevettati che aver conseguito il basco blu da palombaro significa solo aver concluso la prima tappa di una più dura ed intensa vita professionale. Nel suo saluto, l’ammiraglio De Giorgi ha voluto ribadire l’interesse della Marina Militare ad operare affinché il Parlamento trovi le risorse necessarie a sostenere queste altissime professionalità presenti nella Forza Armata, annunciando che è già allo studio il progetto di una nuova nave d’appoggio alle operazioni subacquee, ad avanzata tecnologia e a basse emissioni ambientali, che sostituirà l'attuale unità dei palombari, Nave Anteo. Assegnati anche, durante la cerimonia, i brevetti da sommozzatore a personale della Marina Militare e della Guardia di Finanza, al termine di uno specifico iter formativo per il rilascio del brevetto di operatore militare subacqueo, di cui il Gruppo Scuole di Comsubin è l'unico Ente, per tutte le Forze Armate e i tutti i corpi armati dello Stato, titolato per legge alla formazione e al rilascio del titolo.

  • 02:57 NUCLEI MILITARI DI PROTEZIONE

    28/11/2013

    Si chiamano Nuclei Militari di Protezione. Fanno parte della Brigata San Marco. Il loro compito, dal 2011, anno della loro costituzione e inserimento in un quadro normativo a seguito della firma di un protocollo d'intesa tra la Difesa e Confitarma, è il contrasto alla pirateria e lo svolgimento di compiti di sicurezza in mare. Essenzialmente “vigilanza, osservazione e monitoraggio di ogni situazione potenzialmente pericolosa per l'incolumità del mercantile e delle persone a bordo”. Nel 2012 sono stati 15 i 'Nuclei militari di protezione' del Reggimento San Marco addestrati a compiti anti-pirateria. Almeno 10 di questi team hanno assicurato una presenza continuativa nelle aree infestate da pirati, soddisfacendo più dell'80% delle richieste di scorta avanzate dagli armatori italiani. 150 le missioni di scorta effettuate dai fucilieri del San Marco, durante le quali sono stati sventati numerosi tentativi di sequestro di mercantili.

  • 02:14 LA MARINA MILITARE “RIPARTE CON IL PAESE” A EUROMA 2

    21/11/2013

    Un viaggio nella storia, nella cultura e nelle professionalità della Marina Militare: così si presenta la mostra della Forza Armata, allestita fino a domenica 24 novembre a Euroma 2, uno dei centri commerciali più moderni di Roma. “Facciamo ripartire il paese” - questo il nome dell’iniziativa - è un percorso che si snoda attraverso stand espositivi, allestimenti interattivi e punti di informazione, con cui la Forza Armata presenta se stessa, in una visione d’insieme che mette al centro l’eccellenza Paese. Tra modelli di aerei, elicotteri e sommergibili, numerosi gli stand espositivi tra i quali quello del Comando Subacquei e Incursori della Marina Militare, dell’Istituto Idrografico, dell’Ufficio Storico – che soffia quest’anno le sue cento candeline – e diversi punti d’informazione, tra i quali, nel piazzale, il Centro mobile Informativo, con il suo allestimento di video e sistemi promozionali all’avanguardia. A disposizione del pubblico, la strumentazione per la simulazione del sistema di decollo e appontaggio dei nostri aerei e il simulatore di plancia delle fregate classe Bergamini, ultima generazione di tecnologia navale. All’interno dell’area espositiva è possibile acquistare il Calendario della Marina Militare 2014, i cui proventi sosterranno il progetto “Ninna Ho” contro l’abbandono neonatale coordinato dalla Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus. A chiusura, sabato 23 e domenica 24, i concerti della banda Musicale della Marina Militare, tra inni, marce e colonne sonore di film di successo, tra cui “Il Postino”, “Sister Act” e “Saranno Famosi” e altri celebri brani di musica leggera.

  • 03:07 PROGETTO “FLOTTA VERDE” PER NAVI ECOSOSTENIBILI. LA MARINA IN PRIMA FILA

    21/11/2013

    «L’obiettivo è sviluppare e varare una generazione di navi eco-efficienti a impatto ambientale zero». L’ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, capo di stato maggiore della Marina Militare, ha lanciato il progetto “flotta verde” nel corso di un workshop dedicato al “Ruolo della Marina Militare per l’impiego del gas naturale nella propulsione navale”. L’incontro di studio, svoltosi al Circolo sottufficiali di Tor di Quinto e organizzato da Symposia in collaborazione con WEC (World Energy Council) Italia, è il primo di una serie di tre giornate dedicate allo sviluppo e applicazione del Gas naturale liquefatto. Una risorsa energetica il cui utilizzo è in forte espansione grazie alla competitività economica e ambientale. L’utilizzo del GNL come carburante è una nuova frontiera che sta suscitando l’interesse delle Marine Militari in una prospettiva di maggiore flessibilità operativa, riduzione dei costi e possibilità di operare con un ridottissimo impatto ambientale sia in ambito portuale che nelle aree di maggiore pregio e tutela, ad esempio i mari artici ed antartici e le riserve naturali.

  • 06:00 NAVE CAVOUR, ROTTA VERSO L`AFRICA CON IL SISTEMA PAESE

    14/11/2013

    Prende il via la missione "Il sistema paese in movimento" con la partenza, dal porto di Civitavecchia, di nave Cavour nel pomeriggio di mercoledì 13 novembre. Il «benvenuti a bordo» dell’ammiraglio di squadra Giuseppe de Giorgi, capo di stato maggiore della Marina Militare, dall’hangar della portaerei Cavour ha dato il via all’attività del Gruppo Navale Cavour della Marina Militare. «È un progetto ambizioso, un’impresa storica, che parte da lontano - le parole dell’Ammiraglio - e che grazie ai partner ha superato anche lo scoglio dei costi, così da non sottrarre risorse al bilancio. Una ambasciata itinerante che coniuga in sinergia le risorse dei Ministeri degli Affari Esteri e della Difesa, esempio italiano di efficienza, promozione e solidarietà al servizio dello sviluppo e della sicurezza per la prosperità». Sul ponte di volo dell’unità s’è svolta la cerimonia che ha sancito la partenza. A fianco di De Giorgi, l’ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi, comandante in capo della Squadra Navale e l’ammiraglio di divisione Paolo Treu, comandante delle Forze d'Altura. Schierati per il saluto ufficiale l'equipaggio e il personale coinvolti nella campagna, al quale ha fatto da cornice la presenza della Banda della Marina Militare. L’operazione è stata illustrata nel dettaglio in un incontro con la stampa svoltosi a bordo. L’ammiraglio di divisione Paolo Treu, Comandante del 30° Gruppo Navale Italiano - al suo fianco il contrammiraglio Enrico Credendino, Capo 3° Reparto dello Stato Maggiore Marina - ha focalizzato le tappe del road show. «Una maniera innovativa per svolgere un’attività che tutte le nazioni fanno, un’azione che privilegia i talenti italiani nel settore dei prodotti e dei servizi». Pensieri cari anche al Ministro plenipotenziario Luigi Maria Vignali, del Ministero degli Affari Esteri , che ha ribadito il messaggio di italianità portato nel mondo dai 1200 uomini e donne imbarcati: cuore, menti e braccia dell’Italia. I partner coinvolti nel progetto, hanno ribadito l’importanza e l’entusismo che contraddistinguono la Campagna e le positive ricadute attese per il Sistema Paese. Una crociera nel segno della promozione del Made in Italy contraddistinta dallo Spirito di squadra, volano delle eccellenze nazionali. Non solo. Al Gruppo Navale sono stati affidati altri compiti. Tra questi: assistenza umanitaria nei confronti delle popolazioni, sicurezza marittima attraverso operazioni di antipirateria e protezione del traffico mercantile nazionale, sostegno alle Marine dei paesi rivieraschi, in funzione di cooperazione, sviluppo e modernizzazione e supporto alla politica estera nazionale. La formazione, che sarà completata dalla fregata lanciamissili Bergamini, dal pattugliatore Borsini e dalla nave rifornitrice Etna, dirigerà verso il Canale di Suez. Quindi il timone farà rotta su Jedda, in Arabia Saudita, prima tappa del periplo che toccherà 18 paesi e 20 città dell’Africa e del Golfo Arabico e che avrà la durata di quasi cinque mesi e che percorrerà oltre 18 mila miglia, circa 36 mila chilometri. Per gli aspetti umanitari, partecipano le infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana insieme a Fondazione Rava e Operation Smile. La Campagna vede la partecipazione dei ministeri degli Affari esteri, dello Sviluppo economico e dei Beni e delle attività culturali e del turismo, ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, Expo 2015 e imprese che rappresentano l'eccellenza nazionale.

  • 04:16 PRESENTATO IL `GRUPPO NAVALE CAVOUR`

    06/11/2013

    Il 5 novermbre si è svolta a Roma alla presenza del ministro della Difesa Mario Mauro e del capo di Stato maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, la conferenza stampa per la presentazione della Campagna Navale della Marina Militare che raggiungerà 7 Paesi del Golfo Arabico e 13 del continente africano. Durante l’incontro, tenutosi presso il circolo ufficiali delle Forze Armate, il ministro della Difesa Mario Mauro, il capo di Stato maggiore della Marina ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi hanno ricordato come l’obiettivo del Gruppo Navale Cavour, oltre a garantire l’addestramento del personale e dei mezzi della Marina Militare, è quello di rafforzare la presenza del nostro Paese in aree geografiche strategiche per gli interessi dell’Italia. Il capo di Stato maggiore della Difesa ammiraglio Binelli Mantelli, ha rilevato che tutte le operazioni militari hanno un costo, ma sono anche un investimento per il Paese ed è dunque bene approfondire tutti gli aspetti prima di fare facili critiche. Il ministro Mauro ha poi ricordato come le Forze Armate contribuiscono in maniera importante alla nostra politica estera, con questa iniziativa mettiamo in vetrina il sistema Italia con i suoi prodotti straordinari e puntiamo a far recuperare competitività al nostro Paese.

  • 04:09 PALESTRA SAILOR`S CLUB: A LA SPEZIA, LA MARINA IN CAMPO PER IL BENESSERE DEL PERSONALE

    31/10/2013

    400 metri quadri di fitness e benessere. Questo il prestigioso risultato ottenuto a La Spezia, dove grazie al lavoro di squadra del proprio personale civile e militare, la Marina Militare ha valorizzato una struttura dismessa, trasformandola in una palestra all'avanguardia. Il progetto, nato in seno all'Organismo di Protezione Sociale delle Forze Armate, ha permesso di dotare il personale di truppa e i sottufficiali, con apertura anche ad un'aliquota di ufficiali, di una palestra all'avanguardia con attrezzi ultramoderni e un'area relax, in cui gli utenti potranno mantenersi in forma, avvalendosi del supporto di istruttori professionisti e personale specializzato. Un progetto virtuoso che ha portato a valorizzare le esigenze del personale, rivalutando, al tempo stesso strutture esistenti, con forze interne. ali per tutte le esigenze; - Sala per lavoro aerobico. Un'area benessere con sauna e bagno turco, infermeria e spogliatoi. Gli utenti si avvarranno del supporto di istruttori professionisti. E' la nuova palestra creata da Maricommi La Spezia, nell'ambito dell'Organismo di Protezione Sociale per il Ruolo Graduati e Truppa "Sailor's Club".

  • 03:04 MARE NOSTRUM, L`IMPEGNO DELLA MARINA PER RAFFORZARE IL DISPOSITIVO DI SORVEGLIANZA E SOCCORSO IN ALTO MARE

    29/10/2013

    Nave San Marco, Canale di Sicilia al largo delle coste di Lampedusa. E’ qui che risiede il comando della task force Mare Nostrum: operazione militare e umanitaria che ha l'obiettivo di rafforzare il dispositivo di sorveglianza e soccorso in alto mare che era già presente. Sotto il coordinamento dalla Marina Militare, che impiega oltre alla stessa nave anfibia San Marco, anche le fregate Maestrale ed Espero, il pattugliatore Cigala Fulgosi, e le corvette Chimera ed Urania, operano personale e mezzi di Esercito, Aeronautica, carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera e Polizia. Un ingente dispiego di persone e mezzi che potrebbe essere insufficiente ad arginare il problema.

  • 06:21 LA MARINA MILITARE PRESENTE AL CENTRO COMMERCIALE PORTA DI ROMA

    25/10/2013

    Per l'occasione è stato proiettato un video promozionale sulla Torre del Centro Commerciale creando uno schermo di circa 300 mq visibile anche dal Grande Raccordo Anulare di Roma

  • 04:46 L’AVIAZIONE NAVALE DELLA MARINA IN MOSTRA A PORTA DI ROMA

    25/10/2013

    Dal 20 al 27 ottobre la Marina Militare è presente alla Galleria commerciale "Porta di Roma" con spazi espositivi per ricordare il centenario dell’Aviazione Navale. Nata nel 1913 con l’istituzione del “Servizio aeronautico della Regia Marina”, l’Aviazione Navale, a distanza di cento anni di storia avvolta da passione, ardimento e coraggio, è oggi un strumento di difesa della flotta, indispensabile per estenderne il raggio d’azione e per proiettare le capacità operative nazionali sul mare e dal mare. I visitatori che parteciperanno alla manifestazione potranno vivere un’esperienza unica con il personale della Marina Militare, tra percorsi fotografici, modelli di mezzi navali e aerei. Il pubblico interagirà con il simulatore di plancia della FREMM (Fregata europea multi missione) Bergamini, con il proiettore olografico e con dispositivi interattivi. Sarà disponibile anche il Centro Mobile Informativo della Marina Militare e un elicottero SH3D dei reparti di volo.

  • 15:21 DISCORSO DEL CAPO DI STATO MAGGIORE AMMIRAGLIO DE GIORGI - ANCONA, CONSEGNA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE BERGAMINI

    21/10/2013

    Il rinnovamento della flotta della Marina come contributo concreto al rilancio dell'economia del Paese e alla lotta contro i sempre più evidenti rischi di instabilità, insicurezza e traffici criminali, che hanno causato solo negli ultimi mesi grandi tragedie umane nel Mediterraneo. Sono solo alcuni dei temi affrontati dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare , Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, il 16 ottobre ad Ancona, in occasione della consegna della Bandiera di Combattimento a Nave Bergamini, la prima fregata della Marina appartenente FREMM ad entrare nella Squadra Navale della Forza Armata. La Marina non può scomparire e venire meno ai suoi compiti e alle nuove esigenze del Paese - nelle parole accorate dell'Ammiraglio De Giorgi - e non si accontenta di interventi-tampone. La Marina promuove un programma ampio che smuove l'economia del Paese e lavoro per la sicurezza e la tutela dei suoi urgenti interessi nazionali. Un occasione per ricordare i Fucilieri di Marina, i sottufficiali Latorre e Girone ancora trattenuti in India La Marina, perchè la Marina non lascia indietro nessuno dei suoi uomini e delle sue donne che, incessantemente, ogni giorno, in ogni tempo, condizione, con abnegazione e lealtà, lavorano alla sicurezza e alla salute del Paese.

  • 04:12 BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE BERGAMINI: AD ANCONA, IL `DEBUTTO UFFICIALE` NELLA SQUADRA NAVALE

    18/10/2013

    Salutata dai colpi di cannone di Nave San Marco e dalle parole del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, Nave Carlo Bergamini ha ricevuto, mercoledì 16 ottobre ad Ancona, la sua "bandiera di combattimento" che ne sancisce il "debutto ufficiale" nella Squadra Navale della Marina Militare, attribuendole la "maglia da titolare" per il suo impiego in tutte le attività operative, nazionali e multinazionali. La Fregata Bergamini è la prima unità della Marina Militare nata dal programma italo-francese FREMM ad entrare ufficialmente nel flottiglio della Forza Armata, in un momento cruciale per la Marina Militare, alle prese con tutto il Paese con le sfide della crisi, la necessità di rinnovamento della propria flotta e le esigenze di operatività date dalle evoluzioni continue degli equilibri politico-sociali nel Mediterraneo e non solo.

  • 02:32 IL MINISTRO MAURO VISITA COMSUBIN E FA L`OSTAGGIO NELLA DEMO ANTITERRORISMO

    05/10/2013

    isita del ministro della Difesa, Mario Mauro, al Comando Subacquei Incursori (COMSUBIN) della Marina Militare al Varignano, a La Spezia. Accompagnato dal sottosegretario Roberta Pinotti e dal capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, il Ministro ha assistito "attivamente" alla Piavex, una demo antiterrorismo del Gruppo Operativo Incursori, che prende il nome dell'unità navale ormeggiata a Comsubin, e recitando il ruolo dell'ostaggio nelle mani di un ipotetico gruppo terroristico. L'operazione di liberazione ostaggio ha avuto inizio con l'infiltrazione dal mare di un team di incursori in assetto subacqueo che, in maniera occulta, hanno raggiunto e preso il controllo della plancia della nave. La seconda fase e' stata quella di rilasciare altri operatori, attraverso un elicottero EH 101 della Marina Militare, per consentire la liberazione del Ministro. Una volta raggiunto e neutralizzati i suoi carcerieri, simulati da manichini, Mauro è stato scortato da un team di incursori fino al punto di evacuazione, nel quale sarebbe stato issato a bordo di un elicottero attraverso un verricello.

  • 03:50 IL FUTURO DELLA MARINA MILITARE AL CENTRO DI FOCUS E INCONTRI ALLA FESTA DELLA MARINERIA

    04/10/2013

    La situazione della flotta, le prospettive future e i progetti sono stati illustrati dal Capo di Stato Maggiore della Forza Armata, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, nel corso del focus sulla cantieristica agli Stati Generali delle Camere di Commercio sull’Economia del Mare e a margine della firma del protocollo di intesa tra le regioni Liguria e Lombardia, per il rilancio dei comparti, su Nave Vespucci, alla presenza del ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, e dei presidenti delle due regioni, Burlando e Maroni. Due appuntamenti durante i quali è stato posto l’accento sull’importanza di tornare a investire sulla cantieristica, per il rilancio della filiera nautica, e la necessità di una nuova legge navale (l’ultima risale agli anni ’70) che garantirebbe una Marina Militare all’avanguardia e in grado di confermare l’efficienza nella propria funzione di Forza Armata integrata nel sistema Paese.

  • 02:25 L`AMMIRAGLIO DE GIORGI CAVALIERE DELLA LEGION D`HONNEUR

    27/09/2013

    Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, ha ricevuto il distintivo di Cavaliere della Légion d'honneur, l’onorificenza più alta attribuita dalla Repubblica francese. La cerimonia di consegna stamattina, a Civitavecchia, sul ponte di volo della portaelicotteri anfibia francese Mistral. A consegnare il distintivo d’argento l’ambasciatore di Francia a Roma, sua eccellenza Alain le Roy,

  • 02:11 TRA MEMORIA E FUTURO: I 100 ANNI DELL`UFFICIO STORICO DELLA MARINA MILITARE

    27/09/2013

    Divulgare la conoscenza della storia e dei compiti dell’Ufficio Storico: questo lo scopo della Giornata di Studi che si è tenuta il 25 settembre presso il Circolo Sottufficiali di Roma. L’incontro, aperto dal saluto del capo Ufficio Affari Generali, Ammiraglio di Divisione Antonino Parisi, ha visto riuniti studiosi e cultori di storia navale, sia civili sia militari, intorno al ruolo di custode della memoria e della tradizione della Marina svolto dall’Ufficio Storico. Conservare, tutelare e promuovere: questi i compiti dell’Ufficio storico che, oltre a custodire e riordinare il preziosissimo patrimonio documentale, fotografico, librario e museale, lo promuove attraverso l’attività editoriale. Ultimo titolo editato, il libro “Tra memoria e futuro – Il centenario dell’Ufficio Storico della Marina Militare” a firma di Ersilia Graziani, archivista e studiosa dei documenti storici della Forza Armata e artefice della scoperta di vere e proprie rarità, esposte al Sacrario delle Bandiere della Marina Militare al Vittoriano, fino al 29 settembre.

  • 02:05 IL CENTRO REMIERO DELLA MARINA OSPITA I CAMPIONATI ITALIANI

    24/09/2013

  • 03:09 MODA E BENEFICENZA AL CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA DI ROMA

    19/09/2013

    Si rinnova il binomio Marina Militare - Fondazione Francesca Rava Nph Italia Onlus. Stavolta a sostegno del progetto “Ninna ho”, contro l’abbandono neonatale, con una serata di beneficenza dedicata alla moda. “Un modo – ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Forza Armata, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi nel dare il benvenuto agli intervenuti - per confermare che l’utilità della Marina Militare”. “Ninna ho” ha poi spiegato Maria Vittoria Rava, “nasce da un’idea della Fondazione Francesca Rava e di KPMG, una delle più importanti reti di servizi professionali alle imprese a livello nazionale ed internazionale, con l’obiettivo di informare le donne in difficoltà sulla possibilità di esercitare il diritto al parto in anonimato e sulla possibilità di usufruire di culle termiche presso un network di ospedali distribuiti in tutta Italia”. Nel corso della serata, con in passerella la nuova collezione della Marina Militare Sportswear (linea Marina Militare, Aviazione Navale e Amerigo Vespucci) e il nuovo vestiario operativo della Marina Militare 100% made in Italy, sono stati raccolti 28mila euro.

  • 04:46 NAVE PALINURO, “STRAORDINARIAMENTE ABILE” A MANFREDONIA

    16/09/2013

    Un abbraccio caloroso quello con cui la storica cittadina di mare affacciata sul Promontorio del Gargano ha accolto Nave Palinuro, ultima tappa della lunga campagna addestrativa degli allievi marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto, iniziata a giugno. Ed è con l’addestramento alla voga di una “squadra speciale”, che il veliero della Marina Militare ha voluto ricambiare, a colpi di remi, il saluto della città, venerdì scorso, nelle acque del porto. Venti ragazzi, “marinai” dei corsi di veloterapia dell’Associazione Straordianariamente Abili Onlus, accompagnati dalle famiglie e dai volontari, hanno accolto l’invito del Comandante della nave-scuola a vela, Capitano di Fregata Mauro Panarello, e sono stati coinvolti in diverse attività di bordo, tra cui la lezione di nodi ed una vogata a bordo di un palischermo del Palinuro, coadiuvati dal personale dell’equipaggio e dagli allievi. Un’ondata di allegria, spensieratezza ed emozione che ha fatto da specchio ad una cittadinanza che ha riservato alla famiglia della Marina Militare un’accoglienza carica di affetto e di calore, come riscontrato dalla folla di persone che, per tre giorni di seguito, ha visitato la nave a vela, registrando, nei primi due giorni di sosta e per un totale di quattro ore, oltre 4300 persone. Stesso “pienone” di visite ha ricevuto l’unità mobile informativa della Marina Militare, che ha raggiunto la nave militare, sistemandosi in pieno centro, protagonista di una folla incessante di visitatori fino a notte inoltrata, nel corso di tutto il week end.

  • 02:31 A BRINDISI CELEBRATA LA `GIORNATA DELLA MEMORIA DEI MARINAI SCOMPARSI IN MARE`

    09/09/2013

    Al Monumento Nazionale al “Marinaio d’Italia” di Brindisi, è stata celebrata, nel ricordo dell'affondamento della Corazzata Roma e dei cacciatorpedinieri Da Noli e Vivaldi, la “Giornata della Memoria dei Marinai Scomparsi in Mare”. Marinai, militari e civili, pescatori e navigatori per sport o per diletto, ma anche coloro i quali che si sono avventurati per mare alla ricerca di un futuro. Una Giornata in cui è stata sottolineata l'importanza della Marina Militare per il Paese. Alla commemorazione,officiata da Monsignor Caliandro, Arcivescovo di Brindisi e Ostuni e presenziata dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, ha preso parte, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

  • 02:53 A PERENNE RICORDO DEI CADUTI DELLA CORAZZATA ROMA, LA MARINA POSA UNA TARGA MARMOREA SUI FONDALI DELL’ASINARA

    09/09/2013

    “La Marina Militare a perenne ricordo dei caduti della corazzata Roma. Golfo dell’Asinara 9 settembre 2013”, è quanto si legge sulla targa marmorea che oggi è stata posta sui fondali del Golfo dell’Asinara, sul punto esatto dove il 9 settembre del ’43 è affondata quella che era “il gioiello” della regia Marina, affondata dai tedeschi il 9 settembre 1943 all’indomani dell’Armistizio tra Italia e Alleati e prima ancora che l’Unità potesse effettuare una missione. Con la Corazzata il mare inghiottì il comandante della nave, il Capitano di Vascello Aidone Del Cima e il Comandante delle forze navali da battaglia della regia Marina, l’ammiraglio di squadra Carlo Bergamini e con loro 1391 uomini d’equipaggio. I resti della Roma sono stati ritrovati, a 1200 metri di profondità, il 28 giugno del 2012, grazie al robot sottomarina Pluto Palla dell’ingegner Guido Gay, insignito della Medaglia d’argento al Merito di Marina proprio per la scoperta. E nel giorno del 70° anniversario dell’affondamento e della Commemorazione dei marinai… , il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe de Giorgi, quale rappresentante di tutta la famiglia marinara, l’ammiraglio Gualtiero Mattesi a capo del Comando Militare Marittimo autonomo della Sardegna, ha consegnato la targa all’ingegner Gay che, giunto nel punto esatto del ritrovamento a bordo del catamarano Dedalus e con l’ausilio del robot Pluto, ha posto in prossimità dei resti di un pezzo d’artiglieria di grosso calibro.

  • 02:57 UN GIORNO SU NAVE ITALIA. IL MINISTRO A BORDO

    03/09/2013

    Raccontare quello che si è visto, insegnare ciò che si è imparato. Questo è quello che fanno i marinai di Nave Italia. E lo fanno verso ragazzi per cui una giornata in mare, su un veliero di bellezza incontestabile, non è cosa di tutta i giorni. Ed ecco che la bellezza diventa patrimonio comune, disponibile, fruibile a tutti. Nel Porto di Genova, a dare il benvenuto al Ministro della Difesa Mario Mauro ed al Sottosegretario di Stato alla Difesa Roberta Pinotti, è stato proprio il Capo di Stato Maggiore Amm. Giuseppe de Giorgi, insieme con il Comandante di Nave Italia Capitano di Vascello Andrea Barbalonga e Niccolò Reggio, membro della Fondazione Tender to Nave Italia, una Onlus costituita dalla Marina Militare Italiana e dallo Yacht Club Italiano, che ha lo scopo di promuovere il mare e la navigazione come strumenti di educazione, riabilitazione e inclusione sociale.

  • 05:30 CENT`ANNI DI FUTURO

    28/08/2013

    Cento anni di storia, cento anni di futuro: una storia unica che il 27 giugno, a Grottaglie ha compiuto 100 anni, nella prima tappa delle ricorrenze che caratterizzeranno quest'anno, oltre a Grottaglie, le basi di Luni, a La Spezia, Catania. A soffiare le candeline del Centenario, il "decano" dei piloti e Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, insieme all'Ammiraglio Filippo Maria Foffi, Comandante della Squadra Navale, e all'Ammiraglio Paolo Treu, Comandante delle Forze Aeree fino allo scorso luglio, ospitati dal Comandante della Stazione Aeromobili di Grottaglie, Comandante Alessandro Maria Dionigi. Ospiti e relatori delle conferenze hanno illustrato l'evoluzione della storia dell'Aviazione Navale attraverso i ritratti e le imprese spericolate dei pionieri, da Mario Calderara, addestrato dal leggendario Wilbur Wright, al Capitano Guidoni, fino ai giorni nostri. Un secolo di avanguardia tecnologica e coraggio e professionalità, nato dall'iniziativa dell'Ammiraglio Paolo Thaon di Revel che costituì, il 27 giugno 1913, il Servizio Aeronautico della Regia Marina. Traguardi raggiunti, l'attuale situazione e le nuove sfide sono stati al centro degli interventi dell'Ammiraglio De Giorgi e degli Ammiragli Foffi e Treu, nel corso delle celebrazioni solenni, durante le quali sono stati commemorati Severino Fallucchi, Ammiraglio e Senatore, fautore della legge che restituì i velivoli alla Marina Militare molti anni dopo la Guerra, a cui è dedicato il Simulatore AV-8B Harrier, il 1^ Maresciallo Paolo Di Giuseppe, a cui è stata intitolata la Sala Convegni, e tutti i caduti dell’Aviazione Navale, per i quali è stato "scoperto" un Monumento Commemorativo, all'interno della base. A chiudere, la mostra storica, percorso di immagini, notizie, modelli e materiali originali, che raccontano passione, professionalità e avanguardie dell'Aviazione Navale, dai pionieri a oggi, e protagonista di più di mille presenze, tra i visitatori dell'Open Day alla cittadinanza che ha chiuso la tre-giorni di Grottaglie.

  • 01:37 IL MINISTRO MAURO VISITA LO STAND MARINA AL MEETING DI RIMINI

    22/08/2013

    “In uno scenario internazionale d’interesse dove persistono caratteri di accentuata instabilità la Marina Militare svolge, con la sua funzione dual use, un ruolo di primaria importanza”: a sottolinearlo è il ministro della Difesa, Mario Mauro, nel corso di una visita agli spazi espositivi della Forza Armata al Meeting di Rimini, in compagnia del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi. Una presenza, quella della Marina, ma anche di Ufficiali (Generale Luciano Portolano e il Maggiore Giuseppe Amato) e Sottufficiali (Caporal maggiore Monica Contrafatto, vittima di un attentato nel Gulistan) dell’Esercito per la conferenza sulle missioni di pace all’estero, “non propagandistica – ha sottolineato il ministro Mauro – ma da intendersi come invito a guardare la realtà che è dietro le cose. In questo contesto si reputa basilare rafforzare, consolidare e diffondere l’immagine di una Forza Armata fortemente impegnata in supporto alla pace ed alla sicurezza dei propri cittadini e della comunità internazionale”. Il senatore, nel corso della sua permanenza alla Fiera di Rimini, si è intrattenuto prima al Centro Mobile Informativo e poi allo stand della Marina Militare, dove ha potuto conoscere da vicino, attraverso modellini in scala e mostre, alcune Unità navali, come la portaerei Cavour. Lo spazio espositivo al Meeting, preso d’assalto dai visitatori, rimarrà aperto fino al 24 agosto prossimo, secondo gli orari dell’evento. 22 AGO 2013 - NAI

  • 04:34 IO, CATIA, DONNA, UFFICIALE E ORA, COMANDANTE DI NAVE LIBRA

    14/08/2013

    Una giornata a bordo del Libra, il pattugliatore d’altura, che dal 19 giugno scorso è “guidato” dal Tenente di Vascello Catia Pellegrino, prima donna ad assumere il comando di una Unità Navale militare italiana. Trentasette anni, della provincia di Lecce, la Comandante Pellegrino si scrolla di dosso l’etichetta di ‘soldato Jane’ e si pone al suo equipaggio, 60 uomini e solo uomini, che arrivano a 90 in missione, con la giusta motivazione, la professionalità e con l’orgoglio di un lavoro che si vive.

  • 00:58 SBARCHI SENZA SOSTA IN SICILIA

    08/08/2013

    Intensa attività nel canale di Sicilia per nave Libra che, nel giro di 12 ore, ha portato a termine due operazioni SAR (search ancd rescue) soccorrendo e due imbarcazioni di migranti alla deriva nelle acque del Canale di Sicilia. La prima operazione, iniziata alle 2 della scorsa notte e terminata all'alba, ha visto l'assistenza di 103 persone di cui 29 donne (una in stato interessante). Il gommone è stato assistito sino all'arrivo del pattugliatore della Marina, dal motopeschereccio Atlantide. Nave Libra, al comando del Tenente di Vascello Catia Pellegrino, ha dato assistenza medica e somministrato generi di conforti ai naufraghi, proseguendo la navigazione giungendo in prossimità dell'isola di Lampedusa, dove i migranti, sono stati condotti a terra dall motovedetta CP303 della Capitaneria di porto. Il pattugliatore della Marina ha poi ripreso la sua attività di sorveglianza e, a 16 miglia da Lampedusa, ha soccorso un'imbarcazione con a bordo 151 migranti portandoli in salvo salvo a bordo. In questo momento nave Libra è in navigazione verso Augusta, dove sbarcherà i naufraghi, per riprendere l'attività di sorveglianza.

  • 02:41 L`ATTIVITÀ DELLA MARINA ALL`ATTENZIONE DEL MINISTRO DELLA DIFESA SU NAVE LIBRA

    02/08/2013

    Attività che rientrano tra le competenze in alto mare della Marina Militare e che, come sottolineato dal Capo di Stato Maggiore della Forza Armata, Ammiraglio di Squadra Giuseppe de Giorgi, "non sono all'attenzione di tutti. Sono attività - ha aggiunto - svolte in coordinamento con Guardia Costiera e Guardia di Finanza che svolgiamo con le unità di Comforpat", sotto il controllo operativo del Comando in Capo della Squadra Navale (CINCNAV), ossia con i pattugliatori d'altura e le Navi "Classe comandante". Tra le altre nave Libra, da un mese alla guida del primo comandante donna della Marina, il Tenente di Vascello Catia Pellegrino, e che ieri, nel corso della navigazione nel Canale di Sicilia, a largo di Lampedusa, ha ricevuto a bordo il ministro Mauro, accompagnato dallo stesso Ammiraglio De Giorgi, dal CINCNAV Ammiraglio di Squadra Filippo Maria Foffi e dal Comandante delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e la difesa Costiera, Contrammiraglio Mario Culcasi. "Un'occasione - ha sottolineato il ministro - per verificare e confermare l'importanza della Marina per il Paese. Da parte del Governo c'è tutta l'intenzione e l'impegno di mantenere efficiente la nostra Marina Militare. In questo momento è importante reperire risorse, la speranza è prelevarli dai fondi europei. Il cuore dell’investimento è sugli uomini ma questi uomini non vanno lasciati senza mezzi”. Durante la visita, il ministro Mauro si è soffermato a parlare con gli uomini del San Marco, ai quali ha fatto il punto della situazione sulla vicenda di Latorre e Girone: “Si stanno ultimando le indagini e poi ci sarà il processo. Riportarli a casa – ha garantito il ministro - è la nostra priorità”. Al ministro Mauro sono state illustrate le operazioni in mare del pattugliatore che, nel pomeriggio, si è unito alle Corvette Danaide e Fenice per condurre attività congiunta.

  • 02:43 `FONDAMENTALE SOSTENERE LA MARINA MILITARE`. VISITA DEL MINISTRO DELLA DIFESA ALLA CENTRALE OPERATIVA

    15/07/2013

    Dalla sensibilità per i fenomeni migratori alla tutela della stabilità internazionale, con risvolti importanti sullo sviluppo dell’indotto economico nazionale: significativo il contributo della Marina Militare nell’adempiere a ruoli e funzioni affidati al nostro Paese dalla comunità internazionale, per la tutela della pace, la difesa del territorio nazionale e il mantenimento del sistema-paese nelle parole del Ministro della Difesa Mario Mauro, in visita, martedì 9 luglio, al Comando in Capo della Squadra Navale a Roma, sede, tra le altre strutture, della Centrale Operativa della Marina Militare (Cincnav). Provvedere ai bisogni della Marina Militare e sostenerne le esigenze - afferma il Ministro – è fondamentale, non solo pensando all’efficienza della Forza Armata ma anche alla capacità di incidere profondamente nel sistema dell’economia globale della vita del nostro Paese.

  • 02:14 INTERVISTA AL PRESIDENTE DI MAREVIVO, ROSALBA GIUGNI

    11/07/2013

    "Delfini Guardiani" è un progetto innovativo di educazione ambientale studiato da Marevivo per i ragazzi abitanti delle isole minori e dei piccoli comuni costieri, con l'obiettivo di formarli per svolgere un ruolo da protagonisti nella salvaguardia del proprio territorio. La Marina Militare nel formare il proprio personale dedica ampia attenzione alla diffusione dell'amore per il mare e per la tutela dell'ambiente. Un'attenzione che si esprime svolgendo un ruolo centrale nel progetto "Delfini Guardiani", mettendo a disposizione quattro imbarcazioni a vela - Chaplin, Orsa Maggiore, Stella Polare e Capricia - sulle quali imbarcano gli alunni. Una Marina, quindi, non solo per la tutela della difesa e della sicurezza, ma che assolve molti compiti, anche non prettamente militari, indispensabili al Paese e alla comunità civile.

  • 01:26 IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA DIFESA DEL MONTENEGRO ALLA CENTRALE OPERATIVA DI ROMA

    05/07/2013

    Visita al Comando in Capo della Squadra Navale (CINCNAV) del Capo di Stato Maggiore della Difesa del Montenegro, Ammiraglio Dragan Samardzic, accompagnato da una delegazione dello Stato Maggiore della Difesa italiano e accolto oggi dal “padrone di casa”, Ammiraglio di Squadra Filippo Maria Foffi, che gli ha illustrato attività, strutture e aree della Centrale Operativa della Marina Militare, situata nel complesso di Santa Rosa a Roma. La visita rientra nel programma di incontri che lo Stato Maggiore della Difesa ha organizzato nell’ambito dei rapporti di cooperazione bilaterale con la Repubblica del Montenegro e segue l’incontro di ieri dell’Ammiraglio Samardzic con il suo omologo italiano, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e, tra gli altri, con il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi.

  • 02:56 NAPOLI, NAVE VESPUCCI E IL WWF INSIEME PER GARANTIRE E PROTEGGERE `LA VITA` DEL MARE

    26/06/2013

    Su Nave Amerigo Vespucci inaugurata la campagna di sensibilizzazione "Il mare deve vivere", promossa dal WWF e dalla Marina Militare.

  • 02:59 NAVE VESPUCCI, AMBASCIATRICE ECOSOSTENIBILE PER MAREVIVO

    25/06/2013

    Sole, vento e mare, in una parola: energia. Energia pulita che si rigenera, nell’alleanza con il territorio. Sono questi i temi del Concorso Internazionale di idee “Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane - Energie rinnovabili e paesaggio” promosso da Marevivo, al centro di un convegno ieri a bordo di Nave Vespucci, ormeggiata nel porto di Civitavecchia. Un’iniziativa che, oltre alla Marina Militare, mette insieme importanti sinergie, tra partner istituzionali, enti di ricerca e associazioni legate all’ambiente e allo sviluppo sostenibile, che hanno partecipato con personalità importanti, accolte a bordo dal Comandante di Nave Vespucci , Capitano di Vascello, Curzio Pacifici e il Presidente di Marevivo Rosalba Giugni, tra cui il Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Marco Flavio Cirillo, il Sindaco di Civitavecchia Pietro Tidei, il Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Maurizio Ievolella, il responsabile per l’Unità Centrale Studi e Strategie Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) Carlo Tricoli, il Direttore di Citera-Università La Sapienza Livio De Santoli e il Segretario Generale Ancim (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori) Giannina Usai. Tra gli interventi, anche quello di Fabrizio Tomada di Gse (Gestore dei Servizi Energetici), Riccardo Brugnoli rappresentante del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Andrea Lazzari dell’Unità Studi Enea. Un contributo prezioso, quello della Marina Militare, che oltre al patrocinio ha messo a disposizione il premio per una nuova sezione dedicata ai fari e, nella promozione del concorso, Nave Vespucci, unità che trae proprio dal vento la sua forza e la sua energia, ambasciatrice, nel mondo, dei valori e dell’eccellenza non solo della Marina ma delle tradizioni del nostro Paese, come sottolineato Marco Flavio Cirillo, Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. “Il Vespucci – ha affermato Cirillo - è un esempio di sostenibilità ambientale rivolto alle energie alternative, tema dominante nelle politiche dell’Unione Europea, con l’obiettivo di 2 milioni di posti di lavoro per far rinascere la nostra Italia. Le Forze armate hanno una mission importante, quella della difesa, ma sono anche un luogo di sperimentazione per una ricaduta sul mercato.” Una ricerca di idee che sviluppino in modo sostenibile le energie rinnovabili nel rispetto del paesaggio, una sfida che richiede creatività e competenze tecnologiche: questo l’ecomessaggio lanciato da Rosalba Giugni che identifica nelle isole italiane dei veri e propri laboratori naturali, dove poter sperimentare e sviluppare concretamente politiche ispirate alla sostenibilità. E un’importante testimonianza di sistema-paese, che vede nell’ambiente il migliore futuro, nei partner storici del progetto, autori di un importante protocollo d’intesa: GSE, ENEA, CITERA (Centro di Ricerca Interdisciplinare Territorio Edilizia Restauro Ambiente) dell'Università di Roma La Sapienza, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e, da quest’anno,l’Ancim –, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e del contributo di Castalia, Fondazione Nando Peretti, Enel e Trevi Energy. Testimonial d’eccezione, sono state le atlete della nazionale italiana di nuoto sincronizzato, il Sottocapo Beatrice Callegari, il Sottocapo Elisa Bozzo, medaglie d’argento alla Coppa Europa anno 2013 e il Sottocapo Cristina Tempera, portavoci del messaggio di impegno e dedizione che la Marina costantemente dedica alle sue iniziative e collaborazioni.

  • 03:07 A NAPOLI PER METTERE A PUNTO LE STRATEGIE CONTRO LA PIRATERIA MARITTIMA.

    14/06/2013

    Un fenomeno che negli ultimi due anni, già dal primo convegno promosso dall'Istituto Italiano per la Navigazione a Roma, ha registrato un calo del 32 per cento negli attacchi, grazie alle operazioni Atalanta e Ocean Shield, in cui l'Italia è uno degli esponenti principali, insieme ai Paesi dell'Unione Europea e della Nato. Ma è anche un fenomeno che si sta allargando ad altre aree geografiche come la Nuova Guinea e il Mozambico. Dal convegno "La pirateria marittima minaccia i Paesi del Mediterraneo. Istituzioni e industria: la forza di una strategia di contrasto comune", nella Camera di Commercio di Napoli ha preso parte anche il Capo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, sono emersi nuovi scenari ed è partito il progetto di un Osservatorio: "Una proposta - ha dichiarato Luca Sisto, presidente vicario dell'Istituto Italiano di Navigazione e rappresentante Confitarma - che poggia sulle specifiche competenze e che mira ad avviare, anche con il supporto del sistema camerale, l'analisi dei rischi che una potenziale marginalizzazione del Mediterraneo, causata dall'insicurezza delle rotte del'Oceano Indiano da e verso il Mar Rosso e Suez, potrebbero derivare per le economie dei Paesi del Mare Nostro e dell'Italia in primis".

  • 02:08 CNR E MARINA: UN `BACINO RETTILINEO` ALLA MEMORIA DI UN UFFICIALE DEL GENIO NAVALE

    13/06/2013

    L'Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale (INSEAN), che dal 2011 fa parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), ha intitolato le infrastrutture sperimentali "Bacini Rettilinei" alla memoria di due importanti figure dell'architettura e dell'ingegneria nazionale: Umberto Pugliese ed Emilio Castagneto. L'Ing. Claudio Lugni e l'Ammiraglio Ispettore Capo Alberto Gauzolino, capo di corpo del Genio Navale, hanno introdotto, rispettivamente, le figure di Emilio Castagneto, Professore di Architettura Navale e Direttore INSEAN dal 1951 al 1966, e di Umberto Pugliese, Generale Ispettore del Genio Navale e Presidente INSEAN dal 1946 al 1961, "figura esemplare di ufficiale della Marina Militare; un servitore dello Stato, ma anche un grande uomo".

  • 02:44 `DELFINI GUARDIANI` A LAMPEDUSA

    11/06/2013

    Si è conclusa a Lampedusa l’attività congiunta Marina Militare-Marevivo Delfini Guardiani. Il progetto di educazione alla conoscenza e al rispetto del mare partito lo scorso 2 maggio dall’Isola del Giglio e che, passando da Ischia, Capri, Ponza è giunta alle Pelagie. Protagonisti gli studenti delle scuole medie inferiori e delle elementari locali che sono stati ospitati a bordo delle navi a vela della Marina, su tutte Stella Polare, Capricia e Orsa Maggiore. Ed è stata quest’ultima impegnata, a Lampedusa, lo scorso fine settimana, in un programma didattico intenso sulla conoscenza delle navi scuola, sulle manovre della navigazione a vela, l'osservazione del mare e dei venti, il sea-watching, i fondali e l'osservazione geologica delle coste. Ospite dell’Orsa anche il WWF, con cui la Marina Militare ha in atto un’altra campagna di protezione ambientale, e in particolare gli addetti del centro di recupero tartarughe di Lampedusa che per l’occasione hanno rimesso in acqua una piccola testuggine, riabilitata dopo essere rimasta incagliata in una rete di pescatori, e ribattezzata Europa, in onore dell’isola ultima frontiera italiana e porta per il Vecchio Continente.

  • 01:27 COLLABORAZIONE TRA TENDER TO NAVE ITALIA E LE FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA

    10/06/2013

    Presentati a Palazzo Marina i risultati del terzo anno di attività di Nave Italia frutto della collaborazione tra le Fondazioni di origine bancaria e la Fondazione Tender to Nave Italia (TTNI). Un progetto che utilizza la navigazione a vela, appunto sul brigantino della Marina Militare, per educare i giovani e i meno fortunati a tirar fuori il meglio da se stessi e dagli altri. L’iniziativa, avviata nel 2010, è curata ogni anno dalla Fondazione Tender to Nave Italia, costituita dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano, e solo nel 2012 ha portato alla realizzazione di 28 progetti che hanno coinvolto 377 ragazzi e 161 specialisti di 28 tra scuole, ospedali e associazioni ONLUS. La Fondazione Tender to Nave Italia ha sviluppato una metodologia che consente a ragazzi portatori di disabilità psicofisiche e adolescenti resi fragili dal disagio familiare o sociale di vivere il mare da vicino, navigando sul più grande brigantino a vela del mondo agli ordini dell’equipaggio della Marina Militare. I ragazzi coinvolti nell’iniziativa sono selezionati da organizzazioni di volontariato operanti in tutta Italia nel settore dell’assistenza ai disabili e nella prevenzione del disagio giovanile. All’incontro a Palazzo Marina sono intervenuti il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, Roberto Sestini, Presidente Fondazione TTNI, Giuseppe Guzzetti, Presidente Acri, e Carlo Croce, Consigliere Esecutivo della Fondazione TTNI. L’incontro è stato coordinato dal direttore scientifico di Fondazione TTNI, Paolo Cornaglia Ferraris che ha coinvolto e raccolto le testimonianze dei ragazzi che hanno avuto l’opportunità di navigare a bordo di Nave Italia.

  • 07:45 GIORNATA DELLA MARINA: VIDEO MESSAGGIO DEL CAPO DI STATO MAGGIORE

    10/06/2013

    Video messaggio del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, in occasione della celebrazione della giornata della Marina Militare del 10 giugno 2013. L'istituzione della giornata dedicata alla Marina Militare risale al 13 marzo 1939 ed è dedicata a una delle più significative ed ardite azioni compiute sul mare della 1ª Guerra Mondiale: l’impresa di Premuda del 10 giugno 1918.

  • 03:15 10 GIUGNO: CELEBRATA LA GIORNATA DELLA MARINA MILITARE

    10/06/2013

    Celebrata oggi a Palazzo Marina la giornata della Marina Militare. Un anniversario, il 95mo dall’impresa di Premuda, aperto da un minuto di silenzio per onorare e commemorare il Capitano dei Bersaglieri Giuseppe La Rosa, rimasto ucciso sabato scorso in un attentato in Afghanistan. Nel corso della cerimonia il pensiero è andato ai due Fucilieri della Brigata Marina San Marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti in India, ma è stato fatto anche il punto della situazione economico-finanziaria del Paese che finisce per influenzare il futuro della Forza Armata: questi alcuni dei temi trattati dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, nel suo discorso alla cerimonia della giornata della Marina. Presenti il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il Ministro della Difesa, Sen. Mario Mauro, che ha ribadito l’importanza del Mediterraneo e l’impegno del Governo per il mantenimento dell’efficienza della Marina nell’area. La cerimonia si è chiusa con una video conferenza dei due Fucilieri dall’India che hanno così partecipato, virtualmente, alla giornata della Marina.

  • 02:53 MARINA MILITARE E OPERATION SMILE: NAVE CAVOUR PER I SORRISI DEI BAMBINI

    03/06/2013

    Insieme per un sorriso, la Marina Militare e lo staff medico di Operation Smile tornano ad operare a bordo di Nave Cavour, tre anni dopo la missione “White Crane” all’indomani del disastroso terremoto di Haiti. La portaerei italiana ha messo a disposizione il proprio ospedale, con le sue due sale operatorie e i 35 posti-letto per le degenze, a favore di piccoli pazienti affetti da patologie che colpiscono il viso, come labiopalatoschisi e malformazioni facciali in generale. “Un mare di sorrisi”, questo il nome del progetto, è stato presentato venerdì 24 maggio nel corso di una conferenza stampa in cui il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, e il Professor Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico e capo dell’equipe chirurgica che ha operato i piccoli pazienti, hanno illustrato i dettagli della partnership, partendo dalla prima esperienza insieme ad Haiti nel 2010. Equipe medica e familiari dei piccoli pazienti sono stati ospitati a bordo della portaerei la cui capacità di accoglienza, insieme alla possibilità di essere presente nei diversi porti, ne fanno un luogo ideale per realizzare interventi specialistici e qualificati al servizio della collettività.

  • 03:03 MARINA MILITARE E PROTEZIONE CIVILE SU NAVE CAVOUR

    23/05/2013

    Nave Cavour si esercita nel Golfo di Taranto sul soccorso dal mare alla popolazione di territori colpiti da terremoto. L'obiettivo dell'esercitazione è quello di rafforzare la collaborazione con la Protezione Civile per garantire, in caso di emergenza, un rapido intervento al servizio del Paese.

  • 02:27 MARINA MILITARE E WWF ITALIA INSIEME PER IL MEDITERRANEO

    20/05/2013

    Partnership tra Marina Militare e WWF Italia nella campagna di salvaguardia del mare. A Trapani, per la Giornata delle Oasi, da Nave Orsa Maggiore rimesse in acqua due tartarughe

  • 01:54 DELFINI GUARDIANI, CAMPAGNA EDUCATIVA DI MAREVIVO E MARINA MILITARE

    03/05/2013

    Avviato al Giglio il progetto educativo Delfini guardiani di Marevivo e Marina Militare

  • 02:22 CONCORSO MAREVIVO

    03/05/2013

    La valorizzazione delle potenzialità dei fari al centro della partecipazione della Marina Militare al concorso internazionale per progetti di energie rinnovabili, organizzato da Marevivo, associazione per lo sviluppo della sostenibilità energetica, insieme a partner istituzionali e centri di ricerca e sviluppo nazionali.

Avanti
chiudi

Una produzione del Ministero della Difesa

Ver. 3.0 © Marina Militare